Alchimia sperimentale
(2014-02-08, 15:15)GiuseppeT Ha scritto: Frank: cosa ci vedi di tanto criminoso in questo ? chi maneggia queste sostanze sa quello che fa ,chi porta avanti queste ricerche è conscio dei pericoli...passeggiando in strade di campagna dalle mie parti trovo tonnellate di amianto buttate in tutte le forme e misure (solo un esempio tra tanti) come mai nessuno chiama i carabinieri ? anzi se qualcuno gli chiamasse stai sicuro che neanche verebbero...quindi non diciamo castronerie per cortesia !

Pensare di poter tranquillamente trasformare Hg in Au non mi sembra un idea partorita dal cervello di qualcuno che sa quello che fa, ricercatore CNR o no. E basta farsi un giro su YouTube per rendersi conto di quanta gente lo maneggi in maniera totalmente incosciente.

Cosa ci vedo di criminoso? Non stoccare in sicurezza e/o smaltire mercurio in maniera non in linea con le disposizioni di legge comporta l'arresto da un minimo di sei mesi ad un massimo di un anno, con un ammenda dai 2.600€ a 27.000€. Ecco cosa ci vedo di potenzialmente criminoso. E dico potenzialmente perché magari tu sei in grado di adempiere a ciò che la legge impone e dunque la questione non sussiste. Comunque in un caso o nell'altro la mia era solo una provocazione per farti notare che quello di cui si parla può avere dei risvolti in ambito penale, tutto qua. Nessuno ha intenzione di denunciarti realmente alle autorità, anche perché sino a prova contraria non mi sembra tu abbia infranto la legge.

E il fatto che qualcun altro inquini e rimanga impunito non ti autorizza a fare altrettanto; nella mia città ci sono discariche a cielo aperto, distributori di benzina non a norma, fabbriche e aziende petrolchimiche che inquinano ben più di quello che gli sarebbe consentito, ma non per questo lascio bottiglie di benzene aperte in giardino.
"Il successo [...] non sta nel riuscire a risolvere problemi, ma nel renderli banali. Il vero momento di gloria arriva con la scoperta di una nuova teoria che non risolve nessuno dei vecchi problemi, ma li rende irrilevanti."
G. Rota
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Frank per questo post:
quimico
Io ho una domanda, molto da ignorante...o almeno da uno che non vuole "andare controcorrente"..
Perchè il liquido argenteo ritratto nella foto qui sotto che è in mio possesso ormai da 20 anni e si è formato da miliardi di anni non è ancora diventato un monoblocco di oro purissimo dal valore di circa 30000 euro?
[Immagine: 8jvx.jpg]
(chiedo scusa per la foto schifosa)
Manca per caso il catalizzatore segreto insito nel vasetto della marmellata o nel'aceto bianco?
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Marco, ma quanto bel mercurio ! complimenti ! :-D ....bhe... cosa ti devo dire... la metodica l' ho fornita,assolutamente non garantendo il risultato, sta te servirtene o meno , crederci o no... o quantomeno farsi venire qualche dubbio, se, in qualche modo , dentro di te fa scattare "qualcosa " altrimenti va bene ugualmente....

Frank hai fatto bene a ricordare la legislazione ,ho dato per scontato che sul forum tutti fossero informati sulla pericolosità del mercurio e sulle necessarie precauzioni da prendere nel maneggiarlo, ma siamo su internet dove chiunque,anche qualche quindicenne ingenuo potrebbe farsi male . L' esperimento descritto può essere eseguito solo da persone che hanno molta pratica di laboratorio, che sanno quel che fanno, che sono edotti sui rischi, le precauzioni da prendere e la legislazione vigente.

Detto questo , considerato che il Mercurio ha numero atomico 80 e l ' oro numero atomico 79 ...si tratterebbe solo di "togliere" un protone ed un neutrone dal nucleo ....detto così sembra semplice e che ce vò ? invece la scienza dice che servono immense energie per farlo, le trasmutazioni sono possibili solo nelle stelle(che trasmutano quantità immense di materia) e negli accelleratori di particelle. Ora sapendo che gli accelleratori forniscono una grande energia per un brevissimo intervallo di tempo, non possiamo ipotizzare che si possono ottenere trasmutazioni con energie molto più basse e tempi molto più lunghi ? ricordo che l' esperimento descritto dura quattro mesi ...non lo so è un idea magari campata in aria.....
" Humile so et humiltà me basta, dragon diventarò se alcun me tasta " - Matteo Tafuri . Alchimista ,medico e filosofo salentno


Cita messaggio
(2014-02-08, 20:32)marco the chemistry Ha scritto: Io ho una domanda, molto da ignorante...o almeno da uno che non vuole "andare controcorrente"..
Perchè il liquido argenteo ritratto nella foto qui sotto che è in mio possesso ormai da 20 anni e si è formato da miliardi di anni non è ancora diventato un monoblocco di oro purissimo dal valore di circa 30000 euro?

C'ho provato anch'io,ma mi avanzano sempre 1 elettrone,un protone e un neutrone... :-D
comandante diavolo *yuu*
Cita messaggio
A parte la fede (per queste cose ci vuole soprattutto fede...) e le fin troppo facili ironie sulle quali non insisto, si notano sempre in esperimenti di questo tipo dei fattori comuni, messi ad arte proprio per renderli antiscientifici.
Un esperimento "scientifico" è una evento perfettamente verificabile e replicabile da terzi, proprio per definizione.
Nell'elenco delle procedure per la produzione di questa ennesima pietra filosofale (si tratta nè più nè meno che di questo!) si rasenta la pedanteria nel definire ogni oggetto anche col prezzo e luogo di acquisto, come per convincere che tutto è assolutamente reale e verificabile, al millimetro.
Poi, venendo al sodo, appare come reagente fondamentale "l'aceto bianco" assieme all'acido acetico "chimico" ed i becher da laboratorio diventano improvvisamente "barattoli zuegg", col loro coperchio di ferraccio smaltato (come è già stato fatto notare).
Ecco che, magicamente, in caso di insuccesso c'è l'alibi bello e costruito (e neanche tanto mascherato): -ma tu che cavolo di aceto hai usato? -Ma per caso ti si sono corrosi i coperchi? Eccetera... eccetera.
Come il povero Dr. Jeckill che non riusciva a liberarsi di Hyde proprio perchè mancava "una certa indefinita impurezza" nelle sostanze chimiche usate.
O come le foto degli UFO: quante ne abbiamo viste? Migliaia. E quante ne abbiamo viste con l'oggetto messo a fuoco? Nessuna... tutte, dico TUTTE, rigorosamente sfocate. Anche qui proprio ad arte per rendere l'evento antiscientifico, ovvero non verificabile e irriproducibile.
Avere un chilo di mercurio? Non è un problema, anche Marco ha il suo bel cilindrone asd
Se la procedura fosse seria e SCIENTIFICAMENTE VERIFICABILE basterebbe scalare le proporzioni (come facciamo sempre) e farsi le pagliette d'oro da far vedere su questo forum partendo da cento grammi, che sono in definitiva pochi ml di Hg .
Se da un chilo viene una bella pioggerella di pagliuzze, da un etto ne verrà poco, ma sempre visibile e fotografabile.
Sette ml e mezzo di mercurio sacrificati per la scienza? E chi non li sacrificherebbe?
Ma c'è di mezzo, neanche a farlo apposta, quell'aceto, quei coperchi... Rolleyes
Tutto questo per il simpatico Giuseppe T, che saluto caramente.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano al-ham-bic per questo post:
Dott.MorenoZolghetti, TrevizeGolanCz, Beefcotto87, quimico, MaXiMo
Come già detto: un conto è la scienza, un altro è la filosofia. Non si tratta di fede, ma di ragione. Se asserisco che Dio esiste e vi chiedo di crederci, il crederci implica un atto di fede. Se però vi dico: è possibile tramutare il vile metallo (in questo caso Hg, che tanto vile poi non è...) in oro e vi fornisco la "ricetta", allora non si tratta di crederci, ma di provare. Scusate tanto, amici cari, ma non credo di essere l'unico uomo sulla Terra ad aver versato acido sul mercurio... Almeno tu Max lo avrai fatto spero... ;-) ... Bene, posso dare testimonianza "urbi et orbi" che disciogliendo in acido (ho usato iodidrico, nitrico e fluoridrico, ma MAI l'acetico) del mercurio (non esposto al chiaro di Luna, questo va detto!) NON ho ottenuto pagliuzze di oro. Non ho mai eseguito la procedura descritta da GiuseppeT, tuttavia mi sento autorizzato a ritenere che nell'aceto bianco o nel vetro dei vasetti di confettura non siano contenute tracce significative di oro. Ergo, per deduzione logica, posso affermare l'infondatezza dell'assunto iniziale. La fede non serve, in questo caso. Basta e avanza la ragione.

Invece possiamo preoccuparci di un'altra cosa: l'accelerazione.
Ora, ci sono vocaboli nella lingua italiana che si prestano a grafie errate, uno fra tutti è il collutorio che viene scritto con due T, ma che si scrive con una sola. In questo caso c'è la scusante della pronuncia: solitamente si sente dire la parola con due T e si finisce con lo scriverla sbagliata. Per accelerazione invece non conosco la causa, come anche per "vasellina". Accelerazione e le parole affini (accelerare, acceleratore, accelerato, ecc.) e vaselina hanno una sola L. Qui non è più questione di filosofia, ma di ortografia.

Concludo nel dire che la discussione proposta da GiuseppeT non è sgradevole, anzi è stimolante e non vi è nulla di male nel discuterne, purchè non implichi un atto di fede il dover credere che corrisponda a verità quanto asserito in apertura. Mistificazione sarebbe allora e nulla d'altro. ;-)

Tuttavia, se qualcuno avesse ancora dei dubbi, non credendo a quanto da me sperimentato, mi metto a sua disposizione nel fornire, dietro opportuno pagamento, un chilogrammo di Hg puro per analisi (S.A.), un litro di acido acetico (S.A.) e una copia del Candelaio di Giordano Bruno, per le dovute prove sperimentali. :-D
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
ClaudioG.
Cavolo.. ed io che pensavo di essere fuso...porca miseria girando sul web, stimolato da questo post ho trovato di tutto, portali dimensionali, ricettari alchemici on-line, trasmutatori energetici, pubblicazioni CNR (contribuente pagate..) peggio di alcuni post del forum per contenuto e testo, fusori molecolari, megnetron..per uso domestico o spagirico ect ect ect. il tutto a volte in vendita..(ripeto in vendita)
Tante ricette alchemiche appunto inutili perchè scambiate per metodi chimici e viceversa.
GiuseppeT l'alchimia non è morta..solo non è una scienza..la formula o ricetta alchemica da te scritta ..lo prova basta avere fede.... e crederci.
*Hail* Sirio è lucente <==> Pepi è stabile e perfetto *Hail*
Cita messaggio
"Science without results is just witchcraft.
Get results or you're fired. If you suspect a coworker of bein' a witch, report them immediately.
I cannot stress that enough.
Witchcraft will not be tolerated."
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
(2014-02-09, 10:12)MaXiMo Ha scritto: ...l'alchimia non è morta..solo non è una scienza.. basta avere fede.... e crederci.

Proprio così.
Il credere fermamente in una cosa (qualsiasi) arriva spesso ad essere talmente ciechi da non voler nemmeno fare l'azione galileiana più banale per verificarla. Provare.
Cita messaggio
Infatti Galileo ..poveraccio, non ha avuto bisogno di andare sulla Luna, con tutta la santa congrega di giudicanti, per provare le sue teorie.
Salvo poi accettare di firmare una smentita ufficiale delle sue ipotesi e dei suoi scritti...il povero alchimista Galileo dell' "eppur si muove" costretto ad umiliarsi ed a rinnegare in vita, di fronte al falso le sue verità....una vera e propria abiura ( x lo scrivente la cosa più insulsa dopo il tradimento) si la scienza e gli scienziati sono una cosa gli alchimisti un'altra...

Scusa Al è uno scritto troppo alchemico ?

Con stima e simpatia MaXiMo
*Hail* Sirio è lucente <==> Pepi è stabile e perfetto *Hail*
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)