Agitatore magnetico; come costruirli e varie tipologie
(2009-09-08, 16:10)myttex Ha scritto: Grandeeeeee le si sente che tu sei dalle mi parti! W la toscanaaa.

p.s.: hambia telehamera! che le si vede sfohato in due o tre punti! :-P:-P :-D
pps.: seriamente, potevi usare dei gommini invece che le lego ;-)
ppps.: complimenti! :-D
-si, proprio di firenze! w la hoha-hola con la hannuccia!!!
-è il fatto è che era perfetto come video però pesava 140Mb O_O e ci voleva troppo tempo per caricarlo sul tubo allora ho buttato tutto su movie maker ho ridimensionato a 20Mb... ma ho perso un po' di qualità... vabbè l'importante è che si vede asd
-amo il lego, è troppo versatile XD
-GRAZIE!
Cita messaggio
Finalmente una spiegazione decente XD
Cita messaggio
davvero molto interessante.

mi chiedevo se e quanto sarebbe complicato introdurre il riscaldamento.
magari non ad altissime temperature.
anche perchè i magneti non tollerano bene il calore elevato.

cmq anche a freddo è un idea molto interessante e davvero abordabile come costo.
complimenti :-)
Cita messaggio
Io penso possa bastare una resistenza di un vecchio ferro da stiro... ma cio' diventerebbe molto più complesso asd
Oppure... (idea :-D) si potrebbe smontare una piastra riscaldante (quelle da campeggio da 13/18 euro) e implementarci l'agitatore (ventola + magnete + regolatore :-D)

Ciaoo!



Cita messaggio
Mi spiace ma penso che la faccenda sia molto più complessa (al punto che sia più conveniente comprarne uno già fatto). Mi spiego: se aggiungiamo una resistenza che si scalda dobbiamo fare anche il circuito che regoli l'entrata di corrente e la temperatura, per evitare il cortocircuito e il surriscaldamento. Inoltre non basterebbe più l'energia delle batterie ma ci si dovrebbe collegare alla rete di casa. Ed infine non si potrebbe utilizzare più la ventola del pc che con il calore si scioglierebbe!

Una possibile soluzione potrebbe essere l'utilizzo delle nuove piastre a induzione che hanno lo slogan "cuoce ma non brucia", in quanto il piatto della piastra dovrebbe rimanere freddo e quindi ci andrebbe anche bene il problema, almeno da quanto ho capito, è che si possono usare solo per contenitori ferromagnetici, quindi addio beute, becher e palloni di vetro...
Inoltre questa tecnologia mi è completamente sconosciuta quindi mi dovrei documentare di più per un eventuale utilizzo...

VIDEO, ecco un video dove potete vedere la complessità di un agitatore riscaldato.
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
l'induzione usa i campi magnetici per generare correnti indotte e quindi calore.
il problema è che noi nel beker abbiamo un magnete, e che il magnete risponderebbe all'induzione riscaldandosi per be e superata la soglia di magnetizzazione perderebbe le sue proprietà magnetiche.

i magneti in ferrite che sono meno potenti, tollerano però temperature più elevate.

il video è molto interessante :-)
Cita messaggio
quesito:

hai idea di quale sia la velocità minima di rotazione possibile con questo sistema
e a che tensione si raggiunge?
Cita messaggio
ho visto in giro degli agitatori magnetici ultra piatti che non hanno motori e magneti in movimento.
a quel che dicono, utilizzano una corona di elettromagneti, gestiti elettronicamente che fanno ruotare solo il campo magnetico.

secondo voi è molto complicato da fare in casa?
Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio
potresti postare un link per vederli o il nome esatto?
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
http://www.microglass.it/3_JKA/3_JKA_SCHEDE/LABDISC.htm
Vuoi saperne di più sulla Fotografia:
fotoQualcosa
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)