S....come Segato
Se qualcuno di voi passando per Firenze si fermasse in Santa Croce, presso il chiostro della Basilica, potrebbe imbattersi nella tomba di Girolamo Segato. Se sapesse leggere, individuato l'epitaffio, otterrebbe questa massima eterna: "Quivi giace disfatto Girolamo Segato da Belluno che vedrebbesi intero pietrificato se l'arte sua non periva con lui."
Questo naturalista vissuto a cavallo tra il '700 e l'800 (come Napoleone Bonaparte...), amava "pietrificare" i viventi con un metodo molto originale appreso (a quanto pare) in Egitto. Purtroppo (e a questo allude l'epitaffio...) il suo metodo morì con lui e nessuno seppe mai come riprodurre i suoi "corpi lapidei".
Un giorno mi capitò di imbattermi per caso in un vecchio testo inglese scritto da uno dei membri della spedizione Carter sopravvissuto alla famosa "maledizione del Faraone". In questo testo (di cui non ricordo il titolo...) vi erano molte indicazioni curiose e una in particolare attirò la mia attenzione. Si trattava di un metodo di conservazione dei corpi che nulla aveva da spartire con i noti procedimenti di mummificazione egizi.
Niente natron quindi e niente salamoie. Piuttosto un procedimento semplice e relativamente pratico.
Ovviamente ho cercato di riprodurre in laboratorio questo procedimento e...devo dire che a dispetto di un iniziale scetticismo...il sistema funziona! E ho realizzato questa considerazione: se la biblioteca di Alessandria non fosse stata data alle fiamme, noi oggi saremmo già ben oltre il nostro Sistema Solare.
La carne (fagato e muscolo) trattata con questo metodo diviene grigiastra, ma assolutamente non putrefacibile, secca e dura.
E la cosa è molto, molto interessante.

Saluti
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
beh a questo punto chissà quanti altri atti di repressione sulle scienze, a livello religioso e non, sono stati fatti a nostra insaputa e quanti ritardi, basti pensare alla condanna di galileo galilei.
Mah quanto tempo perso
Cita messaggio
(2009-02-19, 14:05)Dhrake Ha scritto: beh a questo punto chissà quanti altri atti di repressione sulle scienze, a livello religioso e non, sono stati fatti a nostra insaputa e quanti ritardi, basti pensare alla condanna di galileo galilei.
Mah quanto tempo perso

quoto*Hail*;-)-_--_-



Cita messaggio
Eh, come avevo previsto in un post precedente ci scommettevo che Zolghetti *Si guarda intorno* era un seguace di Segato o di Gorini! (I Pietrificatori misteriosi O_O !)
Però dott. dicci subito se vuoi anche tu "morir con l'arte tua" o farci parziali partecipi del processo che rende muscoli e fegati (di pollo, suppongo e spero...) immarcescibili "corpi lapidei".
Ciao
Cita messaggio
Caro Al, il fatto è che io non sono certo che questo metodo di cui ho sperimentato l'efficacia sia lo stesso del Segato. Mi piacerebbe saperlo, ma temo sia difficile reperire un frammento di qualche prodotto del grande Naturalista e Cartografo. Quindi mi terrò il dubbio (IL DUBBIO...un film che vi consiglio di andare a vedere, ne vale la pena se amate ragionare...porvi domande esistenziali...un capolavoro!) e anche voi. E il mio metodo, accuratamente descritto nelle mie memorie...mi sopravviverà!

Quanto ai commenti sopra...vorrei ricordare che i giudizi postumi lasciano il tempo che trovano. Biasimare il passato è come divinare sul futuro.
E tanto per chiarire: ha fatto più danni Aristotele in 50 anni che la Chiesa Cattolica in 2000. Meditate gente, meditate.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
ehm... ragazzi... faccio una domanda da stupido ma... SCOPPIO se non la fo!
Ma nella biblioteca d'Alessandria che GENERE di libri conteneva... cioè... che argomenti DI PRECISO (di scienza intendo)... ne sappiamo qualcosa? O è andato tutto in fumo fumo fumo e non se ne sa piu' nulla?
ciao,
myt

p.s.: 'nteresante 'st'argomento!



Cita messaggio
Tecnicamente si trattava di rotoli di papiro, non di libri così come li intendiamo noi oggi. Nessuno sa con esattezza quale ne fosse il contenuto, ma si può supporre che in Alessandria fosse conservato praticamente tutto lo scibile umano di quel tempo. In particolare tutto il sapere dell'Antico Egitto...che doveva essere molto se sono riusciti a fare quelle tre piramidi senza utensili in ferro e senza conoscere la ruota!
Non parliamo delle competenze in astronomia, ben superiori a quelle greco-latine, paragonabili all'era post-galileiana. Già i Sumeri erano ben istruiti...
Se volete farvi un'idea: "L'altra Genesi" di Zecharia Sitchin, Piemme
Bestseller (11 eruro).
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Appunto non avevano scoperto la ruota... infatti un faraone doveva commissionare la costruzione della piramide in età adolescienziale e questa terminava quando il faraone era sul punto di morte...
Cita messaggio
Direi che le commissionavano i nonni e ci seppellivano i nipoti. ..se tutto funzionava!
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Mmmmm... Mi pare di essere l'unico interessato al metodo in questione! XD Perchè non parli, er doctor?
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)