AIUTO su semplici soluzioni....
Buongiorno a tutti, mi sono appena iscritto perché ho dei dubbi su un argomento (ahimè) facile, ma è passato troppo tempo dalla fine della scuola.. Sono diplomato come tecnico di lab chimico-biologico, amavo di più la biologia, ma ovviamente dopo due anni dal diploma mi sono ritrovato ad essere uno stagista in un laboratorio chimico di controllo qualità, avendo dimenticato molto...  :-(  Sui controlli hplc del mio stage, organizzazione, e altri campi vado forte ma in cose semplici come le soluzioni vado in crisi perché non ricordo bene l'argomento, mi vergogno come un cane a chiedere e internet mi confonde. Non ricordo molarità, normalità ecc

La cosa che mi ha spinto oggi a scrivervi è stata la calibrazione semestrale di un polarimetro che va fatta con una soluzione al 26% di saccarosio in acqua. Mancava poco al mio orario di uscita e non l'ho fatta perché non sapevo cosa fare. Per poco non sbroccavo per il nervoso...   no no

Le mie domande sono:
-Che ragionamento dovrei seguire? Come si fa quella soluzione?
-Conoscete un sito, un libro che consigliate, dove io possa ristudiare questi argomenti? Anche una vostra spiegazione su questi argomenti è ben accetta..

Ringrazio di cuore chi mi aiuterà... e veramente, perdonate l'ignoranza.  :-/  
Cita messaggio
Giusto per avere un'idea, dai un occhiata qui : http://www.sapere.it/sapere/strumenti/st...zioni.html
comandante diavolo *yuu*
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano comandantediavolo per questo post:
Pasv15
(2018-12-08, 12:06)Pasv15 Ha scritto: Le mie domande sono:
-Che ragionamento dovrei seguire? Come si fa quella soluzione?

In aggiunta a quanto postato dal comandantediavolo, ti suggerisco di informarti sul tipo di % con cui deve essere espressa la concentrazione della soluzione di saccarosio che devi preparare. Essendo il saccarosio un soluto solido, potrebbe essere 26 % p/p oppure 26% p/v; escludo che possa essere % v/v, usata soprattutto per soluti liquidi a temperatura ambiente.
Per la preparazione pratica della soluzione le modalità operative sono:

26 % p/p di saccarosio in acqua
- Dopo aver azzerato la tara, pesare in un becher 26 g di saccarosio.
- Sempre con il becher sul piattello della bilancia, addizionare acqua distillata fino a raggiungere la massa di 100 g.
- Sciogliere il saccarosio mescolando con una bacchetta di vetro fino ad ottenere una soluzione perfettamente limpida ed incolore.

26 % p/v di saccarosio in acqua
- Dopo aver azzerato la tara, pesare in un matraccio tarato da 100 mL (o, in mancanza, in un cilindro graduato da 100 mL) 26 g di saccarosio.
- Addizionare acqua distillata fino ad un volume inferiore a 100 mL.
- Tappare il matraccio e capovolgerlo più volte fino a sciogliere completamente il solido e ottenere una soluzione perfettamente limpida e incolore.
- Portare a volume con acqua distillata e capovolgere nuovamente per omogeneizzare la soluzione.
- Sciogliere il saccarosio fino ad ottenere una soluzione perfettamente limpida ed incolore.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Pasv15
Ti ringrazio. Quindi nel mio caso si parla di percentuale P/V se non erro, dato che ciò che devo pesare è in polvere.
Perciò poi stando a quella formula dovrei pesare 26gr in 100 ml? Sono andato nel panico per questo?
Cita messaggio
Potrebbe essere anche % p/p, ma per la taratura di un polarimetro in genere si utilizza la % p/v.

   

Scansioni tratte da:
A. Gaudiano, G. Gaudiano
Vademecum di chimica
Formule e tabelle per il tecnico di laboratorio chimico
Zanichelli, Bologna, 1998


È un testo molto utile per chi lavora in un laboratorio di chimica e biologia, ma temo non sia più in commercio.

https://www.amazon.it/Vademecum-chimica-...di+chimica
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Pasv15
La ringrazio molto per le spiegazioni Luisa, fortunatamente ricordo come sciogliere una soluzione non sono così smemorato ahahah e menomale :-)
La ringrazio anche per avermi indicato un libro di testo, cercherò di trovare qualcosa di simile. Tuttavia cercando già informazioni su internet a riguardo mi sono imbattuto in una sua vecchia risposta dove diceva che questo è sì un libro utile ma soprattuto per tabelle e formulari, poca teoria...
Conosce quindi anche qualcosa di adatto anche per ripassare teoria utile per un laboratorio chimico?
Grazie mille.
Cita messaggio
Ne conosco molti di libri di laboratorio, ognuno specifico per un determinato argomento. Quale argomento ti interessa???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)