Anidrificazione dell'acetone
Ciao a tutti, tempo fa volevo avere dell'acetone completamente anidro a partire da acetone che aveva raccolto un po' d'acqua e sodio metallico. Misi l'acetone in un becher e aggiunsi un piccola porzione di Na, il tutto diventò caldo, prese un colore rosso acceso e iniziò a fumare abbondantemente. Non sono certo di averlo anidrificato! :-) Ma sicuramente non mi sono fermato li. :-)
Cita messaggio
Bè non è una cosa che io farei così alla leggera, ribadisco che non sono esperto ma semplicemente sapendo che il sodio in acqua reagisce producendo una fiamma e scintille, sapendo che l'acetone evapora già a 55°C ed è altamente infiammabile... non so...io non lo farei ma lascio la parola ai più esperti.

Piccola puntualizzazione però, esponi meglio e in maniera dettagliata cosa hai fatto / o hai intenzione di fare. Quella che hai scritto non è una sintesi o un "modus operandi" di una persona seria e che si è documentata bene. Cerchiamo di non incorrere nel discorso che ha fatto nell'altra discussione...
Cita messaggio
Io dico sempre che prima di fare qualcosabisogna conoscere un minimo di teoria.. l'acetone reagisce con Na a dare come reazione principale il pinacolo e la reazione non è proprio tranquilla...ma facciamo un passetto indietro..prima di tutto bisogna vede che acetone hai usato e dove lo hai comprato. Di solito l'acetone più "puro" che si trova in giro è quello da ferramenta che contiene comunque schifezze e quindi va prima distillato per eliminare un po' di robaccia...io poi lo ridistillo da CaCl2 per togliere la maggior parte dell'acqua..Si potrebbe distillarlo anche da quelache sostanza che non produca reazioni irreversibili con il chetone, ma che sequestri irreversibilmente l'acqua tipo un alcolato, CaO, BaO ecc ecc. Tutti questi catalizzano la formazione del diacetonalcol che però è instabile e si ridecompone in due molecole di acetone...
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
(2013-07-14, 12:10)Marzio Ha scritto: Bè non è una cosa che io farei così alla leggera, ribadisco che non sono esperto ma semplicemente sapendo che il sodio in acqua reagisce producendo una fiamma e scintille, sapendo che l'acetone evapora già a 55°C ed è altamente infiammabile... non so...io non lo farei ma lascio la parola ai più esperti.

Piccola puntualizzazione però, esponi meglio e in maniera dettagliata cosa hai fatto / o hai intenzione di fare. Quella che hai scritto non è una sintesi o un "modus operandi" di una persona seria e che si è documentata bene. Cerchiamo di non incorrere nel discorso che ha fatto nell'altra discussione...

Ok! Provo a spiegarmi meglio. :-) Sapendo che molte persone per anidrificare alcuni solventi utilizzavano sodio metallico ho pensato che per l'acetone sarebbe stato possibile procedere nella stessa maniera e così senza documentarmi ho provato facendo ciò che ho descritto sopra.
Questa non è una sintesi, assolutamente, è un "esperimento" non riuscito, un flop totale seguito da tanta puzza e vapori. So benissimo cosa succede tra metallo alcalino e acqua, per questo ho usato il sodio metallico, sapendo che reagiva con l'acqua formando NaOH che poi forse sarebbe precipitato, avrei ottenuto il mio solvente anidro, una porzione non reagita di Na e un ppt di idrossido.
Cita messaggio
Sì vabbè..*help* apri un libro e studia chimica...poi ne riparliamo...*Tsk, tsk* i solventi non sono tutti uguali, Na si usa per gli idrocaruri non alogenati e per alcuni alcoli semplici...BASTA con altri solventi non va bene.

E poi invece di fare cazzate e rischiare di farti male, bastava cercare sul forum, quimico ne aveva parlato. Certo, troppa fatica usare la funzione cerca.. *Tsk, tsk*
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Modera il linguaggio per cortesia. Ho fatto una semplice prova che non è andata a buon fine, non vedo il motivo per il quale tu te la debba tirare e debba rompere le scatole, se devi commentare per scrivere solo boiate tanto vale che non scrivi nulla. Ho fato un errore e ne ho pure parlato. Sono consapevole che ci siano varie categorie di solventi, l'acetone è un chetone e ha formula (CH3)2CO. Dicevi che sia possibile utilizzare Na metallico per anidrificare idrocarburi non alogenati come alcani, alcheni, alchini ecc.. E per alcoli semplici come etilico, isopropilico, metilico ecc...
Non sei l'unico che conosce la chimica, ne saprai anche più di me ma non ti da il diritto di fare, come si è soliti dire in parole povere, lo stronzo.
Cita messaggio
Evitate entrambi di insultarvi! Bisogna rispettare sia chi ne sa meno, sia chi, con un tono di rimprovero, ci invita a non fare troppo alla leggera prove poco meditate che possono avere pericolosi risultati.
Cita messaggio
Non lo insulto, non ci sarebbe gusto. Sì, era una prova poco meditata e ho imparato dal mio errore. Se qualcuno ora vorrebbe spiegarmi che caspiterina è accaduto all'interno di quel becher, gliene sarei molto grato perchè ho cercato sui internet e in alcuni testi scolastici ma non ho trovato nulla.
Cita messaggio
Il colore balordo non me lo spiegare, ma non hai ancora detto che acetone hai usato.. Ammettendo che la maggioranza del solvente fosse composta da acetone hai ottenuto il pinacolo.
Il sodio riduce l'acetone, donandogli un elettrone e formando il radical-anione corrispondente, due radical-anioni si condensano a dare il pinacolo. Se invece si lavora in prensenza di un solvente protico (EtOH, NH3 ecc ecc) l'anione viene protonato e una seconda mole di Na riduce il radicale e come risultato finale si ottiene i-PrOH
http://www.versuchschemie.de/topic,12892...nakol.html
Notare il bagno di ghiaccio, il toluene usato per diluire l'acetone e le dimensioni dei pezzetti di sodio

Il colore rosso non è rilevantissimo, basti pensare che l'etanolo denaturato distillato per rimuovere bitrex e colorante (quinti con solo MEK e tiofene) quando viene trattato con Na diventa giallo (a causa deltiofene che da reazioni strane e che non conosco bene.
La violenza di reazione dipende molto anche dalle dimensioni del pezzo di sodio...e dalla roba che c'è nel solvente perchè se per caso ci sono dei clorurati si formano o dei carbeni (vedere la loro reattività) o degli organo-sodio...e gli organo-litio a confronto sono quasi acqua..
Cerca qui sul forum la procedura accademica di anidrificazione dell'acetone, almeno puoi ottenerti anche il chetone bello puro. a breve mi sa che dovrò cimentarmici anche io nell'anidrificazione...asd

Se conoscessi la chimica organica sapresti benissimo che Na non va bene per gli alchini.. sono troppo acidi, li deprotona
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Parto dalla fine! Cavolo! Non pensavo che NaOH fosse abbastanza forte da deprotonare un alchino, di solito si usa NaNH2 no ?! Comunque l'acetone è stato un buon acquisto l'etichetta recita 99%.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)