Solubilità (BiO)2CO3
Ciao a tutti!
Premetto che la chimica inorganica non è il mio forte, avrei bisogno di una mano per definire in modo più chiaro,completo e veloce possibile perché il carbonato di bismutile (?), (BiO)2CO3 non è solubile in acqua ma in acido si. Purtroppo non posso fare discorsi troppo lunghi perché nell'esame ho davvero pochissimo tempo!
Vi ringrazio anticipatamente Blush
Cita messaggio
La presentazione nell'apposita sezione, please :-)
Cita messaggio
Quando aggiungi il (BiO)2CO3 nell'acqua, questo si scompone in BiO+ e CO3--. Per stechiometria si ha che la quantità di BiO+ è doppia rispetto al CO3-- ma non è molto importante. Il punto è che la presenza di CO3-- fa precipitare il catione BiO+, quindi per solubilizzarlo devi eliminare l'anione CO3--, e sapendo che è un acido debole, ovvero che in presenza di H+ tende a formare HCO3- e H2CO3 (che non entrano in gioco per quanto ci è dato sapere con il BiO+), e per di più H2CO3 può scomporsi in H2o e CO2 che lascia il sistema da bravo gas... questo è il motivo per cui si scioglie bene in ambiente acido. Pensa sembre agli equilibri in gioco e fai leva su quelli.
Cita messaggio
Si discioglie in acidi perchè libera CO2 e si decompone, a patto che l'acido usato sia più forte dell'acido carbonico e che l'anione formi con il bismutile o con il bismuto (III) un sale solubile.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Heart 
Grazie!!Non avevo pensato al carbonato in effetti!Mi sono preoccupata solamente del bismuto!In effetti nel riconoscimento degli ioni di Farmacopea c'è l'aggiunta di HCl!!
Però per il solfato di Bario allora come posso spiegarlo??Lì è una questione di solubilità giusto??perché allo scorso appello ho scritto un abominio sulla solubilità e mi ha bocciata! *help*
Grazie mille!!
Cita messaggio
Chi ti ha bocciata? Dimmi chi è stato? Certamente lo/la conosco...:tossico:

Comunque, per il solfato di bario è tutta un'altra cosa...questo sale è insolubile anche negli acidi forti (a parte acido solforico con. e caldo, per formazione del bisolfato o solfato acido, BaHSO4). E' per antonomasia, uno dei sali più insolubili, tanto da essere usato come mezzo di contrasto del digerente, anche se il bario è un elemento tossico per l'organismo. Neppure nell'ambiente acido dello stomaco si discioglie, perciò transita senza danni.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Non credo tu la conosca, è la Professoresa Caron, insegna solo a farmacia Analisi dei medicinali I, ma lavora nei laboratori di via Quarello!
Lo so che il solfato di bario è usato come mezzo di contrasto per le analisi gastrointestinali, sono una (futura) farmacista io :-P questi sali li ho studiati in laboratorio e sulla Farmacopea...il (BiO)2CO3 per esempio è usato come agente astringente e antiacido! ;-)
A parte questo, allora per il sale di bismuto ok, come spiegazione rapida è perfetta...le metto anche le formule così è contenta!E per il solfato di bario, non me ne preoccupo a meno che non esca all'esame e, soprattutto, non mi avventurerò in spiegazioni!
Grazie mille ancora!
Cita messaggio
La medicina moderna ha dimostrato che gli antiacidi a base di carbonati/bicarbonati sono efficaci solo nell'immediato. Di fatto risultano inutili, anzi, solitamente sono dannosi.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Adesso si usano alginati e sostanze che creano rivestimenti "gelatinosi" sulle pareti dello stomaco, giusto?
Siamo leggermente OT...
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)