Pila a concentrazione
Salve a tutti,  eccomi qui con un altro dubbio! 

Testo: la fem di una pila a concentrazione costituita da due elettrodi d'argento immersi uno in una soluzione satura di AgBrO3 e l'altro in una soluzione 0.1F di AgNO3 é,  a 25°C, di 0,066V. Si domanda il valore della solubilitá in g/lit e del prodotto di solubilitá dell'AgBrO3  a 25°C. Dati:MF dell'AgBrO3=235.78 

Svolgimento: parziale in foto 

Dubbio: Arrivato a questo punto,  come faccio a sapere chi è l'anodo e chi il catodo? Ovviamente noto ciò poi posso calcolarmi l'attivita dell'AgBrO3 avendo la fem. Ma non riesco a capire su quale base dovrei capire se fare fem=Esx-Edx oppure fem=Edx-Esx. 

Grazie anticipatamente. 
Saluti Luca.

Ecco la foto


AllegatiAnteprime
   
Cita messaggio
In una pila a concentrazione si comporta da catodo (+) la semicella avente concentrazione maggiore della specie ossidata. Poiché l'AgNO3 è un composto sicuramente più solubile di AgBrO3, avremo:

E(pila) = E°(pila) - 0,05916/ne- · log [Ag+]anodo / [Ag+]catodo
0,066 = (0,80 - 0,80) - 0,05916 · log ([Ag+]anodo / 0,1)
0,066 = - 0,05916 · log ([Ag+]anodo / 0,1)
0,066 = - 0,05916 · (log [Ag+]anodo - log 0,1)
Risolvendo:
[Ag+]anodo = 0,0077 mol/L = [AgBrO3]sat

s AgBrO3(s) = 0,077mol/L · 235,78 g/mol = 1,8 g/L
Ks AgBrO3(s) = 0,0077^2 = 5,9·10^-5

Perciò la pila è:
(-)Ag(s)|AgBrO3(aq sat)||AgNO3 0,1 F|Ag(s)(+)

Verifica
E(catodo) = 0,80 + 0,05916 · log 0,1 = 0,741 V
E(anodo) = 0,80 + 0,05916 · log 0,077 = 0,675 V
E(pila) = 0,741 - 0,675 = 0,066 V

Se fosse il contrario, cioè:
[Ag+]anodo = 0,1 mol/L
[Ag+]catodo = 0,077 mol/L
il potenziale della pila risulterebbe -0,066 V
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
luckberbere
Ok, ma proprio qui sorge il mio dubbio.
Come faccio ad affermare:"Poiché l'AgNO3 è un composto sicuramente più solubile di AgBrO3"???
Premetto che non studio chimica, ed è un esame passeggero e non avendo delle solide basi liceali forse ho delle lacune di base....
In generale se ho due composti su quale base posso affermare questo é sicuramente piu solubile di quello?
Cita messaggio
Per prima cosa devi leggere "fra le righe" del testo: non ha alcun senso richiedere il prodotto di solubilità per i composti molto solubili in acqua; perciò, visto che il testo domanda di calcolare il prodotto di solubilità dell'AgBrO3, questo composto sarà meno solubile di AgNO3 e la concentrazione della sua soluzione satura sarà minore di quella dell'AgNO3.

Per seconda cosa devi fare una verifica finale come ti ho mostrato: una pila non può avere un potenziale negativo.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Spiegazione del tutto esaustiva. Grazie mille per la disponibilità.

Ciao
Luca
Cita messaggio
LuiCap, sei proprio forte !

Io capisco ben poco di chimica, ma magari avessi avuto una insegnante come te ! 

*clap clap* *clap clap* *clap clap*
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
Ti ringrazio Andrea, ma ti posso assicurare che oggi, nella scuola media superiore, il lavoro in classe sulla propria disciplina è diventato cosa marginale rispetto a tutto si resto.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
C'è anche un'altra ragione dalla quale potevi capire che la semicella Ag(s)/AgBrO3(aq sat) si comporta da anodo(-): per convenzione nella schematizzazione di una pila l'anodo si scrive a sinistra e il catodo a destra.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Eh ma il mio professore non sempre usa questa convenzione, e soprattutto negli esercizi in cui non è indicato lascia allo studente la deduzione..
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)