Titolazione di acido ortofosforico
Ciao ragazzi quella che sto per porvi forse è una domanda sciocca ma non riesco a spiegarmelo.
Come mai nella titolazione di acido fosforico con un base forte tipo NaOH il terzo punto equivalente non è osservabile nella curva di titolazione??
pka1=2
pka2=7,21
pka3=12,7
forse perche il pka3 è troppo alto?!?!? Grazie a tutti per la risposta
Cita messaggio
Eh certo, e siamo all'ennesima persona che non sa leggere, figuriamoci capire la chimica. Tu hai 8 messaggi qui sul forum, ancora non hai capito che non si aprono richieste dove pare a te? Bene, forse con un 90% di warn la capirai.
Cita messaggio
Io ho provato a disegnare la curva di titolazione di questo acido. Questa in figura è la curva di titolazione di 100ml di una soluzione di acido ortofosforico 0,01M con una soluzione 0,1M di NaOH. Come si può osservare il terzo punto di equivalenza non si vede. Inoltre notate i valori altissimi del pH dovuti molto probabilmente al fatto che PO43- tende a protonarsi.
   
Qui c'è il particolare della curva in cui dovrebbe essere il terzo punto di equivalenza, ma non c'è nulla.
   
Ciao da klycson.

--> Sono un chimico laureato in cerca di prima occupazione. <--
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano klycson per questo post:
Adriano
Eh,si. Valori altissimi del pH come raramente se ne vedono.

Saluti
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
Adriano
Il terzo punto equivalente lo si può calcolare solo teoricamente, ma non c'è alcuna variazione significativa sul grafico del pH in funzione del volume di base forte aggiunto (curva di titolazione) perché lo ione PO4(3-) è una base troppo debole come denota il suo pKa3 molto elevato.
Affinchè si possa rilevare una variazione di pH significativa è necessario che il prodotto della Ka per la Ca dell'acido sia all'incirca maggiore di 10^-8.


.pdf  Titolazioni acido-base.pdf (Dimensione: 273.63 KB / Download: 301)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Adriano
Non so se la curva di titolazione che ho disegnato sia corretta, ma ho ricontrollato i calcoli e se ho sbagliato non capisco dove possa averlo fatto. I pH mi sembrano un po' troppo alti. A pH oltre 14 non ha più senso definire il pH con la concentrazione, ma si devono usare le attività in quanto non si può più considerare la soluzione "diluita."
Ciao da klycson.

--> Sono un chimico laureato in cerca di prima occupazione. <--
Cita messaggio
L'andamento del grafico è corretto, ma non la scala del pH in ordinata.
A me viene così:


.xls  H3A + base forte.xls (Dimensione: 537 KB / Download: 22)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)