4-benziliden 5-metil 2-fenil 2,4-diidro 3-pirazolone
Questa sintesi fa parte del corso di laboratorio di organica 3 nella mia università, ho voluto ripeterla a casa sia perchè conduce ad un prodotto molto interessante, sia perchè in lab didattico non veniva quasi a nessuno...asd

Materiali:
5-metil 2-fenill 1,2-diidro 3-pirazolone
- benzaldeide
- acido p-toluen solfonico
- toluene
- vetreria: pallone a un collo, refrigerante  a bolle, trappola di Dean-Stark


Procedimento:

In un pallone da 250ml si pongono 4g del pirazolone (prima o poi metto la sintesi, è una condensazione fra Et acetoacetato e PhNHNH2), 2,6ml di benzaldeide, 50ml di toluene, 0,5g di p-TsOH e alcuni ebollitori. Sul collo del pallone si monta il Dean Stark sormontato da un condensatore a bolle, si scalda quindi ad ebollizione molto forte mettendo la piastra o il mantello al massimo in modo da far bollire molto vigorosamente il toluene che porta via per distillazione azeotropica l'acqua formata durante la reazione (che va rimossa appena si forma, se no crea problemi, vedi spiegazione alla fine). Si bolle vigorosamente la miscela per 3 ore notando che pian piano nel dito del Dean Stark si forma una fase inferiore di acqua (io in totale ne ho raccolti 1,4ml). Durante il riflusso la soluzione assume un colore rosso molto acceso, è il composto di nostro interesse che si sta formando, se è presente del solido bianco indisciolto vuol dire che c'è qualche problema  e l'acqua non viene rimossa come si dovrebbe.
      
      

Si trasferisce il contenuto del pallone in un imbuto separatore e si aggiunge una soluzione diluita di Na2CO3 per eliminare il catalizzatore acido e l'acido benzoico presente nella benzaldeide di partenza, si lava la fase organica con due porzioni da 50ml di acqua fredda e quindi si provvede a eliminare gran parte del solvente: non è necessario anidrificare, il toluene si porta dietro l'acqua come azeotropo bifasico. Prestare molta attenzione a non mandare la soluzione a secco altrimenti il prodotto brucia e bisogna ricominciare tutto da capo... Aiutandosi con una pasteur si trasferisce il residuo di soluzione in un vetrino da orologio e si fa evaporare il solvente residuo, ben presto si forma una crosta cristallina rossa che viene privata del poco liquido rimasto e lavata con due porzioni da 5ml di etanolo freddo. I cristalli vengono fatti essiccare all'aria, mentre la soluzione etanolica viene aggiunta al residuo liquido separato dai primi cristalli e fatto evaporare, magari precipita ancora qualcosa.
Resa 2,6g (43%) la resa è provvisoria, sto ancora facendo evaporare il residuo dei lavaggi che è ancora colorato in rosso intensissimo.
      

Ecco la formula di struttura del composto:
   

Durante l'esposizione della procedura ho insistito sul fatto che l'acqua sviluppata dalla reazione debba essere eliminata tempestivamente, infatti se non è così l'acqua funge da nucleofilo sul sistema insaturo a dare un'addizione coniugata (o di Micheal) formando l'adolo che poi tautomerizza in qualche sua forma più stabile e non rilascia più la molecola di acqua...a noi in università è successo e abbiamo ottenuto un bellissimo solido bianco cristallino che abbiamo anche cercato di caratterizzare all'NMR, ma evidentemente erano presenti almeno due tautomeri perchè avevamo due segnali ben distinti dei protoni metilici, anche se nella molecola è presente un solo -CH3... vabbè non andiamo troppo nel difficile...asd
Quando finalmente siamo riusciti nell'impresa della sintesi abbiamo sacrificato tutto il prodotto per una Diels Alder con l'etil vinil etere...

Non so da che rivista il nostro prof abbia tirato fuori questa metodica, magari l'ha addirittura messa a punto lui, non ne ho trovato traccia in letteratura. Quando mi rifaccio un po' di pirazolone provo la condensazione con l'anisaldeide...
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano marco the chemistry per questo post:
ohilà, luigi_67, al-ham-bic, fosgene, quimico
Colore stupendo. Io adoro questi colori :-D
Il Dean-Stark l'avrò usato millanta volte... Mi ha sempre aiutato asd
Allora aspettiamo il derivato con l'anisaldeide  *yuu* *clap clap*
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)