Benzoilfeniltiourea - sintesi
Lightbulb 
Questa è la prima delle due fasi della sintesi della feniltiourea, ed è di gran lunga la più rischiosa, la più lunga e la più critica.
E' necessario lavorare in ambiente anidro durante le prime due fasi!!!

ATTENZIONE:
L'anilina è tossica. Il benzoile cloruro è tossico e irritante per pelle, occhi e vie respiratorie. L'acetone è infiammabile.
I prodotti di reazione intermedi (benzoile tiocianato ed altri) sono tossici e hanno un caratteristico odore sgradevole. Sulla benzoilfeniltiourea non si hanno (almeno, io non le ho...) informazioni riguardanti la pericolosità: si raccomanda dunque una grande prudenza, come cautela.

Reagenti:
-Ammonio tiocianato anidro (lasciare in essiccatore per 3 giorni il prodotto commerciale, meglio se si usa P2O5 come essiccante).
-Acetone (>0,5% di H2O)
-Benzoile cloruro
-Anilina
-Acqua distillata

Procedura:
Innanzi tutto, prima di iniziare la sintesi, si asciuga accuratamente tutta la vetreria da utilizzarsi, eliminando il più possibile l'acqua.
Si dispone un pallone a tre colli, posto su agitatore, con un imbuto gocciolatore normalizzato da almeno 50ml su uno dei coni laterali e si tappano gli altri due con tappi in vetro normalizzato unti con grasso siliconico. Poi, possibilmente (io l'ho fatto... ma non è necessario) si riempie l'apparecchiatura con argon secco al fine di evitare reazioni secondarie con l'ossigeno atmosferico ed eliminare tutta l'acqua presente come umidità. Dunque si inseriscono velocemente nel pallone 8,5g di NH4SCN appena tolto dall'essiccatore, 50ml di acetone anidro e l'ancoretta magnetica. Si ritappa immediatamente e si incomincia l'agitazione fino a completa dissoluzione dell'ammonio tiocianato. Dunque nell'imbuto laterale si versano 11,7ml di benzoile cloruro, avendo cura di fargli prendere meno aria possibile. Lo si fa gocciolare, mediante l'imbuto, ad una velocità di 1-2 gocce al minuto, notando l'addensarsi graduale della soluzione che diventa torbida e di colore giallo
Terminata l'aggiunta si pone il pallone sul fornelletto (spento) e si inserisce nel cono centrale un refrigerante di Allihn a 6 bolle:
   
Si accende la fiamma e la miscela è tenuta a lento ricadere per 5 minuti (aggiungere gli antibump!!). Intanto si prepara velocemente una soluzione di 9,1ml di anilina in 25ml di acetone anidro e la si versa nell'imbuto gocciolatore dove prima c'era il benzoile cloruro. Si forma un po' di gas, dovuto alla reazione dell'anilina con le tracce di alogenuro acilico rimasto, ma la cosa non influisce sulla sintesi. Terminati i 5 minuti, si incomincia a far gocciolare nel pallone la soluzione di anilina, tenendo sempre la miscela ad un leggero ricadere. L'abbondante formazione di prodotto solido, in combinazione con la temperatura e il basso p.e. dell'acetone fanno sì che la miscela si surriscaldi e faccia delle piccole "esplosioni" (in gergo "bump") di bolle di solvente evaporato.
Quando tutta la soluzione di anilina è gocciolata nel pallone, si continua il blando ricadere per un minuto e poi si fa raffreddare.
La massa semisolida è versata a piccole dosi in una beuta contenente 750ml di acqua posta su agitatore. Si agita per 15 minuti e si mette dunque la beuta in bagno a ghiaccio per mezz'ora.
Da subito inizia a precipitare la benzoilfeniltiourea come solido giallo chiaro, in pagliette aghiformi molto sottili (notare, a lato della beuta, il vasetto a chiusura ermetica con P2O5 sul fondo, utilizzato per essiccare NH4SCN):
   
La si filtra su buchner, previa eliminazione di parte del liquido dopo aver lasciato decantare. Il solido asciuga con facilità all'aria:
   
Osservazioni:
La resa è stata di 21,7g. La fonte da cui ho preso la sintesi (Org Synth) riporta la resa solo per la feniltiourea e, considerata la feniltiourea che si può ottenere da 21,7g di benzoilfeniltiourea, direi che la mia resa è perfettamente sovrapponibile a quella "prevista" da Org Synth. Il prodotto si presenta come un solido giallognolo, composto da sottilissimi aghetti, quasi sembra sfilacciarsi. Ha un caratteristico odore (in parte dovuto ad impurità) di cavolo, di sudato/sudore, di mercaptoacetico... insomma, da sentire!! Verrà, nella prossima fase, tutto riconvertito in feniltiourea.
Per quanto riguarda il meccanismo di reazione di questa sintesi, abbiamo:
Benzoile cloruro reagisce, in ambiente anidro, con ammonio tiocianato a dare benzoile tiocianato:

PhCOCl + NH4SCN --> PhCOSCN + NH4Cl

Il benzoile tiocianato, poi, reagisce con anilina, sempre in assenza d'acqua, a dare benzoilfeniltiourea:

PhCOSCN + PhNH2 --> PhNHC(S)NHCOPh

Per chiarire un po' meglio l'ultima formula (che scritta così sembra davvero illeggibile) ecco un'immagine della molecola del prodotto finito:
   
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Max Fritz per questo post:
zodd01, al-ham-bic, ale93
Magnifico! (Tengo in elenco anche questo... ;-) )
Peccato che son sempre di corsa, commenterò in seguito... ;-)
Cita messaggio
Bella sintesi!
" Trasformare rifiuti in risorse "
Cita messaggio
interessante nonché interessante sintesi
sarebbe bello vedere se si forma qualche complesso con qualche metallo
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)