Aiuto sulla sintesi dello iodio dalla tintura di iodio
Question 
Salve a tutti, vorrei sapere qualcosa di più su questa reazione. Ho provato a farla più volte ma il risultato non è quello che speravo. Ho aggiunto alla tintura di iodio un ossidante (perossido di idrogeno a 36 volumi) e poi acido cloridrico (diluito al 30%). Ho seguito le proporzioni da un video di youtube ma non penso che siano corrette. Lo iodio che precipita da me è veramente poco, quasi invisibile :-( Vorrei sapere le giuste proporzioni tra i reagenti e quale ruolo gioca l'acido cloridrico nella reazione. Inoltre, lo iodio prodotto da questa reazione potrà essere usato per la reazione 2Al + 3I2 → 2AlI3? Mi inchino virtualmente a chi dissiperà il mio dubbio *Hail* :-D
Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l'etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente. :tossico:
Cita messaggio
La soluzione rimane colorata intensamente in marrone o è presente solo una colorazione lieve e la soluzione appare trasparente (non marrone impenetrabile come prima dell'aggiunta dei reagenti)? L'acido serve come fonte di ioni H+ che permettono l'ossidazione dello ioduro a iodio elementare da parte del perossido di idrogeno. A pH basici la reazione non avviene. HCl al 30% non è diluito...

La reazione di ossidazione è 2I- + H2O2 + H+ => I2 + 2H2O

Non so che concentrazione abbia la tintura di iodio...Poi ultima domanda, sei sicuro di aver preso la "vecchia" tintura di iodio e non quella che oggi occasionalmente (ma anche spesso) i farmacisti chiamano sempre tintura di iodio, ma è una cosa un po' diversa..contiene iodopovidone, che è un ottimo disinfettante, ma per i nostri fini non serve quasi a nulla perchè di iodiolibero o liberabile dentro ce n'è proprio poco...
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
La soluzione presentava un colore abbastanza trasparente ma tendente al giallo... la "tintura" l'ho comprata di recente in farmacia quindi penso sia quella contenente idopovidone.. Sapresti dirmi dove procurarmi quella "vecchia"? Grazie di avermi delucidato le idee comunque :-D
Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l'etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente. :tossico:
Cita messaggio
Ho seguito le proporzioni da un video di youtube.
Così è un pò difficile aiutarti ..non è che adesso devo cercare per chissà quanto tempo un video x fra molti.(senza offesa)
Ripeti l'esperimento indicando i quantitativi usati ,magari posta qualche foto,così sarà più chiara a tutti la situazione .
Poi,potrai ricevere risposte concrete,altrimenti rimane tutto molto teorico e vago.


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano jobba per questo post:
LeMentiLibere
Beh credo che in farmacia vendano anche quella con KI3..basta chiedere. Comunque mi sono scordato di dirti che lo iodio prodotto contiene un sacco di acqua, quindi non va molto bene per produrre AlI3 anidro...Io rimango dell'idea che loiodio è meglio comprarselo su ebay tedesco, spesso si trovano molte buone occasioni. Cerca qui:http://www.ebay.de/sch/Laborzubehor-/70312/i.html?_catref=1&_trksid=p3286.c0.m1538 mi hai ricordato che a breve devo rimpolpare le scorte di I2..asd Non sembre ma se ne usa sempre un sacco per fare pochi g di SnI4 o SbI3...
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano marco the chemistry per questo post:
LeMentiLibere
Non vorrei dire una cavolata, ma aggiungerei che, se riesci a procurarti la KI3, ti conviene prima lasciarla evaporare, quindi procedere alla sintesi.
Altrimenti potresti forse finire per ridissolverti lo iodio nell'etanolo della tintura.
O comunque sprecheresti un po' di perossido nell'ossidazione dell'etanolo ad acetaldeide che avverrebbe come reazione collaterale.

Dunque, se fai evaporare la tintura e rimani con KI + I2, poi puoi procedere con la via cloridrico/perossido.
Una volta filtrato lo iodio precipitato puoi purificarlo e in parte disidratarlo con cicli di ricristallizzazione: metti il tutto in un contenitore e copri con un secondo contenitore riempito con un bagno di acqua e ghiaccio. Esponendo il primo contenitore ad una modesta fonte di calore, lo iodio sublimerà e ricristallizzerà sul fondo del secondo contenitore.
Cita messaggio
Ultimissima cosa, mi pare ovvia, però...non è che hai usato 10ml di tintura diluiti in 1 litrod'acqua, vero? lo iodio comunque una sua solubilità in acqua ce l'ha...
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Io proverei usando un diverso agente ossidante. Ti invio in privato una procedura che usa ipoclorito di sodio. E' in inglese però.
" Trasformare rifiuti in risorse "
Cita messaggio
(2012-12-02, 18:45)marco the chemistry Ha scritto: ebay tedesco

Semplicemente fantastico :-D l'ho trovato, anche a basso prezzo, grazie mille :-)

Jobba, la prossima volta sarò più preciso :-)
Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l'etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente. :tossico:
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LeMentiLibere per questo post:
jobba
zodd....scrivi quisemplicemente perchè vorrei saere come si fa a ricavare I2 usando NaClO in ambiente acido...perchè in ambiente basico fai naIO3 o Na2H3IO6 diretti...
I crucchi sono fantastici! Trovi di tutto e a prezzi molto buoni, solo le spedizioni sono un po' costose.
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)