Ossidi di Fe e ossidi di Cu
[Attenzione! Questo thread è stato importato da Answers, non si garantisce nulla sulla correttezza, presenza e coerenza dei contenuti così com'erano su Answers!]


Buongiorno a tutti, è il mio primo post, ho solo le basi della chimica ma non è mia stata una specializzazione nei miei studi.
Nell'ultimo periodo sto iniziando ad essere incuriosito da alcune reazioni, ma nella mia grande ignoranza ho bisogno del vostro aiuto.
Per farla breve mi sto incuriosendo a come O e H riescano a creare così facilmente legami.
In questo caso voglio chiedervi appunto di ossidi.

Con un alimentatore da 8V e da 600mA ho collegato due lastre di Fe (probabilmente non puro ho fatto la prova con la calamita ma non so se è qualche lega, nel primo esperimento ho usato due chiodi poi due lastrine) una collegata al positivo e una al negativo; il tutto in H20.
il punto è : ottengo della polvere che precipita, leggermente solubile mi sembra, mi interesserebbe sapere che cosa è!!!
non capisco quale ossido di ferro si tratti
su internet ho trovato Ossido ferroso FeO, ossido ferrico Fe2O3 o qualche idrossido, essendo H2O e basta quale ottengo? grazie per la risposta
(per gli ossidi di Cu vale la stessa domanda, ho due lastre di Cu "puro" OF(oxigen free) sempre in H20 ottengo una sostanza blu che sembra galleggiare e anche leggermente solubile, e un altra che precipita e si intravedono dei piccoli puntini neri)
Cita messaggio
Molto dipende dal tipo di acqua utilizzata durante l'esperimento. Se si trattava di acqua potabile, allora è probabile che il precipitato sia composto da carbonati basici di ferro misti ad idrossido ferrico.

Qualcosa di simile accade anche con il rame, ovvero si formano carbonati basici di colore azzurro e anche dell'ossido di rame CuO nero.





saluti

Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Utente di Answers
grazie mille per la risposta; ultima cosa hai idea di che tipi di carbonati possano essere? (comunque si è acqua del rubinetto)
poi perchè carbonati? da dove lo prendono il carbonio?
grazie tante
Cita messaggio
Moltissime acque potabili contengono in soluzione lo ione bicarbonato, perlopiù sotto forma di sale di calcio. Ora, in funzione del pH dell'acqua, e in considerazione degli equilibri che si vengono ad instaurare, si può avere la presenza di ioni carbonato, bicarbonato e acido carbonico. A pH intorno a 6,5 gli ultimi due sono presenti all'incirca nella stessa quantità, mentre i carbonati sono virtualmente assenti. Per averli in quantità tangibili il pH deve essere almeno pari a 9. A questo pH l'acido carbonico scompare e si trasforma in bicarbonato (molto) e carbonato (poco).
L'origine dell'acido carbonico è solitamente geotermale e si forma grazie alla solubilità della CO2 nell'acqua.

saluti
Mario

Cita messaggio
più o meno anche a grandi spanne sapresti dirmi in che percentuale troverei gli ossidi?
per esempio nel elettrolisi del Fe quanto ossido ferrico (Fe2O3) troverei circa, ho letto che è il principale componente della ruggine ma è molto variabile come cosa!
se avessi tanta formazione di idrossido ferrico Fe(OH)₃ come potrei fare per ottenere da qua ossido ferrico Fe2O3 ?
grazie mille delle risposte che mi stai dando!
Cita messaggio
Intanto nell'elettrolisi non si forma Fe2O3 ma , come già detto, solo carbonati basici e idrossido di ferro.
Non so dove abbia letto che Fe2O3 sia la componente principale della ruggine, sta di fatto che non è vero
Ottenere Fe2O3 a partire dall'idrossido ferrico è facile, basta scaldarlo in atmosfera ossidante intorno ai 900 °C

saluti
Mario

Cita messaggio
http://it.wikipedia.org/wiki/Ossido_ferrico

L'ossido ferrico è l'ossido del ferro (III) (Fe2O3), uno degli ossidi di ferro e principale componente della ruggine
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)