Diagramma di flood e soluzioni standard
Buongiorno a tutti, so che dovrei presentarmi nell'apposita sezione ma vi chiedo di essere clementi (prometto lo farò successivamente) vista l'importanza della cosa. Mi sto preparando, per l'ennesima volta, al mio ultimo esame universitario che ormai, per la quinta (forse sesta) volta mi accingo a ripetere.  azz!

Esame di Chimica Analitica.

Molti argomenti li so a memoria oramai, ma quelli che mi fregano sempre sono gli stessi ovvero quelli riportati nel titolo. Il materiale fornitomi dal docente è totalmente incompleto su tali argomenti e il web mi viene in aiuto solo marginalmente in quanto tutte le varie informazioni reperite sugli argomenti sono sempre risultate (per il docente) insufficenti o sbagliate.

Quindi chiedo, a voi che siete molto più competenti di me *Hail* *Hail* , se poteste darmi delle informazioni su:

-Diagramma di Flood (cos'è, a cosa mi serve e cosa mi rappresenta)
-soluzioni standard di pH (come sono definite, da cosa sono formate e come si preparano)

Grazie dell'attenzione.
Cita messaggio
Se avessi visto almeno le sezioni del forum, senza neanche il bisogno di leggere il regolamento, avresti visto la sezione esercizi/dubbi...
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Ne potremmo parlare se tu avessi postato nella sezione corretta, ma non lo è. :-(

Scusa Trevize, abbiamo risposto insieme!!! Buffo che entrambi abbiamo usato il condizionale. :-P
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Lol appena spostata Luicap, mentre te stavi rispondendo XD
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Strano che unendo libri e web tu non abbia trovato le informazioni che chiedi.
Prova tu a dare le risposte almeno per il diagramma di Flood così vedo cosa c'è di sbagliato a mio parere, per il tuo docente non lo posso sapere, è lui che ha fatto lezione.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Mi scuso per l'errata collocazione della discussione, avevo interpretato male le sezioni e pensavo di renderla più specifica ma, evidentemente, sbagliavo.

Passando agli argomenti, si sul diagramma di flood qualcosa sul web ho trovato ma ha solo che contribuito ad aumentare il caos ed in allegato trovate ''tutte'' le informazioni che ho nelle dispense ricevute dal docente mentre, nel libro consigliato per il corso non si fa neanche minimamente cenno ad esso.
   

Quello che ho ricavato è che è: un diagramma che mostra l'andamento del pH in funzione del cologaritmo della concentrazione di un acido, di una base o di un sale. Il mio problema è: quando lo uso e perché?  

Riguardo le soluzioni standard di pH, quello che so è che sono soluzioni che non mantengono il pH, che hanno pH noto, usate per preparare soluzioni o per tarare strumenti e che possono essere di 3 tipi: 
1)Acido+base coniugata
2)Acido coniugato + base
3)Specie anfotera
questo è quello che mi è stato detto durante la correzione di una prova scritta (che viene seguita dall'orale dove ci viene chiesto il diagramma di flood e altri argomenti) sulle soluzioni standard di pH. (la domanda specifica che era stata posta era: come si definisce e come si prepara una soluzione standard di pH.

Stiamo parlando di un esame da 3 cfu, quindi non parlo di conoscere alla perfezione ogni minimo dettaglio, ma almeno capire come posso esporre sull'argomento per spiegare brevemente gli argomenti.
Cita messaggio
Diagramma di Flood
http://www.uniroma2.it/didattica/Chimica..._+_Lab.doc
Qui, a mio parere, trovi tutte le informazioni per costruirlo per acidi e basi forti, acidi e basi deboli, sali.
Prova ad aprire il file e prova a commentare con parole tue il diagramma che trovi a pag 4, non come si costruisce, ma come si usa, cioè il prof ti mette davanti a questo diagramma e ti chiede: "Ricava graficamente il pH di una soluzione di acido forte HA di concentrazione c = 10^-1,5 M" e poi ancora: "Perché fino a c = 10^-7 il pH aumenta e poi da C < 10^-7 il pH resta pressoché costante?"


Soluzioni standard di pH
Sono anche chiamate soluzioni tampone, cioè soluzioni che variano di poco il loro pH o per aggiunta di acqua (quindi per diluizione) o per aggiunta di piccole quantità di acido forte o base forte.
Una soluzione tampone è formata da una coppia acido-base, cioè da due specie chimiche neutre e/o ionizzate che differiscono sempre per un solo H+.
Esempi:
- CH3COOH (acido debole) - CH3COO- (base coniugata)
- NH4(+) (acido debole) - NH3 (base coniugata)
- H2PO4(-) (acido debole) - HPO4(2-) (base coniugata): in questo caso entrambi gli ioni sono degli anfoliti, cioè delle specie chimiche che possono comportarsi sia da acido che da base.
Queste soluzioni a pH standard costante vengono impiegate:
- per la taratura di un elettrodo a vetro di un pH-metro;
- aggiunte ad un'altra soluzione per mantenere il suo pH costante; ad esempio molte titolazioni complessometriche con soluzioni a titolo noto di EDTA vengono eseguite a pH tamponato = 10 (tampone ammoniacale NH3/NH4(+) in modo da spostare il più possibile verso destra la seguente reazione di complessazione:
Mg(2+) + H2Y(2-) <==> MgY(2-) + 2 H+
Il tampone agisce sottraendo man mano gli H+ che si formano nella reazione di complessazione e quindi la spostano verso i prodotti.
Potrei continuare quasi all'infinito (manca tutta la parte riguardante la preparazione di una soluzione tampone), ma non riesco a capacitarmi di come tu su un libro o sul web non abbia trovato queste informazioni. :-( Basta un banalissimo libro di Chimica analitica per le superiori ad indirizzo chimico, senza andare a scomodare libri di testo universitari.

Il link che ho messo non funziona.
Digita su Google "diagramma di Flood", la seconda voce che ti compare ti apre il documento word che ti ho indicato.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Rosa




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)