Problemi regolazione, Reflex-Microscopio
Question 
Recentemente ho acquistato un adattatore da 23mm per il mio microscopio Bresser Trino Researcher, accoppiato con un anello T2 per collegare il tutto a una fotocamera reflex e poi successivamente al trinoculare del microscopio.
Dopo mezz'ora di regolazioni sono riuscito a ottenere le immagini desiderate, anche se ho riscontrato alcuni problemi, tra cui:
- Abberazioni cromatiche; Nonostante si noti, ma leggermente anche con osservazione diretta al microscopio in obiettivi acromatici, nell'osservazione da microscopio a reflex ho notato delle evidenti abberazioni cromatiche.

- Alone; Non saprei da cosa è dovuto ma credo che sia causato dagli obiettivi del microscopio, nel 5x è meno evidente, mentre nel 40x si nota grossolanamente.


- Vignettatura; Prima di fare questo upgrade al microscopio ho sentito dire che in alcune fotocamere tra cui le FF, che hanno un sensore decisamente più grande delle APS-C, Vi sia una notevole vignettatura, le APS-C avendo un sensore più piccolo dovrebbero avere una vignettatura quasi inesistente, ma ho notato che solamente in un lato delle fotografie è presente questa vignettatura.

- Differenza di mezza a fuoco tra i due oculari e terzo oculare con fotocamera; Ho notato che tra i due oculari e il terzo oculare c'è una differenza di messa a fuoco, leggendo il manuale sul microscopio, ho capito che regolando la vite situata accanto al tavolino porta oggetti (quella che permette al tavolino di bloccarsi, spostandolo verso l'alto).

Immagini correlate

Informazioni utili:
Adattatore Microscopio
Anello T2

Se ho omesso delle informazioni che potrebbero essere utili a identificare il problema, scrivetemelo che aggiungo le informazioni necessarie.
Cita messaggio
.

Benvenuto fra i problemi più ostici della microscopia !  :-D

Non è facile risponderti per bene, in quanto questo è un ottimo Forum, ma di Chimica, non di microscopia !
Non posso andare più a fondo perché accontenterei te, ma annoierei a morte gli altri utenti.

Ti posso dire però le cause dei problemi che hai riscontrato, senza approfondire oltre.

1- Le aberrazioni cromatiche che noti sono causate dalla Cromatica Laterale (CVD, Chromatische Vergrösserungs Differenz) e, nei vecchi microscopi, è corretta NON dall'obiettivo, ma dall'oculare (oculare compensatore). Questa aberrazione è scarsa negli obiettivi a basso ingrandimento, ma diventa sempre più evidente man mano aumenti l'ingrandimento.
Se sei tu che vuoi approfondire l'argomento, allora: http://www.binomania.it/phpBB3/viewtopic...=84&t=6961

2- la vignettatura NON dipende dal formato fotografico, ma dal più o meno corretto accoppiamento fra uscita del microscopio (pupilla di uscita dell'oculare) ed entrata della fotocamera (pupilla di entrata). Il particolare della sua presenza solo da un lato è invece indice di un raccordo semplicemente "storto". 
Quindi la soluzione è diminuire il cerchio di ripresa della fotocamera e centrare meglio il sistema di raccordo.

3- La differenza di fuoco fra parte visiva e parte fotografica denota un errore di parfocale, non corretto da parte del raccordo fotografico che tu utilizzi. Normale nella produzione industriale dove per ridurre i costi e per semplificare, spesso non vengono messe quelle regolazioni che consentirebbero la correzione. 
Il raccordo, se fatto bene, dovrebbe consentire la regolazione sia del campo ripreso, sia della messa a fuoco parfocale con la visuale ottica. Ad esempio, guarda l'ultimo schema proposto: http://www.binomania.it/phpBB3/viewtopic...=84&t=1591


*yuu*
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Enotria per questo post:
HRuOLaISU
Ti ringrazio infinitamente per la risposta, nel primo e terzo caso ho già trovato la soluzione, mentre per il secondo ancora sto cercando di capire come risolvere, Grazie tante!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)