misurazione della radioattività nella pioggia
Salve forum, in questo periodo va di moda il terrore per la radioattività, i tg regalano panico, la gente si riempie la testa d'aria e scoreggia, tramite quell'orifizio chiamato bocca, verità assolute.
Che dire, la mia personale idea è che le verità, quando è possibile,vanno sempre verificate di persona con le proprie mani o con il proprio lavoro, e allora si che si può dare, al massimo, un'opinione personale.

La chimica oggettiva è bella proprio per questo, data l'infinità di variabili che una semplice reazione può avere, mantenedo le medesime condizioni sperimentali la verità è sempre quella, al massimo cambia l'interpretazione.

Domenica scorsa verso le due di notte tornavo a casa in bici quando ho notato che pioveva, la cosa mi fece alquanto incazzare in un primo momento ma poi mni gasai, pensai : "questa è la prima pioggia dopo il disastro giapponese, e cade proprio nel periodo in cui la nube dovrebbe essere nelle nostre zone", arrivato a case ho messo a raccogliere la pioggia e a pioggia finita il giorno dopo avevo ben 120ml di pioggia!

Oggi finalmente ho fatto le mie misure con la giusta calma.
Ho analizzato l'attività del fondo, dell'acqua di rubinetto e dell'acqua forse contaminata.

Premetto, le misure sono state fatte con il mio strumento più sensibile un magnifico ludlum 2218, scaler analizzatore a doppio canale, il quale è corredato di una sonda scintillatrice al cesio ioduro da 6centimetri, il tutto è stato settato in modo da avere un segnale di fondo compatibile con le misure di un altro boss delle misure il rispettabile inspector alert, tenendo tuttavia conto delle diverse sensibilità.

Le msiure sono 5 ciascuna da 1minuto.

ecco questo è l'apparato di misura con sullo sfondo il 2218:

[Immagine: 89896790.th.jpg]


il fondo ha dato le seguenti misure:

-159 -147 -165 -135 -159

media 153

l'acqua di rubinetto ha dato i seguenti valori:

-173 -170 -133 -154 -147

media 155,4


dettaglio dei conti nello scaler
[Immagine: 54019645.th.jpg]

i valori sono abbastanza compatibili, considerando la variabilità di tale fenomeno, squisitamente casuale.

bene ora la misura più intrigante...

acqua piovana:
-256 -335 -312 -303 -285

media 298,2

dettaglio dei conti per minuto nello scaler
[Immagine: 56040853.th.jpg]


possiamo vedere i dati in modo garfico che di sicuro rende bene l'idea:

[Immagine: pioggia1.th.png]


a voi le considerazioni, io le mie le ho già fatte..
Chef.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano TheChef per questo post:
Max Fritz, jobba, **R@dIo@TtIvO**, al-ham-bic, the-rock-91, Franc
La sensibilità della sonda di quanto è? (per trasformare i CPM in mR/h :-P )

Cita messaggio
quanti Bq/g sono ???
e quanti milli Röntgen all'ora ??
Cita messaggio
Interessante ,tienici aggiornati.
Mi fido più delle tue misurazioni che dei tg!


Cita messaggio
Bene chef io sto aggiustando il mio Geiger che lascio giudicare a voi appena è pronto senza dire modello ecc.. tienici aggiornato ho pure io dell''acqua che aspetta le mie considerazioni :-)
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
Ottimo lavoro Chef, soprattutto perchè fatto con strumento serio.
Tienici informati ogni volta che piove!
Allora mi richiedo: dove sarebbe andata la lancetta dello strumento se fossimo un diecimila Km più in là...??? O_O

Cita messaggio
mi spiegate cm si fanno ste misure? il campione come si analizza?
Cita messaggio
sono pienamente d' accordo con jobba !!!
Cita messaggio
Chef come promesso è molto vecchio ma funziona ancora asd

[Immagine: th_20110401164124_100_1149.jpg]

[Immagine: th_20110401164742_100_1150.jpg]

[Immagine: th_20110401164823_100_1151.jpg]

ti piace? in confronto al tuo non è niente ma...
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
Non sono un esperto del settore, ciò premesso, posso però formulare alcune osservazioni critiche sul dato analitico:
1) mancano le unità di misura
2) mancano le specifiche della sonda
3) non mi è chiara la tipologia di emanazione analizzata
4) non si comprendono bene le operazioni di misura

Un raddoppio del segnale di fondo, non giustifica allarmismi.
Le rilevazioni del Centro di Ricerche e Controllo Ambientale della Regione Piemonte (che è organismo dell'ARPA), non consentono margini di dubbio: la radioattività di fondo NON è variata in modo statisticamente significativo in questo ultimi 15 giorni. La popolazione non corre rischi ulteriori.
Il Centro di Medicina Nucleare dell'Ospedale Maggiore San Giovanni Battista e della Città di Torino non ritiene utile adottare la profilassi iodica, neppure nei soggetti a rischio, fatto salvo il caso di viaggio forzato nelle zone del disastro.

Aspetto tuoi chiarimenti, giusto per approfondire e discutere i tuoi dati.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)