calcolo fem
Determinare la f.e.m. della seguente cella galvanica:
 
Pt/ Ce4+(3.8x10-4 M), Ce3+ (1.0x10-2M) // Ce3+ (3.8x10-5 M), Ce4+(1.0x10-2M) /Pt

Raga so che viola le regole del forum per le quali bisogna prima provare a svolgere l'esercizio ma il fatto è che la prof non le ha spiegate proprio queste cose e che non riesco a trovare niente su internet e non so davvero come fare per svolgere questi tipi di esercizio perciò volevo chiederevi se gentilmente potreste aiutarmi magari spiegandomi come procedere in questi casi e in generale sugli esercizi nei quali bisogna calcolare la fem se ad esempio ci sono appunti dai quali poter studiare per riuscire a farli correttamente grazie infinite per la disponibilità in ogni caso :-)
Cita messaggio
Che tu non riesca a trovare niente in rete ho qualche dubbio.

In ogni caso si devono calcolare i potenziali dei due semielementi che costituiscono la cella galvanica, quello di sinistra e quello di destra, tramite l'equazione di Nernst, la cui formula generale è:

E = E° + 0,05916/ne- log [Ox]/[Red]

Prova a calcolarli e poi vediamo come proseguire.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
dadde96
Non esistono scuse, mi spiace.
Cita messaggio
Pheega ma i libri? Studiare su quelli? Sono certo si trovi tutto o quasi.
Internet serve ad una fava se non lo si sa usare *Si guarda intorno*
Non sei il re di sta fava. Ergo o provi a risolvere o ciao.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
(2016-08-25, 12:58)LuiCap Ha scritto: Che tu non riesca a trovare niente in rete ho qualche dubbio.

In ogni caso si devono calcolare i potenziali dei due semielementi che costituiscono la cella galvanica, quello di sinistra e quello di destra, tramite l'equazione di Nernst, la cui formula generale è:

E = E° + 0,05916/ne- log [Ox]/[Red]

Prova a calcolarli e poi vediamo come prosegui
Ho svolto l'esercizio in questa maniera ma non sono sicuro di aver fatto bene potresti spiegarmi in caso avessi sbagliato qualcosa grazie infinite 
   
Cita messaggio
Per stabilire quale semicella si comporta da anodo (elettrodo in cui avviene l'ossidazione) e quale si comporta da anodo (elettrodo in cui avviene la riduzione) bisogna calcolare i rispettivi potenziali:

E(sinistra) = 1,61 - 0,05916 x log (1,0·10^-2/3,8·10^-4) = 1,53 V anodo
E(destra) = 1,61 - 0,05916 x log (3,8·10^-5/2,0·10^-2) = 1,75 V catodo

E(pila) = E(catodo) - E(anodo)
E(pila) = 1,75 - 1,53 = 0,23 V

Non esiste che una pila fornisca un potenziale negativo!!!

Ricordati che per convenzione, nella schematizzazione di una pila:

Pt/ Ce4+(3.8x10-4 M), Ce3+ (1.0x10-2M) // Ce3+ (3.8x10-5 M), Ce4+(1.0x10-2M) /Pt

il semielemento scritto a sinistra è sempre l'anodo (polo negativo), quello scritto a destra è sempre il catodo (polo positivo); questo per indicare che lungo il cavo elettrico gli elettroni si spostano sempre dall'anodo al catodo:

anodo (-) Pt/ Ce4+(3.8x10-4 M), Ce3+ (1.0x10-2M) // Ce3+ (3.8x10-5 M), Ce4+(1.0x10-2M) /Pt catodo (+)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
dadde96




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)