sistema anticalcare igienizzante Goldenstar
Essendo albergatore ho ricevuto una promozione proposta da Federalberghi in cui si comunica che è stato raggiunto un accordo tra Federalberghi appunto e la ditta Goldenstar Italia srl per la vendita, a prezzo scontato per gli associati, del loro sistema anticalcare igienizzante. Questo è il link dell'azienda e del prodotto: http://www.noname-group.com/wp/
vi sarei grato se poteste darmi qualche consiglio visto che in rete non ho trovato niente al riguardo. E' qualcosa di serio o la solita bufala? Se così fosse sarebbe ancora più grave visto il coinvolgimento di Federalberghi.
grazie 1000
Cita messaggio
Il fatto che in rete non ci sia alcun riferimento (eccetto quello della ditta) già non depone favorevolmente.
Le stesse notizie che la ditta ci fornisce sono vaghe e non soddisfano le curiosità .
Non riesco a comprendere come una miscela di gas possa scioglire il calcare ed ridurre drasticamente i biofilm in tempi ragionevoli. E poi dove va a finire il calcio/magnesio? Bisognerebbe spurgare il tutto. Qual'è poi l'impatto sulle tubazioni a contatto con il gas?
Cosi su due piedi non vedo bene la cosa. Potrei anche sbagliarmi, ma finché non mi verranno fornite solide basi scientifiche sui fenomeni coinvolti e test riproducibili da terze parti indipendenti il mio parere rimane assai dubbioso.

Saluti
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
luigi_67, Claudio, quimico, ClaudioG.
Concordo con quanto dice Mario, ho visto un po' in giro e non ho trovato nulla che spiegasse come questo dispositivo dovrebbe funzionare.
A vederlo così sembra davvero una semplice bombola ccollegata alla conduttura dell'acqua, che dovrebbe "iniettare" gas nella stessa con l'effetto di disciogliere il calcare.
Effettivamente dalle quasi inesistenti informazioni disponibili è difficile solo immaginare come questa cosa debba funzionare...

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
Mario, ClaudioG.
Stando alle normative dettate dai corpo VV.F l'ogiva colorata di verde corrisponde al gas argon.
Sempre più strano, avrei capito adoperasse la CO2 che puo solubilizzare come bicarbonati i sali calcarei
ma allora l'ogiva sarebbe stata grigia l'acidità avrebbe potuto svolgere una qualche funzione antibatterica però
in un altra zona dell'apparecchio poi si dovrebbe provvedere alla decarbonizzazione  dell'acqua e filtrare
il conseguente deposito dei carbonati .... Ma è tutta una speculazione e mi pare troppo laborioso se fatto 
in flusso continuo sono convinto che sia l'ennesima inciappett  :-D
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Roberto per questo post:
ClaudioG., NaClO
Parere esclusivamente informatico 

Il dominio noname-group.com è registrato in maniera anonima (whois)
Un ulteriore dominio goldenstar-italia.it da cui si può scaricare un pdf di presentazione del prodotto è registrato a nome del sig. "lucio piticchio" di Catania per la "Goldenstar Italia S.r.l." (whois) ovvero la persona che parla nei video del prodotto.
Il sig. lucio piticchio risulta effettivamente richiedente un brevetto per il prodotto in questione.

Risulta anche collegato al sito tecnogestioni.it/
Un ulteriore sito progettocasaigenizzatore.altervista.org è collegato al prodotto


Tutti questi siti sono evidentemente realizzati in maniera veloce ed economica senza investimenti di marketing, la grafica non è curata così come non lo sono i loghi e le immagini (vogliamo parlare di queste foto fatte in uno scantinato?), infine le pagine non sono state realizzate secondo i moderni standard web. 

La mancanza di questi investimenti mi fa supporre che non ci sia una vera e propria azienda (addirittura presentata per multinazionale) dietro a questo prodotto, bensì una persona singola o un piccolo laboratorio casalingo.
Questo lo street view all'indirizzo dell'azienda (corso italia 85, catania)


Con questo non voglio giungere ad alcuna conclusione relativa alla validità o meno del prodotto in quanto non ho le competenze per poter fare affermazioni a riguardo.


N.B. Esiste un'azienda "Golden Star Srl" di Roma con un dominio goldenstar.it senza alcun legame con il prodotto in questione.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano arkypita per questo post:
luigi_67, ClaudioG., Mario, Igor, NaClO
wow, evidentemente ho fatto bene ad iscrivermi e a porvi la domanda. Anche se non è ancora chiaro il principio di funzionamento siete già riusciti ad avere più informazioni di quante io sarei mai stato in grado di trovare. Informazioni che non depongono a favore della ditta in questione. Da ignorante in materia avevo comunque avuto i miei dubbi. Quello che mi fa più arrabbiare però è la leggerezza di Federalberghi che avrebbe dovuto informarsi in maniera più approfondita prima di proporre un impianto che quasi certamente si rivelerà una bufala.
grazie ancora
Cita messaggio
Purtroppo l'ogiva verde brillante indica miscele di gas inerti o aria industriale (ma non penso sia questo il caso), tuttavia ciò non toglie che il prodotto è alquanto sospetto!

Tabella ogive:
http://www.vigilfuoco.it/aspx/page.aspx?IdPage=3693
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
Si, l'ogiva verde della bombola indica "gas inerte" secondo la nuova colorazione, anche la mia dell'argon è così.
Nelle foto presenti sul sito ho provato a vedere se sull'etichetta si poteva leggere qualche indicazione in più riguardo la miscela ma non sono riuscito a vedere granchè, se non l'avviso che "ad alte concentrazioni può essere asfissiante".

Tra l'altro mi veniva un dubbio: dalle foto mi sembra di vedere che a valle della bombola c'è collegato un riduttore di pressione e da questo il gas viene immesso direttamente nelle tubature e non sembra esserci un sistema di dosaggio se non non la semplice immissione per differenza di pressione.

Tutti gli elementi, compresa l'ottima analisi fatta da arkypita effettivamente non danno un bel quadro generale...

@alimax: se proprio dovessi ravvedere problemi con l'acqua che utilizzi, direi che potresti affidarti ad un tradizionale impianto addolcitore a scambio ionico che nella stragrande maggioranza dei casi va benissimo, sono dispositivi testati, dal funzionamento certo. Ci sono diverse aziende nel settore che forniscono prodotti di qualità e soprattutto EFFICACI. :-)

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
(2016-09-28, 08:20)luigi_67 Ha scritto: Si, l'ogiva verde della bombola indica "gas inerte" secondo la nuova colorazione, anche la mia dell'argon è così.
Nelle foto presenti sul sito ho provato a vedere se sull'etichetta si poteva leggere qualche indicazione in più riguardo la miscela ma non sono riuscito a vedere granchè, se non l'avviso che "ad alte concentrazioni può essere asfissiante".

Tra l'altro mi veniva un dubbio: dalle foto mi sembra di vedere che a valle della bombola c'è collegato un riduttore di pressione e da questo il gas viene immesso direttamente nelle tubature e non sembra esserci un sistema di dosaggio se non non la semplice immissione per differenza di pressione.

Tutti gli elementi, compresa l'ottima analisi fatta da arkypita effettivamente non danno un bel quadro generale...

@alimax: se proprio dovessi ravvedere problemi con l'acqua che utilizzi, direi che potresti affidarti ad un tradizionale impianto addolcitore a scambio ionico che nella stragrande maggioranza dei casi va benissimo, sono dispositivi testati, dal funzionamento certo. Ci sono diverse aziende nel settore che forniscono prodotti di qualità e soprattutto EFFICACI. :-)

Un saluto
Luigi

grazie Luigi, in albergo ho già un impianto addolcitore centralizzato però c'è sempre la speranza, diciamo così, di nuove tecnologie che tengano effettivamente puliti e disincrostati i tubi aumentando l'efficienza e favorendo così l'abbattimento dei consumi.
Cita messaggio
Buongiorno,
il mio intervento, avendo visto la discussione solo oggi, con un po di ritardo è solo per dare qualche notizia corretta.
La colorazione dell'ogiva è verde chiaro, indicante miscela di gas inerti come dichiarato dalla società, nulla a che vedere con l'argon di colore verde scuro.
Non è presente solo una richiesta di brevetto ma anche un numero in quanto il brevetto è stato rilasciato nel 2013.
siamo cosi piccoli e nel sottoscala di casa che la Marina Militare ci ha fatti essere presenti con uno stand a SEA FUTURE 2016. La sede di Goldenstar Italia SRL (nulla a che fare con quella di Roma) per chi conosce Catania non è nell'ultimo sobborgo catanese, ma in una via prestigiosa con accanto palazzo di giustizia e villa prefettizia.
Comunque la Goldenstar Italia Srl è l'esclusivista per l'Italia della NoName London Ltd che detiene il brevetto.
Esiste anche uno studio fatto in collaborazione con il centro antileggionella del Ministero della Salute di Catania, e delle pubblicazioni scientifiche.
Non abbiamo bisogno di pubblicizzare il nostro prodotto, perchè la nostra pubblicità arriva dai nostri stessi clienti ossia:
Primarie industrie automotive, primarie compagnie di navigazione civili e militari internazionali, primarie catene di hotel 4 stelle, 4 stelle superior, 5 stelle e 5 stelle superior.
Per completezza, esiste polizza assicurativa con massimali per sinistro di oltre €. 5.000.000,00 che dal 2015 ad oggi non ha mai pagato un euro, in quanto non sono mai stati registrati sinistri.
l'immissione sul mercato è datata 01/01/2015, e pertanto giovanissimi, spero che ci siano perdonati alcuni errori di marketing fatti, tenuto conto dei grossi sforzi economici sostenuti senza nessun aiuto di stato. Oltretutto con verifiche estenuanti e costosi dal 2011 fino a tutto il 2014 per avere la certezza di mettere sul mercato un prodotto valido e non una bufala.
disponibile a rispondere a qualsiasi domanda e dare qualsiasi chiarimento.
Cordialmente
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)