Acetilsalicilato di rame
Se mi dessero un centinaio di grammi di acido salicilico in farmacia, senza che sembri chissà che cosa, proverei anche io... anzi potrei provare ma mi mancherebbe in ogni caso l'anidride acetica, che ho notato costa un botto e non la vendono facilmente: voi dove l'avete acquistata? R@d? Al? *Si guarda intorno*

Il salicilato di rame ho visto che non è "bello" come l'acetilsalicilato azz!

p.s. Anche qui ho visto che utilizzano il fosforico, evidentemente la protonazione può essere fatta con entrambe gli acidi (e magari anche con altri acidi) *Si guarda intorno*

http://www.pianetachimica.it/didattica/d...pirina.pdf
Cita messaggio
in teoria nessuno potrebbe possedere Ac2O senza fondate ragioni e senza permessi, ma si vede che o si ha fortuna o si riesce a trovare qualcuno che ne ha vendere.
Cita messaggio
(2010-11-27, 11:06)Rusty Ha scritto: Se mi dessero un centinaio di grammi di acido salicilico in farmacia, senza che sembri chissà che cosa, proverei anche io... anzi potrei provare ma mi mancherebbe in ogni caso l'anidride acetica, che ho notato costa un botto e non la vendono facilmente: voi dove l'avete acquistata? R@d? Al? *Si guarda intorno*
Il salicilato di rame ho visto che non è "bello" come l'acetilsalicilato azz!
p.s. Anche qui ho visto che utilizzano il fosforico, evidentemente la protonazione può essere fatta con entrambe gli acidi (e magari anche con altri acidi) *Si guarda intorno*
http://www.pianetachimica.it/didattica/d...pirina.pdf

Ehm io ho i miei fornitori asd, non le farmacie ansi devo ammettere che lì non ho MAI comprato niente :-) ,Comunque lavorando in un lab sono in stretto rapporto con il fornitore di questo che oramai mi conosce da tempo, ma poi ne ho anche altri! Non pensate che io abbia litrozzi di Ac2O ansi ne ho a malapena 100ml azz!
Rusty ho 500g di Acido salicilico asd
E comunque farò l'acetilsalicilato di rame è tutta un altra cosa! ;-)

"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
(2010-11-27, 11:06)Rusty Ha scritto: Se mi dessero un centinaio di grammi di acido salicilico in farmacia, senza che sembri chissà che cosa, proverei anche io... anzi potrei provare ma mi mancherebbe in ogni caso l'anidride acetica, che ho notato costa un botto e non la vendono facilmente: voi dove l'avete acquistata? R@d? Al? *Si guarda intorno*

Il salicilato di rame ho visto che non è "bello" come l'acetilsalicilato azz!

p.s. Anche qui ho visto che utilizzano il fosforico, evidentemente la protonazione può essere fatta con entrambe gli acidi (e magari anche con altri acidi) *Si guarda intorno*

http://www.pianetachimica.it/didattica/d...pirina.pdf
Il salicilato rameico è verde deliquescente che si decompone a temperature relativamente basse.
Io ho acquistato in farmacia 100g di acido salicilico per circa 5€ senza problemi...ho anche detto la verità quando mi hanno chiesto <<per cosa ti serve???????>> ho risposto <<per fare dei sali!>> ho iniziato a parlare di salicilati, acetilsalicilati di rame, di sodio...a un certo punto la tizia prende il telefono, chiama il laboratorio e mi fa portare un etto di acido salicilico in polvere finissimissimissima!
asd
Cita messaggio
(2010-11-27, 12:45)Nichel Cromo Ha scritto: Il salicilato rameico è verde deliquescente che si decompone a temperature relativamente basse.
Io ho acquistato in farmacia 100g di acido salicilico per circa 5€ senza problemi...ho anche detto la verità quando mi hanno chiesto <<per cosa ti serve???????>> ho risposto <<per fare dei sali!>> ho iniziato a parlare di salicilati, acetilsalicilati di rame, di sodio...a un certo punto la tizia prende il telefono, chiama il laboratorio e mi fa portare un etto di acido salicilico in polvere finissimissimissima!
asd

Si sembra infatti una droga di cui non vorrei dire il nome..
Comunque il colore dell'acetilsalicilato di rame è una variante del blu SPETTACOLARE quando lo faccio, se riesce O:-) , posto le foto!
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
(2010-11-27, 12:45)Nichel Cromo Ha scritto: Il salicilato rameico è verde deliquescente che si decompone a temperature relativamente basse.

Fonte? L'hai sintetizzato? Da foto documentate di un nostro utente mi pare fosse giallognolo... abbastanza deludente... se hai delle tue foto postale pure, anche la sintesi completa visto che l'hai fatta *Fischietta*

Grazie
Cita messaggio
(2010-11-27, 12:52)Rusty Ha scritto: Fonte? L'hai sintetizzato? Da foto documentate di un nostro utente mi pare fosse giallognolo... abbastanza deludente... se hai delle tue foto postale pure, anche la sintesi completa visto che l'hai fatta *Fischietta*

Grazie
Sisi! sintetizzato, si sta asciugando! a meno che non sia ricco di impurità (dubito) è verde! oppure sono daltonico! oppure non mi hanno dato acido salicilico in farmacia...comunque l'acetilsalicilato di rame è di color verde...verde...color verde cloruro di nichel!
metterò le foto e la sintesi!
Cita messaggio
Ci sono molte discussioni riguardo a questo composto, ma nessuna ne riporta la sintesi completa.
Io sono partito dalle aspirine ed ho estratto l'acido acetilsalicilico che poi ho fatto reagire con carbonato di rame.

MATERIALE NECESSARIO:
-Solfato di rame :irritante:
-4 aspirine
-Carbonato di sodio
-Etanolo 95° :infiammabile:

PROCEDIMENTO:
Si polverizzano 4 aspirine e si scioglie la polvere in 50ml di etanolo freddo. Non scaldare l'etanolo per favorire la solubilizzazione dell'acido acetilsalicilico, nè per favorire la cristallizzazione, peraltro non necessaria, questo provocherebbe la decomposizione dell'acido in acido salicilico e acido acetico.
   
Si agita e si lascia riposare per 5 minuti, dopodichè si filtra su carta e si riprende la massa indisciolta con 15ml di etanolo per recuperare tutto l'acido acetilsalicilico. Con questo metodo, dato che ogni aspirina contiene 400mg di C9H8O4 si recuperano 1,6g di acido.
In un becker da 250ml di sciolgono 5g di solfato di rame e con una siringa da 60ml con ago si depositano sul fondo 50ml di una soluzione acquosa al 20% di carbonato di sodio. Si scola la maggior parte del liquido e i lava il precipitato più volte con dell'acqua.
   
In un altro becker da 250ml si diluisce la soluzione alcolica di acido acetilsalicilico con 150ml di acqua e si aggiungono 0,8g di carbonato di rame precedentemente ottenuto.
Si mescola e si lascia decantare per alcuni minuti.
Si raccoglie il precipitato scolando l'acqua e si lava prima con 20ml di etanolo, poi con 40ml di acqua e poi di nuovo con 20ml di etanolo.
La resa è abbastanza buona 2g (teorica 2,5g) considerando la minima quantità di ASA che le aspirine contengono.
   
Il prodotto presenta ancora piccole impurità di carbonato di rame non reagito.
Perdonate la foto scura, ma con il flash sembrava verde, domani con la luce del sole faro una foto migliore.

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ale93 per questo post:
as1998
non mi sembra il modo diciamo "consono" di operare!
proprio per questo motivo, il carbonato di rame, ti è impossibile capire quale sia il carbonato e quale l'acetilsalicilato nei tuoi 2g di prodotto.
da quando l'acetilsalicilico si decompone scaldandolo a bassa temperatura quali 78°C c.ca (t° eboliizione EtOH/H2O)
Cita messaggio
(2010-12-23, 20:47)NaClO3 Ha scritto: proprio per questo motivo, il carbonato di rame, ti è impossibile capire quale sia il carbonato e quale l'acetilsalicilato nei tuoi 2g di prodotto.
da quando l'acetilsalicilico si decompone scaldandolo a bassa temperatura quali 78°C c.ca (t° eboliizione EtOH/H2O)
Si il problema è proprio la purificazione del prodotto.
Per quanto riguarda la decomposizione già avevo provato a estrarre l'acetilsalicilico dalle aspirine ricristallizzando da EtOH bollente e si è decomposto tutto in acido acetico :S

Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)