Potassio pentanitromercurato
Ecco una nuova sintesi, cosa rara di questi tempi :-/ 

La reazione che porta alla formazione di questo nitritocomplesso del mercurio è:


HgO + 5KNO2 + 2H+ --> K3[Hg(NO2)5] + 2K+ + H2O

1,0 g di KNO2 viene sciolto in 3,3 g di acido acetico al 10%. Poi si aggiungono 0,287 g di HgO rosso macinato finemente. Si agita fino a dissoluzione. Si ottiene un liquido giallo chiaro.

   

Poi si scalda a bagnomaria bollente fino a ridurre il suo volume di circa 5 volte. Si raffredda e si lascia in frigo a circa 0 °C. Il complesso si separa sotto forma di cristalli appena giallini.

   

Si aggiunge 5-5 ml di alcool etilico 95° e si mescola il tutto con una bacchettina di vetro. Si trasferisce in un Gooch e si aspira la sospensione semisolida sottovuoto. Si lava ancora un paio di volte con alcool. Si essicca a 40 °C per alcune ore.
Ho ottenuto 0,58 g del complesso come cristalli appena giallini, quasi incolori.

   


saluti
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
TrevizeGolanCz, fosgene, luigi_67, thenicktm, ale93
Pentacianomercurato? Mi sono perso qualcosa? *Si guarda intorno*
Poi, non vorrei mettere in dubbio le sue conoscenze ma ricordo di aver letto che il composto che si pensava avere formula K3[Hg(NO2)5]H2O fu dimostrato attraverso analisi della struttura cristallina essere correttamente formulato K3[Hg(NO2)4]NO3, contenente quali anioni discreti [Hg(NO2)4]2− e il NO3−. Gli ioni nitrito sono coordinati al mercurio attraverso entrambi gli atomi di ossigeno, e quindi funzionano da chelati bidentati. La configurazione degli otto atomi di ossigeno verso il mercurio è quella di un antiprisma quadrato molto distorto.

D. Hall, R.V. Holland, Inorganica Chimica Acta, Volume 3, 1969, Pages 235-238
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano quimico per questo post:
Mario
Grazie per aver notato lo svarione. 
Evidentemente la sintesi riguarda il potassio pentanitromercurato.
Adesso correggo.

Saluti
Mario

Se così è,  mi riesce problematico capire come possa formarsi lo ione NO3-

Saluti 
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
quimico




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)