Acido benzoico... reazioni
credo abbia 500g di P2O5...
Cita messaggio
Wink 
Una sintesi a catena, se hai vetreria normalizzata e reagenti e vuoi divertirti... dall'acido benzoico all'anilina. Prima fai del sodio benzoato, poi esegui una distillazione "a secco" di una miscela intima di questo sale insieme a Ca(OH)2 (Calcio Idrossido - :irritante: attenzione agli occhi) in proporzione molare 2:1, tramite "forte" riscaldamento (reazione di decarbossilazione) e si raccoglie il distillato. Dopodichè il liquido rossastro ottenuto (colore dovuto a impurità) viene rettificato in colonna (tipo Vigreux). Il benzene distilla a circa 80,1 ° C. Ricordo che è un idrocarburo aromatico cancerogeno per l'uomo :tossico :infiammabile:. E' una molecola interessante, perchè tramite la nitrazione di esso puoi ottenere il nitrobenzene :tossico:, da cui puoi sintetizzare l'anilina :tossico: mediante semplice riduzione con Zn/Hcl (puoi sostituire lo zinco con Sn, Fe). Tramite distillazione in corrente vapore ottieni l'anilina (questa ammina può essere estratta ulteriormente dalla fase acquosa tramite solvente, con lo scopo di aumentare la resa (tipo diclorometano, cloroformio o etere etilico). Essa è un'importante precursore per la produzione di coloranti e farmaci. Se sei interessato posto in metodo più approfondito. Saluti!!
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano daniele per questo post:
Max Fritz
daniele, dalla tua risposta si evince che non hai letto bene il thread: credo sia assodato che max vorrebbe fare la benzamide sia di per sé sia per poi produrre anilina per trasposizione di hoffman, come era stato precedentemente citato, via di gran lunga più conveniente che decarbossilare l'acido, nitrarlo e poi ridurre il nitrobenzene (tra l'altro kirmer ha già nitrato il benzene con relativo post in sezione sintesi).

Il liquido rossastro sei sicuro che venga da impurità? O magari da reazioni collaterali? Dalla sintesi che proponi l'intermedio carbanionico della SE1 sembra sufficientemente reattivo. Penso che la decomposizione con acido solforico sia preferibile; ancora meglio la ben nota alternativa rame(I)/chinolina che in questo caso, visto anche il substrato aromatico, è particolarmente indicata.

@Max: ho detto 'na gran minchiata, con la P2O5 mi sa che vai direttamente al nitrile senza passare dal via e ritirare le 20.000 lire... :-D :-D :-D. Forse è più proficuo attuare una decomposizione termica; nell'Organic Synthesis c'è la sintesi dell'acetammide che puoi adattare al tuo caso: http://www.orgsyn.org/orgsyn/pdfs/CV1P0003.pdf
Loro usano un equivalente di acido acetico in più per agevolare la reazione: nel tuo caso sarebbe da provare questa aggiunta al posto dell'equivalente dello stesso benzoico che poi ti devi sbattere a distillare via.

Un'alternativa che ho scordato di citare è usare un estere dell'acido benzoico (metilico, etilico, na roba semplice comunque) e convertirlo ad ammide per reazione con ammoniaca: sempre citando l'OS si può vedere in http://www.orgsyn.org/orgsyn/pdfs/CV1P0153.pdf oppure in http://www.orgsyn.org/orgsyn/pdfs/CV1P0179.pdf . Loro sono agevolati dal cloro e dal ciano e quindi fanno la reazione addirittura a freddo, nel caso della benzammide puoi prendere spunto dalla sintesi del relativo acido idrossammico (http://www.orgsyn.org/orgsyn/pdfs/CV2P0067.pdf) che viene fatta praticamente a T ambiente.

Edit: ma come mai il counter messaggi te ne da 1 e invece ne hai 4?
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Zardoz per questo post:
Max Fritz
Grazie mille ad entrambi. L'unico problema è l'infinità di passaggi da fare per poterla ottenere (l'anilina). Fare il benzene.... non posso perchè sto ancora "assemblando" i vari pezzi dell'apparato di distillazione. L'unica alternativa che mi viene in mente (giusto per trovare un uso interessante al benzoico) è la sintesi del PABA (acido para-aminobenzoico) che pensavo di ottenere tramite nitrazione del benzoico e successiva riduzione... dite sia possibile? In caso pensiate che sia un lavoro lungo e laborioso... lasciate stare, non impazzite a trovare del materiale.
Dimenticavo: se le difficoltà del PABA stanno nella posizione -para, mi accontento anche dell'acido antranilico (orto) o di quello in posizione 3.
Cita messaggio
Dalla nitrazione dell'acido benzoico si ottiene il meta-nitro derivato (i carbossilici sono meta-orientanti). La via migliore è l'ossidazione del paranitrotoluene.

Un'altra cosa che mi viene in mente e che potresti sintetizzare, visto che hai la P2O5, è l'anidride benzoica. E con quest'ultima puoi farti l'ammide per reazione con ammoniaca... :-) oppure esteri vari con tutti gli alcoli che vuoi... :-)
Cita messaggio
Wow, avevo visto che si poteva fare l'anidride benzoica, ma non credevo che ce da lì si potesse produrre la famigerata ammide... ma a questo punto, mi servirebbe ammoniaca gassosa, dico bene?? Vabè, se hai voglia, incomincia a spiegarmi come si può fare l'anidride.
Cita messaggio
Uhm...
Sull'OS c'è la sintesi via disidratazione con anidride acetica (http://www.orgsyn.org/orgsyn/pdfs/CV1P0091.pdf) da cui si può prendere spunto per adattarla a questa...

A titolo di esempio si potrebbe prendere l'acido benzoico e scaldarlo a fusione o con un solvente altobollente etereo o idrocarburico (quindi sui 125-130°C) su un letto di P2O5 in eccesso, tipo 2-3 equivalenti: questa idratandosi dovrebbe diventare in parte acido fosforico, sciropposo. L'anidride fonde sui 45°C quindi alla fine ottieni una mistura liquida, a caldo.
La miscela, raffreddata, si potrebbe poi sbattere in toluene, separando il fosforico e la P2O5 rimasta, e l'anidride si può cristallizzare dal toluene con etere di petrolio.

Non ti assicuro però che la conversione sia quantitativa, probabilmente tracce di acido non reagito rimarranno. E' tutto da provare.

Se avessi la possibilità di distillare sottovuoto sarebbe meglio così potresti separare l'anidride dall'acido benzoico per frazionamento.
Cita messaggio
Potrei usare il limonene, che non è neanche infiammabile. Quindi letto di P2O5 e sol. di benzoico in limonene. Lascio disidratare per un pò e faccio evaporare il solvente, dopo aver asportato la fase con l'H3PO4 e/o i suoi gemelli meno idratati.
Cita messaggio
Siete molto fantasiosi :-) , lo dico con simpatia.

Scordati però di sostituire un solvente come il toluene o xilene con la mistura di isomeri commerciata come "limonene". "Il simile non è uguale" scriveva Primo Levi...ma qui neppure c'è la somiglianza.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Beh, commerciata dalla Carlo Erba... con tutto quello che mi fa pagare, spero che abbia una sua purezza. Alternativamente userei l'acetone, non è altobollente, ma evapora con facilità.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)