Alcuni cristalli
penso che lo abbia distrutto.
Cita messaggio
(2011-11-02, 21:28)marco the chemistry Ha scritto: Lo hai fatto facendo raffreddare una soluzione satura a caldo allora?? Io invece li ho fatti crescere con tanto amore e calma da una soluzione fredda asd

Io non ho la tua pazienza Marco Rolleyes ; avendola, su quei cristalli si potrebbe fare un bel test della piezoelettricità.
Credo che si potrebbe vedere il picco di tensione all'oscilloscopio quando lo schiacci, e sarebbe interessante!
Cita messaggio
Al tu non hai la pazienza per farli crescere, io non posseggo i materiali per misurare la piezoelettricità di tali cristalli....
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Chi ha il pane non ha i denti...
Al, ma non eri tu ad aver avuto la pazienza per aver fatto cresciere il propionato di rame?
Cita messaggio
(2011-11-03, 18:57)NaClO3 Ha scritto: Chi ha il pane non ha i denti...
Al, ma non eri tu ad aver avuto la pazienza per aver fatto cresciere il propionato di rame?

Giusto Clorato, ma... una rondine non fa primavera!
Ci sono solo un paio di miei cristalli qui in giro per il forum, a ognuno le sue preferenze di lavoro Rolleyes
Ma magari ci riprovo col Seignette.

Cita messaggio
Aggiungo alla collezione virtuale di cristalli anche quelli dell'acetato doppio di rame e calcio, CaCu(CH3COO2) x 6H2O.

[Immagine: dscf7734y.th.jpg]

[Immagine: dscf7732z.th.jpg]

[Immagine: dscf7731d.th.jpg]
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
O_O *Sbav* mamma mia! Sono spettacolari! Complimenti Marco continua così *yuu*
Cita messaggio
Continuo continuo! asd Ho già in crescita altri cristalli...
Comunque mi son scordato la "ricetta" per la preparazione di questo sale: si mescolano una mole di Cu(CH3COO)2 x H2O con una mole di Ca(CH3COO)2 x H2O, entrambi in soluzione acquosa satura a freddo. Si scaldano le due soluzioni fino a quasi bollore, si aggiunge ad ognuna un poco di acido acetico glaciale , onde prevenire l'idrolisi, si mescolano le due soluzioni e si lascia cristallizzare. Si formeranno quindi (si spera) dei germi di cristalli, che vanno separati dalla soluzione, selezionati e i migliori messi a crescere! Il cristallo è servito! asd
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Grazie mille Marco della spiegazione :-)

Comunque in generale si procede in questo modo per i sali doppi ad esempio gli allumi... Confermi Marco?
Cita messaggio
Non conoscevo questo doppio sale.
Ti faccio anch'io i miei complimenti per quei cristalli, davvero spettacolari!
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)