Telescopio o cos'altro?
Salve a tutti,
sarà stata la scoperta della nasa o semplicemente il caso, ma oggi al mio ritorno da scuola ho trovato un bel regalo sulla mia scrivania.

Partiamo dal principio anche se non interesserà a nessuno, qualche anno fa avevo la fissa dell'astronomia, io sono cosi: quando mi fisso con qualcosa devo assolutamente portarla a termine, costi quel che costi; e avevo deciso di acquistare un piccolo telescopio per perdere un po di tempo, i miei però non erano d'accordo ma io testardo come sono andai da mia nonna e le dissi che se l'avessi aiutata per tutto il giorno mi avrebbe pagato, voi immaginatevi la serietà ad 11 anni, comunque feci tutto quello che mi chiese per tre giorni e arrivato alla somma che mi serviva non ci andai più. Un bel giorno tutto contento andai con mia zia ad un negozio e comprai un telescopio, che era effettivamente un giocattolo, ma comunque era il massimo per me. Mi divertii tutta l'estate ad osservare la luna e alcune stelle e ancora di più a seguire gli aerei che passavano di notte, stando solo d'estate in campagna non soffrivo di inquinamento luminoso ma arrivato il periodo di tornare in città, perchè riaprivano le scuole, decisi di conservare il mio telescopio nell'armadio così che l'estate successiva avrei potuto continuare a divertirmi, ma non fu così; quando andai a riprenderlo non c'era più e nessuno sapeva che fine avesse fatto, io incolpai mio padre e tutt'ora penso che sia stato lui. Lui ci rimase male ma dopo tanti anni non ho ancora capito dove è andato a finire.

Tornando a oggi e al motivo perchè ho aperto il post, quasta mattina mio padre è andato con un suo amico da un cugino di quest'ultimo e ha visto questo strumento, questo signore lavorava in germania durante la piena guerra fredda e quando c'era il muro. Comunque si sono accordati e ha comprato quello che a me semra un piccolo telescopio, un binocolo non può essere è troppo potente. è stato realizzato in germania dell'ovest è compledo di una custodia di cuoio rivestita in feltro rosso internamente ed ha una lente anteriore da 60mm, ha anche un supporto dove credo andava attaccato ad un cavalletto. Non so che altro dirvi se non che le foto possono dirvi ciò che io non so.


AllegatiAnteprime
               
La curiosità ci spinge a farci domande a cui solo un ragionamento fondato su dati scientifici poò darci risposte quasi certe.

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Scienza pazza per questo post:
NaClO
la versione "moderna" --> http://it.swarovskioptik.com/natura/ats-...5006337-B2
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Veramente cercavo qualche informazione in più sul.mio visto che su internet non è che si trovi molto.
La curiosità ci spinge a farci domande a cui solo un ragionamento fondato su dati scientifici poò darci risposte quasi certe.

Cita messaggio
Ah no no scusami, ho messo il link solo per dire che come tipologia è ancora in commercio.
A lavoro ne ho uno simile, ma anch'io sono a caccia di qualche info su questa tipologia di telescopi.
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Generalmente sono indicati come "spotting scope" che fa molto tecnologico, in italiano cannocchiale, molto più prosaico.

Utilizzato quando si vuole vedere un particolare lontano e non è necessaria la tridimensionalità della visione.

Quindi perfetto per birdwatching, visione di ungulati, tiro a segno, ecc.
A differenza dei telescopi, hanno la visuale dritta, in modo da essere più comodi nella visione terrestre, anche se nessuno  ti impedisce di usarlo per osservare il cielo, specie per visioni non troppo impegnative: luna, pianeti, ammassi stellari, ecc.
Per questo motivo gli spotting vengono costruiti con oculare in linea (uso prevalente terrestre) o con oculare angolato (45 o 90°) per rendere più comodo l'utilizzo astronomico.

   

Spesso sono impiegati per la fotografia a lunga distanza, magari utilizzando lo stesso cellulare o piccole fotocamere, in tal caso prende il nome di digiscope: 

   


Attualmente va di gran moda la fotografia abbinando lo spotting al telefonino ed ottenendo così strumenti molto potenti, ma dal peso ed ingombro ridotti: perfetti per le escursioni in montagna.

*yuu*
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Enotria per questo post:
luigi_67, NaClO, Scienza pazza, TrevizeGolanCz
Grazie Andrea della tua risposta molto soddisfacente.
Grazie anche della foto, grazie a quella ho scoperto che anche il mio si apre anteriormente, nel senso che si allunga.

Per osservare la luna devo spettare qualche giorno,visto che adesso è luna nuova. Ma se volessi osservare altro dovre dovrei puntare... In cielo ovviamente.
So che la domanda può sembrare banale ma, per uno come me che sa poco di osservazioni celestiali, non lo è.
La curiosità ci spinge a farci domande a cui solo un ragionamento fondato su dati scientifici poò darci risposte quasi certe.

Cita messaggio
Ti consiglio di scaricare un buon programma di astronomia per il PC o per il cellulare.
Ve ne sono che tu punti la stella che ti interessa con il cellulare e lui in base alla lettura GPS, alla bussola ed alla inclinazione, ti dice direttamente che cosa stai guardando.

Oppure, più semplice ma più istruttivo, i vari programmi Planetario dove tu vedi cosa c'è in cielo in base a giorno, ora e tua posizione.

Inizialmente guarda gli oggetti più belli: oltre alla luna, Saturno, Giove e ammassi di stelle tipo le Pleiadi, Orione, ecc.
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
Bè avere uno strumento del genere e non usarlo mi provoca dispiacere e questa sera sono salito sul terrazzo di casa e ho iniziato a scrutare il cielo. Devo dire che non è male anzi è strabiliante come uno strumento di modeste dimensioni, come questo, abbia una così grande utilità. L'ingrandimento è interessante al punto giusto in quanto non mi posso aspettare di vedere stelle lontane o cose del genere ma con la Luna e Venere, questa sera mi sono proprio divertito e incuriosito.

Proprio su quest'ultima ho qualche dubbio, Venere è un pianeta e questo è un dato di fatto ma mentre osservavo ho notato qualcosa che si frapponeva tra me e Venere, secondo un app di stelle, di quelle dette da Enotria che punti e fanno tutto loro, non doveva esserci nulla.
Non credo di aver sbagliato corpo celeste  perchè si vedeva chiaramente che era un pianeta e, non vorrei sbagliare, ma anche ciò che si metteva avanti lo era; più piccolo ma lo era. Diciamo che vedevo Venere come la luna a spicchi.

Questa prima esperienza è stata fantastica, so che non ho visto granche ma è veramente affascinante proiettarsi in un mondo cosi lontano che sembra così vicino, forse vi sembrerò patetico ma sono queste le emozioni che amo provare.

So che l'inquinamento luminoso di una città è elevato ma devo dire che non è eccessivo, almeno da me. Poi quest'estate in campagna con un cielo a 180° e zero luci potrò divertirmi ancora di più.
La curiosità ci spinge a farci domande a cui solo un ragionamento fondato su dati scientifici poò darci risposte quasi certe.

Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)