Divisione anioni e cationi
ciao a tutti. vorrei sapere come è possibile dividere gli ioni positivi da quelli negativi in una soluzione, per poter estrarre o gli uni o gli altri ...su un libro ho un disegno il quale illustrata una vasca contenete la soluzione e dove ai lati sono immersi 2 elettrodi uno positivo ed uno negativo. come devo procedere?' è sufficiente una pila? esempio: in una soluzione di cloruro di calcio, come faccio ed estrarre ca++ ... GRAZIE
Cita messaggio
Non è che si estrae lo ione di calcio, ma grazie agli elettrodi lo ione Ca++ (con il giusto voltaggio) acquista 2 elettroni che lo riportano al suo stato di ossidazione zero, ossia Ca. il problema è che reagisce con l'acqua dando Ca(OH)2 e H2, se esegui lo stesso esperimento con un anione meno reattivo, tipo Cu++, il quale non reagisce con l'acqua, si forma sull'elettrodo una patina di rame o una massa spugnosa a seconda delle condizioni in cui si riduce il rame...
è necessario avere una tensione adeguata al sale, e questo si trova nelle tabelle di ossido riduzione trovando la differenza tra i valori redox degli ioni in questione...
Cita messaggio
grazie per la risposta. ho capito cosa vuoi dire anche se non benissimo questo: è necessario avere una tensione adeguata al sale, e questo si trova nelle tabelle di ossido riduzione trovando la differenza tra i valori redox degli ioni in questione... http://www.chim1.unifi.it/dida/tabelle/e0alf.htm ho capito cosa in tendi ma non so come conteggiare , poi si parla di millivolt ... questo prodotto da cosa è composto? se fosse una soluzione di cloruro di calcio, non potrebbe contenere così tanto calcio giusto? http://www.thereefer.it/shop/product_inf...cts_id=920 ... porta pazienza, quello che so l'ho imparato da solo ...
Cita messaggio
ci sono delle cose che non riesco a capire però: se metto un sale in acqua si divide in ioni , nel nostro caso cloruro di calcio in 2cl- ca++ . il calcio in forma ionica, in soluzione rimane tale, non si ossida e non diventa un idrossido, (anche perchè l'idrossido è solubile in acqua e di conseguenza ci sarebbero ioni ossidrili e ioni di calcio oltre che un ph molto alto) ... ok? poi un'altra cosa la tabella delle ossido riduzioni , indica il vattaggio che si ottiene, durante la trasformazione di un sale in ioni, ma a me veramente interessa questo? io non devo dividere il sale , ma solo far transitare elettroni ...come ho già detto sono un autodidatta , magari sto dicendo una valanga di stupidate , ma a me serve capire , per risparmiare e far risparmiare parecchi soldi...
Cita messaggio
Non millivolt, elettronvolt! Un elettronvolt conta la carica elettrica del singolo elettrone per il potenziale elettrico, ed esprime un lavoro: C x J/C = J , http://it.wikipedia.org/wiki/Elettronvolt qui piega che si tratta di una quantità di lavoro molto piccola, poichè la carica di un elettrone è di per se piccola, comunque quello che ci interessa è sapere a quale differenza di potenziale avviene la reazione di elettrolisi, per fare un esempio: il calcio ha un potenziale redox di -2,76 mentre il cloro +1,358, quindi la tensione dovrebbe essere di circa 5,2 volt circa... mentre l'energia che consumi dipende dal numero di elettroni che passano... e qui io perdo la memoria...
Io ora non so quanto costi quel prodotto per acquari, ma visto che contiene CaCl2 puoi mettere nell'acquario un pezzetto di airmax per deumidificatori e sei a posto per come la vedo io....
Cita messaggio
dici che il prodotto da me postato contiene cloruro di calcio?... dici: il calcio ha un potenziale redox di -2,76 mentre il cloro +1,358, quindi la tensione dovrebbe essere di circa 5,2 volt circa ... ma per far spostare gli gli ioni , occorre una carica mirata? io ho costruito 2 contenitori cilindrici di circa 100ml l'uno , collegati da una valvola. una volta aperta la valvola riempio con soluzione di cacl2. inserisco in entrambi i contenitori 1 elettrodo collegati uno al polo+ e l'altro al polo - di una pila da 9v. teoricamente ho creato 2 campi elettromagnetici, uno positivo ed uno negativo che di conseguenza dovrebbero attirare ioni di carica opposta. una volta che gli ioni sono transitati , chiudendo la valvola dovrebbero restare divisi .... sono un pazzo? non so cosa sia l'airmax, ho trovato che è un umidificatore a sali ...il problema (anche se risolvibile) di un acquario marino, è che alcuni elementi vengono consumati più di altri. il calcio viene utilizzato iin quantità elevate ma il cloro tende ad accumularsi ( non è comunque un problema perchè il cloro è presente in grosse quantità) ...
Cita messaggio
Il prodotto che dicevi tu, se guardi sul fondo della pagina, troverai "Contiene: acqua purificata, Cloruro di calcio" non so in quanta concentrazione, ma alla fine fai due conti e mi sa proprio che ti conviene usare il deumidificator dell'airmax (airmax è la marca di alcuni deumidificatori, se compri una ricarica di questi neutra (senza odori) compri una pastiglia di cloruro di calcio che è un forte disidratante).
Non crei un campo magnetico, quella è un'altra cosa... quando la scheda di quell'acqua concentrata di calcio dice che contiene calcio ionizzato, dice che contiene un sale di calcio solubile, tutto qui, non che contiene solo acqua e Ca++, ma anche il catione Cl- o OH- quello che è...
Non sei pazzo, non del tutto... sei pazzo quel tanto che basta da distinguerti dalla massa....
Comunque, se tu fai l'elettrolisi di quel sale CaCl2 (scrivi Ca e non ca, c'è chi non apprezza...) ottieni più o meno una soluzione di CaCl2 (non lo puoi dividere tutto, una parte rimarra in soluzione...) Ca(OH)2, H2 (come reazione tra Ca e 2H2O: Ca + H2O --> Ca(OH)2 + H2 ) e Cl2 (all'anodo si ossida lo ione Cl- e si evolve il Cl2 oppure intacca il pezzetto di metallo che hai usato come anodo e lo corrode... portando in soluzione altro sale (CuCl2, FeCl2....)).
Per ottenere calcio puro invece dovresti prendere del cloruro di calcio anidro (airmax...) metterlo in un "pentolino" portarlo a circa 600° C e li cominciare l'elettrolisi in ambiente inerte (cioè in una stanza senza aria ma con azoto o He, senza O2)... ovviamente non è tanto fattibile, e da quanto ho capito non è importante l'estrazione del calcio metallico il tuo interesse, bensi avere una soluzione di calcio ionizzato... ebbene come detto sopra il calcio ionizzato non è altro che una soluzione di CaCl2, che se vuoi risparmiare puoi faretela te con la pastiglia della airmax, gettando acido cloridrico sul marmo o su calce... per quanto riguarda i pesci io non ho la minima idea di quali sostanze contenute nella pastiglia sopraccitata siano dannose, perchè c'è cloruro di calcio, ma nn è necessario che sia puro per un deumidificatore...
Nota: polo+ = anodo, polo- = catodo
gli ioni positivi che si trovano vicino al catodo acquaistano gli elettroni necessari e si riducono, mentre quelli negativi cedono i loro elettroni in prossimità dell'anodo e si ossidano;
ossidare vuol dire prendere elettroni, ridurre invece dare elettroni ad un elemento/ione;
se a fianco dell'elemento in questione c'è uno o più +, vuol dire che quell'elemento a perso elettroni tanti quanti sono i più, se invece trovi dei - vuol dire che ne ha acquisiti, se non ci sono segni allora non è uno ione...
Se vuoi che un'elettrolisi in soluzione acquosa funzioni devi assicurarti queste cose: che in soluzione ci sia un sale (più è alta la concentrazione del sale, più è conduttiva la soluzione) che i cavi non siano troppo lontani e che, nel caso usassi due contenitori distinti per gli elettrodi, i due contenitori siano collegati tra loro da un ponte salino; perchè fondamentalmente succede questo: attaccando la pila si crea una differenza di potenziale e gli elettroni cominciano a passare da uno ione - ad uno + attraverso gli elettrodi, poi in soluzione si crea una carenza dalla parte di ioni + e dall'altra di ioni -, ed è necessario che gli ioni + in eccesso da una parte migrino dall'altra e viceversa, per questo o si usa lo stesso cotenitore o un ponte salino tra due contenitori.

Se il tuo scopo era rendere la sol. priva di Cl- e contenente solo Ca++, è impossibile.
Cita messaggio
grazie drako.... si il mio scopo era avere una soluzione di calcio senza cloro ... ho capito, conosco tutti i concetti da te spiegati , anche se alcuni devo rivederli, per quanto riguarda , gli orbitali , i processi di ossido riduzione , potenziali ecc ecc capisco senza problemi le terminologie ... non sono i pesci a consumare elementi come calcio magnesio stronzio potassio , ma i coralli detti volgarmente "duri"( i costruttori della barriera corallina). essi infatti utilizzano carbonati ecc ecc e gli elementi sopracitati per costruire il loro scheletro calcareo... il sistema più semplice per chi ha grossi consumi è il "reattore di calcio" un contenitore che contiene, aragonite, carbonato di calcio o semplicemente scheletro corallino, nel quale viene dosata Co2 , che schiogliendo il media , integra l'acqua di elementi utili (detta semplicemente ) in proporzioni corrette... i cloruri , generalmente si usano in sistemi piccoli o poco esigenti, oppure per riequilibrare eventuali carenze ... in farmacia lo vendono solo in forme idrate, addirittura il magnesio, mi sembra che si trova solo esaidrato ...
Cita messaggio
Per gli acquari io non ne so niente, avevamo un chimico blu che forse era esperto (forse perchè molto di quello che postava era copiato)...
Cita messaggio
si certo, sono attrezzature specifiche per acquariologia marina .... ti ho postato per completezza, i sistemi esistono, l'acquariofilia marina funziona anche senza il mio aiuto... la foto che mi ha tratto in inganno è questa:[Immagine: 005-3.jpg] ... tralasciando questo: [Immagine: 006.jpg] non essendo del mestiere sono comunque legato come mentalità, riflettendo con calma, i misuratori dei potenziali redox, funzionano in modo simile... magari il tizio lo conosco... perchè dici che copiava :-D


AllegatiAnteprime
   
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)