Esame metallografico
.

Sono nei guai !

Sto cercando di esaminare al microscopio delle lamine di ottone di cui si vuole conoscere lo stato strutturale.
Se guardo la lamina solo lucidata, vedo solo le rigature della laminatura, ma non la struttura cristallina.
So che si fa  un attacco chimico per corrodere i cristalli in modo selettivo e poterne così vedere i contorni, ma con cosa posso farlo ?
Meglio ancora, c'è qualcosa che può funzionare e che è facilmente reperibile (vi ricordo che non sono un chimico e non ho un laboratorio) in farmacia o in casa ?
   
Grazie in anticipo
*yuu*
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
Con un SEM si vederebbe la struttura cristallina. Se no servirebbe un microscopio ancora più potente. Ma non è il caso in questione.
Un attacco chimico porterebbe ad un cambiamento dell'ottone. Reagendo non è più ottone. Capirei se uno dovesse testare un campione ignoto per sapere se questo sia ottone o no...
Mario sicuramente le saprà venire in aiuto :-D
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Per quello che ne so io, non è tanto questione di ingrandimenti, quanto di riflessione della luce.
Il metallo lucidato riflette in modo uniforme la luce, per cui non vedi la struttura cristallina, ma solo le eventuali abrasioni o graffi che ne hanno inciso la superficie.
L'attacco chimico serve proprio per corrodere in modo selettivo i cristalli che formano la struttura, specie sui bordi, in modo che questi poi riflettono la luce in modo diverso sulle varie superfici. In questo modo diventano visibili anche al semplice microscopio ottico, già con 400-500 ingrandimenti.

Per quello che ho trovato finora, sembra si usi il cloruro ferrico (10 g FeCl3+30 cm3 HCl+120 cm3 H2O) o la soluzione ossiammoniacale:
(50 cm3 ammonio idrossido (d=0,88), 20-50 cm3 H2O2 (soluzione 3%), 50 cm3 H2O).
Ma in ogni caso sono prodotti che non ho e che non saprei dove trovare.

*yuu*
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
La seconda puoi facilmente procurartela :-) , l'acqua ossigenata al 3% è quella comunemente venduta in farmacia per le ferite lievi, mentre l'ammoniaca con d=0.88 è quella al 33%, o la compri in qualche colorificio (tutti i colorifici dovrebbero averla!) o altrimenti ti affidi a quella venduta nei supermercati che è al 5-10 % aggiustando poi le dosi per la preparazione della soluzione.
Sono circa 4 Euro per 1 litro di ammoniaca al 33%, mentre siamo al di sotto dell'euro per 200 g di H2O2 al 3%.

ps. il prezzo dell' H2O2 che ho riportato è riferito a quello che ho trovato online su http://www.farmae.it/acqua-ossigenata-10...-200g.html probabilmente in farmacia costerà un po' di più, ma certamente non è una spesa esosa.
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano TrevizeGolanCz per questo post:
Enotria




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)