Sondaggio: Di che tipo vorreste il logo?
Così come ora mi va molto bene
30.77%
430.77%
Lo vorrei MOLTO piu' professionale, stilizzato e senza immagini
38.46%
538.46%
Mi andrebbe bene senza quello scienziato pazzo a sinistra
30.77%
430.77%
Ci penso io a farne uno (postare l'immagine in un post)
0%
00%
Totale13 voto(i)100%
* Hai votato.[Mostra risultato]

LOGO - di che tipo lo vorreste?!
Sondaggio riguardo al logo.
Di quale tipo lo volete, e COME lo vorreste?!?
Se scegliete l'opzione 4) siete pregati di postare la vostra immagine :-)

p.s.: Durata: 3 giorni



Partendo dal fatto che non ho pretese... mi accontenterei un po' di tutto, dò solo alcune preferenze:
-pulito, semplice... più uniforme di quello attuale
-immagini reali, non costruite al pc
-eviterei dei volti... userei solo immagini di oggetti o disegni
-eviterei disegni di molecole a caso, magari insignificanti, solo per fare scena, eviterei inoltre l'uso del simbolo di
radice quadrata che, non capisco perchè, il pensiero comune attribuisce all'intelligenza e anche l'elica del DNA,
per gli stessi motivi e perchè è poco attinente con la maggiorparte degli argomenti trattati nel forum
Direi che sono d'accordo con quello che ha detto Max Friz
Io abolirei lo scienziato pazzo e cercare di usare maggiore uniformità nella scelta dei colori. Avete usato i tre colori fondamentali nello spazio RGB, per lìappunto il rosso, il verde e il blu, con l'aggiunta del viola. Pur non essendo un grafico professionista, so che questi colori vengono usati per creare forti contrasti. Risultato: logo poco riposante, quasi aggressivo.

Sceglierei delle tinte pastello e qualche immagine caratteristica dell mondo della chimica (come quella che ho usato io nel mio avatar, per esempio 8-) ):
-nanotubi di carbonio
-polimeri organici
-fullereni
-elica DNA (il confine tra chimica e biochimica è sempre più sottile)

Il logo risulterebbe più riposante e moderno.
L'immagine del tuo avatar è rappresentativa della chimica ? Ma dove *Tsk, tsk*
A me sembra una vena rappresentante biotecnologia o medicina.
Nanotubi di carbonio ? così misera è diventata la chimica ? azz!
Chimica dei polimeri ? *Tsk, tsk*

La frontiera tra biotecnologia e chimica sembrava diventare sottile già dieci anni orsono, ma è rimasta tale.
concordo con Nexus... sarebbe questa la chimica? no no... la chimica pura è ben altro... non confondiamo chimica con biotecnologia o simili...
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
(2010-05-07, 18:35)Nexus Ha scritto: L'immagine del tuo avatar è rappresentativa della chimica ? Ma dove *Tsk, tsk*
A me sembra una vena rappresentante biotecnologia o medicina.
Nanotubi di carbonio ? così misera è diventata la chimica ? azz!
Chimica dei polimeri ? *Tsk, tsk*

La frontiera tra biotecnologia e chimica sembrava diventare sottile già dieci anni orsono, ma è rimasta tale.
A te può sembrare pure il traforo del Monte Bianco, ma la realtà è che si tratta di un nanotubo di carbonio.
E poi perchè misera? Tutto il moderno mondo della microelettronica (chip al silicio, pannelli OLED, LCD, memorie flash, ecc...) è basato sul lavoro di chimici, che lavorano in team con ingegneri e fisici, sicuramente, ma il contributo dei chimici è determinante.

Mi sbaglierò, ma forse avete una visione della chimica troppo settoriale, come un recipiente a tenuta stagna che non comunica col mondo esterno. La cosa forse più affascinante della chimica è che è un territorio di confine tra scienza dei materiali, microelettronica, ingegneria, medicina, biochimica, fisica, farmacia.
Se qualcuno è uscito dai confini di questo forum, o di un polveroso laboratorio di ricerca universitario, e ha lavorato in una azienda, si sarà già reso conto che in azienda si lavora in team formati da persone con competenze complementari. Per mettere a punto il nuovo semiconduttore, il chimico lavora a stretto contatto con il fisico e l'ingegnere, e per sintetizzare a testare il nuovo farmaco antitumorale, il chimico si appoggia al biologo ed al laureato in CTF.
Personalmente sono d'accordo con Nexus... mi spiego: se il logo deve rappresentare il forum, non mi sembrano proprio adatti nanotubi, chimica dei polimeri, biotecnologie... visto che non sono molto trattati qui.
D'altro canto, non si può dire che queste diramazioni della chimica non abbiano la loro dignità, non suscitino il loro interesse; il problema è poterle sperimentare... dal punto di vista economico e delle competenze sono argomenti abbastanza fuori dal "target" del forum.
(2010-05-08, 08:39)chimico05 Ha scritto: Se qualcuno è uscito dai confini di questo forum, o di un polveroso laboratorio di ricerca universitario, e ha lavorato in una azienda, si sarà già reso conto che in azienda si lavora in team formati da persone con competenze complementari.
Io ho lavorato in due multinazionali sia in analisi che in sintesi che in sviluppo che in ricerca. Nell'ultima sede lavoravamo in 7'500 chimici.
Tu ?
chimico05 il discorso è quello fatto da Max e Nexus
tu sei libero di pensarla come ti pare... e di dire che siamo ristretti mentalmente (e sbagli di grosso)
io personalmente sarò pure in un polveroso laboratorio di ricerca ma non mi sono mai fermato alla sola chimica
amo le scienze in generale e se posso imparo da ogni singola persona che mi sta accanto chimico, o no
però in questo forum per ovvi motivi non possiamo andare a parlare di cose che esulano il vero motivo della nascita di codesto virtuale spazio
farà pure figo ed è all'avanguardia parlare di nanotubi o simili ma... personalmente penso che sia molto di nicchia
è come se io iniziassi a parlare della click chemistry... a parte alcuni che sanno seriamente di cosa parlo (non quindi leggendo su wikipedia) gli altri sarebbero così O_O
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)