Determinazione del rame (II) con ammonio reineckato
Lightbulb 
Premetto che il test da me eseguito non fa riferimento a un testo già esistente, dunque è passibile di critiche e correzioni. Si basa comunque sulla capacità del sale di Reinecke di formare complessi insolubili con Cu2+ e, ad alte concentrazioni, precipitato marrone.

Reagenti:
-Ammonio reineckato sol. satura (vanno benissimo le acque di scarto della ricristallizzazione del sale; io ho utilizzato quelle)
-Rame (II) solfato pentaidrato

Procedura:
Ho preparato tre soluzioni di CuSO4-5H2O:
-5g/l
-2,5g/l
-0,5g/l
Ho versato 6ml di ciascuna di esse in 3 provette più una quarta che è stata riempita con 6ml di acqua distillata. A ciascuna provetta ho addizionato 20 gocce di soluzione satura di sale di Reinecke. Ho atteso dieci minuti ed ecco il risultato; da sinistra a destra:
-prova in bianco
-sol. 0,5g/l
-sol. 2,5g/l
-sol. 5g/l
-reattivo puro

   
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Max Fritz per questo post:
quimico, myttex, ClaudioG.
Aggiungo che, dopo un riposo di qualche ora, si osserva un ppt. marrone chiaro sul fondo delle provette contenenti Cu2+.
Cita messaggio
interessante saggio.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Ho fatto altre prove;
Non interferiscono col saggio, se presenti in piccole quantità, Ni2+, Fe2+, Mn2+, Co2+.
Fe3+ dà la classica colorazione del tiocianato ferrico.
Pb2+ e Hg2+ danno precipitato da bianco-rosa a rosso e interferiscono con il test.
Nel complesso, il saggio può essere usato a scopo hobbistico per distinguere Cu2+ da Ni2+ in soluzione, i quali, con i comuni mezzi di un home-lab, non sono sempre facilmente distinguibili.
Cita messaggio
Molto bene! Adesso quando mi deciderò a fare la sintesi del sale saprò cosa farmene -_-
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)