Ritrovamenti Valsesia (incogniti)
Salve a tutti!
Sono stato brevemente in vacanza in una località della Valsesia (circa 1300 metri), ed ho potuto, con mia grande sorpresa, raccogliere minerali interessanti rispetto alle mie passate esperienze!
Non ho ancora avuto modo di fotografarli e/o studiarli, ma a prima vista, oltre a "vene" quarzifere e cristalli più trasparenti del solito, non sono riuscito ad identificare le altre roccie / gli altri minerali (suppongo essere minerali di Rame).
Una breve descrizione del primo minerale incognito:
la matrice cambia, ma rimane sempre simile in composizione, essa è composta in prevalenza da una roccia verdastra (da qui ho pensato al rame, in concomitanza con una probabile ex miniera di rame nelle vicinanze) di aspetto michico, lucentezza metallica (a volte) se no opaco, spesso associata a quarzo in rocce sedimetario o gneiss, durezza medio/bassa (si fa rigare da un coltellino). Il minerale in questione ha cristalli cubici (ne ho trovato però uno a base esagonale), colore che varia dal giallo oro vivace ad un ramato scuro (spento, quasi rame vecchio; sempre che sia effettivamente lo stesso minerale), lucentezza metallica, durezza e densità ignote.
Ipotesi: Calcopirite, Pirite, Rame Nativo (molto azzardata)
A prestissiomo farò delle foto!
Cita messaggio
Calcopirite...forse pirite? Temo che le foto non basteranno. Ci vuole l'analisi chimica!!! *Sbav*
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Lo so, ma aimè, la quantità è minima (si, pirite è probabile! Ho pensato alla calcopirite per la storia delle miniere)
Bastarebbe cercare di fonderla, per vedere se lascia ossidi (come la pirite) di ferro con liberazioni di anidridi dello zolfo... Ma ribadisco che potrebbero essere anche due minerali diversi, data la varietà cromatica!
Cita messaggio
Ecco le immagini, anche se non penso siano utili :S
Eccone altre
Ed ancora l'ultima


AllegatiAnteprime
                                 
Cita messaggio
forse era meglio ke nella foto dove ci sn tutti mettevi un righello per far capire le dimenzioni...cmq puoi analizzare chimicamente il composto? cioè ci sn quantità tanlmente grandi da poter essere analizzate in un home-lab?
Cita messaggio
Ne dubito... comunque, le dimensioni sono in media 5 x 5 cm per i campioni + grossi (compresi di matrice eh) mentre i cristallini sono circa 1-2 mm, 3 mm al massimo!
Le quantità sono infime e decisamente difficili da separare dalla matrice! ne ho presi il più possibile sperando di raccoglierne un po', ma niente...
Cita messaggio
la grandezza della parte ''dorata'' quant'è?
Cita messaggio
cristalli da 1 a 3 mm, incrostazioni in totale non so, ipotizzerei una circonferenza di 4-5 mm, massimo 6! Certo, non so quanto ce ne sia all'interno, o se sia "fusibile"! (in tal caso potrei fonderlo e ricavarlo come si faceva millenni fa)
Cita messaggio
io ti direi di cercare di staccarlo dalla roccia...e metterlo in una piccola provetta con l'acido nitrico...e vedere cosa succede...
Cita messaggio
Non ho acido nitrico e parto stasera XD Ho solo del solforico!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)