Anticalcare magnetico (Superblock) + TEST
Come detto sopra, mi piace tenermi sempre al passo con la tecnologia, per quanto possa capirne.
Ho appena assistito ad un seminario della Merck (quindi una azienda grande e molto quotata) in cui parlavano dei nuovi metodi appena messi a punto per la purificazione delle acque con nuove resine e membrane, utili anche per desalinizzare l'acqua di mare oltre che per purificarla e potabilizzarla. Lasciando stare il livello elevato, non accessibile a chiunque, almeno loro hanno usato dati, ricerche, studi...
Non hanno parlato di cose pseudo- e fantascientifiche. Ma la cosa avviene anche a livelli più bassi, si fa per dire, quando sono stato a meeting e conferenze di ARPA o Università, oltre che ad EXPO per chimici.
A me la cosa che fa incazzare, al di là delle putt... porcate dette, è che queste "aziende" si facciano pagare a peso d'oro, spacciandosi per geni incompresi, facendo leva sulla scarsa conoscenza scientifica e tecnica della gente comune. Ci mancherebbe che ora tutti debbano essere preparati su ogni cosa *Si guarda intorno* *Tsk, tsk* ma si deve cercare di informarsi prima da tecnici ed esperti.
Poi trovano quello che ha studiato ed è preparato e scappano con la coda tra le gambe perché non sanno rispondere. E lì io godo.
Che vengano a casa mia o che mi fermino in giro... Li asfalto.
Cita messaggio
Vi ringrazio per le esaudienti risposte, il superblock è quello della Biofonte una spegazione più dettagliata si può trovarla in questo link che ho trovato per caso dopo aver fatto l'acquisto: http://www.galaxynetwork.it/pagina15/Bio...Block.html  quello che mi chiedo il superblock è stato progettato per un flussa d'acqua di circa 12/20 litri al minuto e una durezza media che varia dai 13 ai 20 ° francesi  se io avesso una durezza di 20 ° francesi eviteri i superblock o qualsiasi altro depuratore perchè l'acqua già da se è più buona, oppure mi sbaglio ?

Per il superblock e i due filtri ho speso 3100 € con apposito bonifico per beneficiare della detrazione fiscale. Prima ero anche andato al CAF dove vado a fare la dichiarazione dei redditi per vedere se il prodotto rientra veramente nella detrazione fiscale e loro mi hanno confermato di sì. Inoltre tramite la federconsumatori prima di fare l'acquisto ho chiesto se l'azienda non rientrava nella black liist delle associazioni  e loro mi hanno risposto che a loro non risultava nulla a proposito, questo significa che nessuno si è rivolto alle associazioni consmatori per contestare  altre problematiche  riguardo questa azienda. Ciò non vuol dire che alcuni potrebbero aver avuto dei problemi e si sono rivolti ad un avvocato privato.
Per quanto riguarda la durezza dell'acqua il dato riportato è quello della mia bolletta dell'Iren, che non è in sintonia con quello che scrive sul sito. Me ne sono accorto oggi leggendo i vostri commenti.
La ditta l'abbiamo conosciuta ad una fiera Bio a Correggio questo è il link: http://www.fieranaturabio.it/  come detto io ero scettico, mentre mia moglie ha insistito.
Quello in cui credo meno e la doccia rigenerante http://www.biofonte.eu/shop/biofonte-doccia/
E il famoso catalizzatore energetico http://www.biofonte.eu/shop/card-cataliz...nergetico/  leggere anche come funziona e i benefici, per fortuna che era omaggio.
Per quanto riguarda l'insalata che era vecchia di un giorno, prima l'ho lavata con acqua normale ed era rimasta pressochè invariata, poi l'addetto ha messo il superblook al tubo del lavandino e messo il filtro poi l'abbiamo lavata con l'acqua filtrata è veramente era più fresca. Però alcune bevande come i sali minerali che utilizzo quando faccio sport se li faccio sciogliere nell'acqua filtrata perdono dolcezza, mentre se li diluisco in una normale bottiglia di acqua tipo levissima o norda il sapore rimane dolce quindi per me è più gustoso. Mentre se bevo l'acqua del rubinetto con il filtrata la sento più leggera.
Cita messaggio
Io sono molto scettica sulla validità scientifica delle apparecchiature che hai acquistato, e lo divento sempre di più continuando a leggere ciò che scrivono sul sito della Biofonte. Non conoscevo affatto il sito, ma l'ho trovato in un attimo l'altra sera quando hai iniziato la discussione semplicemente digitando su Google "Superblock anticalcare magnetico".
Se però tu trovi dei miglioramenti nell'acqua che ti esce dai rubinetti, non sono proprio nessuno per dirti che sei stato truffato.
Come chimico però non mi bastano dei riscontri soggettivi, riesco a fidarmi solo se leggo dei dati analitici sulla tua acqua con e senza le apparecchiature che hai installato.
Hai fatto fare delle analisi chimico-fisiche sulla tua acqua prima di installarle e dopo averle installate? La soggettività del "sento l'acqua più leggera" non è un dato analitico.
Come pensi di verificare che il Superblock riduca effettivamente, dati alla mano, le incrostazioni di calcare lungo le tue tubature?
Io abito a Modena e grosso modo la durezza dell'acqua di rete non si discosta molto da quella della zona in cui abiti:
http://www.gruppohera.it/gruppo/attivita...na170.html
Tra i 40° e i 50°F è da considerarsi in ogni caso un'acqua di rete molto dura; in provincia di Modena le acque dolci (che è il contrario di acque dure) si trovano in montagna.
Io la bevo da anni senza nessun tipo di problema e ti assicuro che anche i miei elettrodomestici si rompono prima per la parte elettronica che non per le incrostazioni dovute al calcare.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
quimico, luigi_67, Claudio, NaClO
Anch'io sono sempre stato  scettico sull'influenza di un campo magnetico sulla precipitazione e sull'aggregamento
delle particelle di carbonato di calcio in acqua.
Però guardatevi questa pubblicazione scientifica https://www.dropbox.com/s/s4oi1txx9xaoiv...0.pdf?dl=0
Qui ne riporto i punti principali.
Sembra che già nel 1945 in Belgio fosse stato brevettato un sistema a base di elettromagneti, allora non esistevano i magneti al neodimio, lo stesso metodo veniva usato in Russia nel 1960 nei sistemi ad acqua calda, vengono poi descritte varie ipotesi che giustificano l'azione di flussi magnetici di elevata intensità su ioni e particelle di CaCo3.
Viene descritto poi l'esperimento fatto usando proprio  due magneti al neodimio con flussi ad 2000 a 5200 Gauss.
Gli effetti come si può vedere dai grafici ci sono, anche se le differenze tra campioni trattati e non, non sono poi così grandi, in ogni caso
gli effetti del trattamento cominciano a vedersi solo con tempi  superiori a 4 - 5 min.

Concludendo  sembra proprio che gli effetti di un campo magnetico sul CaCo3 sia in forma ionica che su particelle ci siano.
Però che una semplice coppia di magneti applicati all'esterno di un tubo od in serie allo stesso influisca in modo rilevante su una particella o ione  contenuto nell'acqua  che passa attraverso il campo magnetico nel tempo di una frazione di sec. la vedo altamente improbabile.
E' pur vero che uno ione si può considerare una carica elettrica e come tale risente del campo magnetico quando è in movimento, però l'azione è in questo caso trascurabile.
Quindi da come vengono installati questi sistemi a magneti al neodimio hanno effetti praticamente nulli
Saluti Claudio
Cita messaggio
Io ho conoscenze abbastanza approfondite di NMR e guardando quei grafici posso dire che c'è qualcosa ma niente di così efficace. Non ho mai sentito in anni di Chimica studi accademici e non su questo argomento e leggo tantissima letteratura scientifica... Ma nessuno è Dio, se non Odino asd
Quella che per noi è una frazione di secondo per un atomo o molecola in campo magnetico può essere tanto. Non so quanto ne sai di NMR ma T1 e T2 sono molto sotto il secondo come unità di tempo...
Detto questo per me è una perdita di soldi e tempo installare queste cagate.
Cita messaggio
Citazione:Quella che per noi è una frazione di secondo per un atomo o molecola in campo magnetico può essere tanto.

Perfettamente d'accordo con te Quimico.
Citazione:Però che una semplice coppia di magneti applicati all'esterno di un tubo od in serie allo stesso influisca in modo rilevante su una particella o ione  contenuto nell'acqua  che passa attraverso il campo magnetico nel tempo di una frazione di sec. la vedo altamente improbabile.

In questo caso intendevo fare un confronto con il lavoro degli Indonesiani, se lì si inizia a vedere qualche piccolo risultato dopo 5 minuti di esposizione al flusso magnetico,
Che risultati mi posso aspettare da un congegno anticalcare che espone al flusso magnetico acqua e particelle per una frazione di secondo?

L'uso di campi magnetici sia tramite calamite che elettromagneti e una cosa che che viene riproposta ciclicamente, per soluzioni anticalcare,  risparmio di combustibile nelle caldaie o riduzione del consumo di benzina.

Di anni fà la truffa del tubo Tucker, e in tantissimi ci sono caduti.  
15 anni fa avevo letto su un brevetto USA sull'uso di un paio di magneti al neodimio per ridurre il consumo di benzina, incuriosito
dalle numerose tabelle allegate e visto che il congegno era semplicissimo l'ho realizzato ed attaccato al tubo di alimentazione benzina della mia auto, ma il risultato è stato completamente negativo com' era giusto che fosse.
L'uso di questi congegni è un grande affare solo per il venditore.
Saluti Claudio
Cita messaggio
(2015-10-22, 19:08)LuiCap Ha scritto: Come chimico però non mi bastano dei riscontri soggettivi, riesco a fidarmi solo se leggo dei dati analitici sulla tua acqua con e senza le apparecchiature che hai installato.
Hai fatto fare delle analisi chimico-fisiche sulla tua acqua prima di installarle e dopo averle installate? La soggettività del "sento l'acqua più leggera" non è un dato analitico.

Io posso benissimo smontare sia il superblock e il filtro e portare ad analizzare l'acqua sia con il superblock che senza. Però a chi la devo portare per analizzarla ? Quando si spende ? io non sono pratico in materia, però sono molto curioso della cosa.
Cita messaggio
(2015-10-23, 01:05)Claudio Ha scritto: Concludendo  sembra proprio che gli effetti di un campo magnetico sul CaCo3 sia in forma ionica che su particelle ci siano.
Però che una semplice coppia di magneti applicati all'esterno di un tubo od in serie allo stesso influisca in modo rilevante su una particella o ione  contenuto nell'acqua  che passa attraverso il campo magnetico nel tempo di una frazione di sec. la vedo altamente improbabile.

Ciao Claudio, infatti la scheda tecnica del prodotto del superblok dice che è stato progettato per un flusso di 12/20 litri al minuto e al massimo con una durezzza di 20° francesi. Ma la tubatura principale in un minuto ne passa anche il triplo di acqua. http://www.galaxynetwork.it/pagina15/Bio...Block.html

poi su internet ho trovato un altro prodottosimile che lo vendono a metà prezzo però quest'altro prodotto non c'è scritto nulla riguardo i parametri di progettazione sembra che funzioni solamete in base al diametro del tubo incui lo si vuole attaccare e c'è ne sono di varie dimensioni, mentre il superblock che io ho acquistato ha solamente una dimensione. http://acquasheire.com/anticalcare-magnetico/
Cita messaggio
Per le analisi da effettuare io mi rivolgerei qui:
http://www.arpa.emr.it/dettaglio_general...ivello=336

Se cerchi un po' nel sito sotto la voce "Attività" ci sono un sacco di informazioni.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Interessante discusione questa.
Peccato che il livello delle risposte sia affetto dal pregiudizio e dalla scarsa conoscenza dei fenomeni coinvolti.
Va bene l'essere scettici a riguardo,ma prima di dare del truffatore a chichessia bisognerebbe persarci due volte.
Si rischia sempre la querela per diffamazione con l'aggravante che il forum è accessibile ad un vasto pubblico.
L'azione dei campi magnetici di una certa intensità influenza la forma di tutte le molecole presenti nell'acqua e, nel caso dei sali responsabili della durezza, provoca la loro precipitazione (se le condizioni lo permettono) sotto forma di strutture cristalline diverse da quelle che avvverrebbero in assenza del campo magnetico. Per esempio il CaCO3 precipita in parte sotto forma di aragonite a scapito della calcite.
Questi sono da molti anni fatti ben verificati e ben lo sanno i tecnicii che gestiscono gli impianti termoidraulici per uso industriale.
Non entro nel merito del caso specifico ma non posso fare a meno di osservare che a spesa sostenuta è stata ingente.
Da parte mia non farei mai installare simili congegni a casa mia. La presenza di quei campi magnetici non penso sia un bene per la salute. Magari il mio è un eccesso di prudenza, ma nel dubbio, anche minimo, preferisco non averli.

saluti
Mario
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
quimico, ClaudioG., Claudio, luigi_67, NaClO




Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)