Acquario
Si, molto bello. Tra l'altro piccolo e quindi non facile da tenere, sopratutto per un acquario marino. Quanti litri fa? E' dotato di un filtro biologico?
Cita messaggio
(2012-07-14, 08:56)MarcoA Ha scritto: Si, molto bello. Tra l'altro piccolo e quindi non facile da tenere, sopratutto per un acquario marino. Quanti litri fa? E' dotato di un filtro biologico?

Rispondo a Marco e, nel contempo, ne approfitto per alcuni suggerimenti e qualche altra foto.

   


Per allestirlo basta un cubo da una decina di litri con una buona pompa ed una buona lampada per l'illuminazione, non serve riscaldatore, non serve altro.
Il filtro interno è biologico/meccanico molto semplice: la pompa getta l'acqua in una vaschetta a tramoggia con dentro una spugna (filtrazione meccanica) ed alcuni pezzetti di legno mezzi marci prelevati sulla battigia (saranno il supporto per gli agenti biologici naturali).

Per farvi il vostro mini mediterraneo casalingo, procederete, nell'ordine, all'acquisto del cubo (sui 30 Euro), poi una gita al mare dove in mezzo ai sassi della massicciata troveremo sassi e legnetti ricoperti di alghe, gamberetti, granchietti, paguri, lumachine, ecc. ecc.
L'importante è che le loro dimensioni siano adatte a quelle del vostro acquario.
Vi consiglio di raccogliere il materiale biologico subito prima del ritorno, per abbreviare la permanenza nel baule dell'auto.
Se trovate dei vecchi legni o sassi da lungo tempo immersi in acqua, li vedrete ricoperti di tubicini calcarei, sono i vermi chiomati, bellissimi da osservare, ma non prendetene più del necessario.
Tutta questa bella robina la mettete in un bidone di plastica con coperchio, assieme ad acqua di mare fino a metà scarsa.
Poi andate un po' più al largo e prelevate una tanichetta di acqua pulita, tanta quanta ve ne serve per riempire l'acquario.

A casa allestite l'acquario e lasciate assestare il tutto.

Se per caso siete anche appassionati di microscopia, il filtro sarà per voi una miniera inesauribile di interessanti osservazioni: diatomee, batteri, micro alghe, larve di qualsiasi cosa, naupli, di tutto e di più.

   


Per l'alimentazione, tutto dipende da cosa avete dentro, ma in genere va benissimo un paio di cozze spappolate, o qualcosa di simile, ma sempre ridotto a dimensioni di cremina.

   


Come manutenzione, la sola sostituzione dell'acqua evaporata con acqua distillata: io uso quella di scarico dei miei condizionatori.

Un solo consiglio: specie all'inizio, con il filtro biologico non ben costituito, non esagerate con il materiale organico che poi deperisce, per non fare marcire l'acqua.

Buon divertimento
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Enotria per questo post:
AgNO3, Max Fritz
Citazione: Enotria scrisse:
Come manutenzione, la sola sostituzione dell'acqua evaporata con acqua distillata: io uso quella di scarico dei miei condizionatori.
Enotria stai attento, se l'acqua del condizionatore viene condensata su tubi di rame e/o fuoriesce raccolta sempre da un tubo contenente rame, questo metallo per molte specie ittiche equivale al cianuro di potassio per i mammiferi, ho visto molti pesciolini a pancia in su, per la sola presenza di un rivetto di rame o di ottone.

Roberto
Cita messaggio
Inoltre il condizionatore potrebbe condensare sostanze inquinanti dall'aria. Qualcuno dice anche che nei tubi della condensa si formano ceppi batterici (ma credo che questo tu lo puoi confermare o smentire sopra ogni dubbio). Per quell'uso, comunque me sarebbe meglio un po' di acqua demineralizzata.

Comunque, acqua di reintrgro a parte, la gestione non sembra poi così complicata come mi aspettavo: probabilmente la chiave sta proprio nel non esagerare con gli inquilini. Svolgi qualche analisi sull'acqua? Per esempio calcio e magnesio sono costanti? Te lo domando perchè è probabile che esseri come i vermi chiomati, le lumache, ma anche i vegetali decalcifichino l'acqua per i loro scopi (questo nel dolce accade).
Cita messaggio
(2012-07-15, 06:55)MarcoA Ha scritto: probabilmente la chiave sta proprio nel non esagerare con gli inquilini.

Molto giusto, ed a maggior ragione se il contenitore è un cubo di pochi litri.

Tenete comunque presente che le specie che immettiamo nell'acquario Mediterraneo è formato da individui che da anni convivono nei nostri porti, nelle nostre acque, alle foci dei fiumi più inquinati e nelle condizioni spesso al limite della balneabilità.

   

Talvolta, quando immetto nuovi ospiti nell'acquario, si sentono distintamente i loro commenti: "ma che acqua buona che c'è qui, è anche filtrata e ossigenata, una vera goduria ! "

Con tutto questo, il messaggio che voglio trasmettere NON è fate come me, ma semplicemente è facile, è molto istruttivo e, certamente, voi farete molto molto meglio di me. :-D

   


E se, come me, avete dei nipotini, invece che lasciarli ad inebetire davanti al TV con i cartoni animati, fategli vedere l'acquario, otterrete lo stesso identico effetto, quasi ipnotico, solo che in questo caso voi ne potete approfittare per qualche simpatica lezioncina di Biologia, Ecologia, ecc.

   
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Enotria per questo post:
Max Fritz, Dott.MorenoZolghetti
Dall'ultima fotografia non riesco a capire se è proprio lei a causa delle definizione.. però credi e credete che sia questa? L'Apistasia??

http://www.acquaportal.it/nanoportal/Art...efault.asp

Occhio perchè sarebbe abbastanza pericolosa per il tuo nanoreef
Cita messaggio
Hai visto benissimo, è una piccola Aiptasia, ma vedi, la sua pericolosità è certamente deleteria in un acquario tropicale, in cui tutto è al limite della sopravvivenza e la vita o la morte è un gioco di difficili equilibri.

Ma se tu tieni un acquario con specie nostrane, difficilmente ti sorgono dei problemi gravi: tutte le specie sono adattate e selezionate da anni di inquinamento e di condizioni ambientali difficili e sono sopravvissute.
Una volta nel tuo acquario, difficilmente stanno peggio.

   
Nella foto, un gamberetto va a spasso in groppa ad un paguro dalle zampe blu.

Il problema vero è l'alimentazione adatta a ciascun ospite e l'insorgenza di tossine micidiali.

Per l'alimentazione basterebbe non essere distratti come me, che per giorni e giorni mi dimenticavo che anche loro dovevano mangiare, per le tossine state attenti a cosa mettete dentro: una spugna danneggiata può decomporsi e liberare delle tossine che, dato l'ambiente limitato, sterminerebbero ogni forma vivente in pochi giorni.
In tal caso, l'unica soluzione è buttare via tutto e convertire l'acquario ad acqua dolce: non si può fare altro. :-(
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)
Cita messaggio
Si si hai perfettamente ragione ;-) ma le "rocce vive" le hai acquistate o sono pezzi di scoglio?? asd

Eh si! Infatti il marino è molto complicato però è molto più semplice gestirne uno di dimensioni elevate perchè un errore commesso oppure l'inserimento di un inquinante si nota molto meno in un ambiente così grande (di solito si parla dai 200 fino anche a 1000 e passa litri!). Capite bene che c'è molta dispersione.. e i valori dell'acqua rimangono pressochè identici

Però non credete che sia semplice! Io sono 4 anni che possiedo un dolce e sono molto contento e soddisfatto, ho fatto i miei errori e ora ho imparato a non farne più. Però come consiglio posso dirvi di armervi di tanta pazienza e soprattutto per mantenere il benestare alle creature che ospitate ci vuole tanta, tanta costanza!
Cita messaggio
Io adoro allevare animali invertebrati! Purtroppo non ho la possibilità di andare a recuperare animali marini (al contrario di quanto dicesse qualche ignorante conduttore di TG), solo lacustri! Per questo mi sono dedicato ad animali terricoli.
Cita messaggio
Beh Beef di solito i pesci, gli invertebrati e le rocce si comprano! E' difficile che venga un acquario da mostra con animali trovati in natura.. Nonostante quello di Enotria sia venuto molto bene, ma è raro!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)