Acido tranexamico
(2014-04-27, 17:31)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: Non ho capito perchè lavare il prodotto cristallizzato con etanolo. Soltanto per perderne il 20%? Mah...

Non c'era un motivo particolare per la verità... *Fischietta*
Però quest'acido dovrebbe essere quasi insolubile in etanolo (1 mg/ml) e un lavaggio pensavo potesse aiutare nella purificazione.
Cita messaggio
Purificazione da che cosa? Quando si lava un prodotto su filtro, non basta che quel prodotto sia poco solubile nel solvente adottato per il lavaggio, ma è indispensabile che gli inquinanti eventali invece lo siano molto. Se uno non sa quali inquinanti eliminare, diventa difficile selezionare il solvente adatto al lavaggio. ;-)
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
(2014-04-27, 18:43)Dott.MorenoZolghetti Ha scritto: Purificazione da che cosa? Quando si lava un prodotto su filtro, non basta che quel prodotto sia poco solubile nel solvente adottato per il lavaggio, ma è indispensabile che gli inquinanti eventali invece lo siano molto. Se uno non sa quali inquinanti eliminare, diventa difficile selezionare il solvente adatto al lavaggio. ;-)

In effetti il ragionamento non fa una piega. :-P

Beh io quando pensavo a "impurezze" è perché le fiale erano scadute, anche se da poco...
Cita messaggio
Ogni tanto è bene applicare il rasoio di Occam, facendo attenzione a non tagliarsi. ;-)
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
ohilà, AgNO3
Di-tranexamato diaquo rame(II)

REAGENTI
- Acido tranexamico
- Rame(II) solfato (pentaidrato)
- Sodio idrossido

PROCEDURA
Solubilizzare 1 g di acido in 100 ml d'acqua distillata e 0,2 g di NaOH in 5 ml: è meglio che la soda sia in leggero difetto piuttosto che in eccesso.
Sotto agitazione mescolare le due soluzioni per salificare l'acido.

Solubilizzare 0,8 g di CuSO4 pentaidrato in 100 ml d'acqua distillata. Aggiungere questa soluzione a quella del sale sodico, nel giro di una mezz'ora e sotto costante agitazione. La soluzione diviene prima di un azzurro sempre più intenso e poi comincia a formarsi il precipitato desiderato.

       

Decantare, filtrare (è un po' fastidioso), poi lavare con acqua.
Ho ottenuto mezzo grammo di prodotto.

   

Ho preso spunto da qui, dove sono indicate le sintesi di vari derivati dell'acido tranexamico, incluso quello che ho fatto:
http://scialert.net/fulltext/?doi=jms.20...333&org=11
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ohilà per questo post:
fosgene, Copper-65




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)