Bassa dose HCN
[Attenzione! Questo thread è stato importato da Answers, non si garantisce nulla sulla correttezza, presenza e coerenza dei contenuti così com'erano su Answers!]


Ciao a tutti mi scuso, ma avrei bisogno di un parere abbastanza urgente , io per hobby ormai da anni riparo cellulari ma ieri, come capita a tutti prima o poi ho sbagliato ed ho bucato per sbaglio una batteria Li-Poly in particolare questa:


Non so di preciso la sua composizione ma so che è presente POLIACRILONITRILE (C3H3N)x e che questa liberandosi nell'aria diventi ACIDO CIANIDRICO (HCN).
Quindi i fatti son stati che ho bucato per sbaglio la batteria e subito son partite scintile abbastanza forti e un piccolissimo incendio per pochissimo tempo con pochissimo fumo, ho sentito il classico odore di mandorle amare e subito ha iniziato a bruciarmi la lingua.

Le mie domande sono:
E' vero che la batteria rilascia HCN?
Non ho sicuramente inalato una dose mortale di HCN ma questa so che blocca l'apporto di ossigeno alle cellule lasciandolo nel sangue, con una dose bassa cosa succede all'organismo? rimane nell'organismo o viene liberata?
Cita messaggio
E' vero che la batteria rilascia HCN?


Non credo. Il poliacrilonitrile è un polimero che si decompone a temperature intorno a 300 °C ma non è detto che liberi HCN in quelle condizioni.



Non ho sicuramente inalato una dose mortale di HCN ma questa so che blocca l'apporto di ossigeno alle cellule lasciandolo nel sangue, con una dose bassa cosa succede all'organismo? rimane nell'organismo o viene liberata?


Provoca alterazioni del ritmo respiratorio, debolezza muscolare, convulsioni e cefalea. L'organismo lo elimina attraverso l'azione di alcuni enzimi (tipo rodanasi) attraverso le urine





saluti


Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Utente di Answers
Grazie della risposta, molto preciso, vorrei chiederti solo altre 3 domande poi ho finito :-)

1."Provoca alterazioni del ritmo respiratorio, debolezza muscolare, convulsioni e cefalea. L'organismo lo elimina attraverso l'azione di alcuni enzimi (tipo rodanasi) attraverso le urine"
Ma questi sintomi da cosa sono dati in particolare?

2.So che l'HCN blocca la catena di trasporto degli elettroni e quindi la respirazione cellulare, ma un dose non letale blocca lo stesso la respirazione di alcune cellule e non di altre, ha un effetto parziale oppure nessun tipo di effetto. In poche parole che effetto ha a livello cellulare, lo stesso identico di una dose più alta?

3.In quanto tempo in media vengono eliminati da questi enzimi?

Grazie ancora
Cita messaggio
I cianuri sono rapidamente assorbiti dalla pelle e dalle mucose in particolare. Il maggior danno lo si ha quando viene inalato (come HCN) attraverso la mucosa bronchiale. Una volta assorbito dall'organismo la sua diffusione nel resto del corpo è rapida (entro pochissimi minuti).
Subito l'organismo inizia a metabolizzarlo attraverso alcuni enzimi (rodanasi e mercaptopiruvato). Entro tre ore il 90% del cianuro è convertito nel meno tossico tiocianato che viene poi espulso nelle urine. Questo non è l'unica modalità di inattivazione. La vitamina B12 per esempio lo ossida a formiato e CO2.
Purtroppo quando è presente in dose tossica questi meccanismi risultano troppo lenti e prende il sopravvento l'azione letale che si manifesta attraverso il legame reversibile con il ferro contenuto nella citocromo-ossidasi e l'inibizione dell'ultimo passaggio della fosforilazione mitocondriale ossidativa. Questa inibizione arresta il metabolismo dei carboidrati nel ciclo dell'acido citrico con il risultato che la concentrazione cellulare dell'adenosintrifosfato rapidamente cala. Da qui le difficoltà respiratorie e la paralisi muscolare.
Detto in parole povere si ha una specie di asfissia cellulare.

saluti
Mario

Cita messaggio
Quindi, se ho capito bene una dose non eccessiva, non riesce ad inibire la respirazione cellulare legandosi con il ferro contenuto nella citocromo-ossidasi perchè viene bloccato e si lega prima con enzimi e la vitamina B12?
O una parte riesce comunque a legarsi con il ferro contenuto nella citocromo-ossidasi e bloccare la respirazione cellulare?
Cita messaggio
Se la dose è subletale, l'inibizione del metabolismo cellulare è solo parziale. L'individuo colpito avverte i sintomi, ma non muore perchè il danno è limitato ed anche perchè l'organismo riesce in poco tempo a eliminarlo per via enzimatica.

saluti
Mario

Cita messaggio
"Se la dose è subletale, l'inibizione del metabolismo cellulare è solo parziale."

Parziale nel senso che le cellule non vanno in totale asfissia, ma "respirano" semplicemente male fino a quando l'organismo non elimina per via enzematica o che alcune cellule vanno in asfissia ed altre no?

"il danno è limitato"
Reversibile o irreversibile?
Alcune cellule "muoiono" comunque?
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)