Arrivata la DCM-310 camera
(2016-09-29, 18:23)ClaudioG. Ha scritto: Ciao :-)
Allora, per la questione della mezzaluna nera, hai già centrato il condensatore agendo sulle vitarelle di centratura? Se non lo hai fatto fallo :-D Ti copioincollo un link dove spiegano come fare, non mi metto a scriverlo che l'internet è pieno di queste informazioni: http://ilmicroscopio.blogspot.it/2010/01...inare.html

Per la ripresa, ma hai messo la luminosità al massimo?

Riguardo la centratura ti ringrazio, vado subito a vedere

Per la ripresa invece si l'illuminazione era abbastanza alta ma non al massimo e il condensatore se ricordo bene era tutto aperto

Grazie 1000
Cita messaggio
(2016-09-30, 10:58)Alex870 Ha scritto: Riguardo la centratura ti ringrazio, vado subito a vedere

Per la ripresa invece si l'illuminazione era abbastanza alta ma non al massimo e il condensatore se ricordo bene era tutto aperto

Grazie 1000

Facci sapere se risolvi, poi vediamo il resto :-)
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
(2016-09-30, 12:55)ClaudioG. Ha scritto: Facci sapere se risolvi, poi vediamo il resto :-)

Sto iniziando a capire i settaggi e la messa a fuoco in funzione delle distanze del condensatore, il problema del centraggio è risolto: :-)

Riguardo il condensatore di solito l'altezza in funzione a cosa andrebbe regolata per ottenere migliori risultati ?
Cita messaggio
Di seguito riporto alcune foto:

Serpentina minatrice degli agrumi

Questo coso era presente in una goccia di olio d'oliva, cosa è:


Allegati
.tif  Serpentina minatrice agrumi 2.TIF (Dimensione: 288.06 KB / Download: 29)
.tif  olio oliva.TIF (Dimensione: 497.03 KB / Download: 28)
Cita messaggio
(2016-10-01, 17:15)Alex870 Ha scritto: Questo l'ho trovato nella conf. del micro, sapete a cosa serve e dove andrebbe posto ?
https://www.dropbox.com/s/yuykdcg9adhg6u...0.jpg?dl=0

È un filtro che va posto sopra la sorgente luminosa.
Essendo di colore blu-violetto, è in grado di assorbire, in parte, le radiazioni visibili ad esso complementari, cioè quelle giallo-arancio.
Serve per diminuire la lunghezza d'onda del campo di radiazioni visibili emesse dalla sorgente e quindi aumenta leggermente il potere di risoluzione della lente obbiettivo che è posto sul cammino ottico.
L'ideale sarebbe lavorare con radiazioni UV, ma questo non è possibile dato che tutta l'ottica del microscopio è costituita da vetro che assorbe le radiazioni UV.
Il potere di risoluzione è la capacità di risolvere efficacemente due oggetti puntiformi contigui, cioè la capacità che una lente ha di separare e di riconoscere come distinti piccoli oggetti molto vicini tra loro nel campo visivo.


.pdf  Il microscopio _1_.pdf (Dimensione: 955.7 KB / Download: 64)


.pdf  Il microscopio _2_.pdf (Dimensione: 441.28 KB / Download: 107)
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
ClaudioG., Alex870
(2016-10-01, 17:15)Alex870 Ha scritto: Questo l'ho trovato nella conf. del micro, sapete a cosa serve e dove andrebbe posto ?
https://www.dropbox.com/s/yuykdcg9adhg6u...0.jpg?dl=0

Si trtta di un filtro azzurro di conversione.
Posto dopo la sorgente luminosa, serve per ridurre l'eccesso di luce giallo-rossa e rendere il flusso luminoso il più simile possibile alla luce bianca.


saluti
Mario

Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mario per questo post:
ClaudioG., Alex870
(2016-10-01, 17:15)Alex870 Ha scritto: Serpentina minatrice degli agrumi:
https://www.dropbox.com/s/ftzmyuruas0wwu.....tif?dl=0

Questo coso era presente in una goccia di olio d'oliva, cosa è:
https://www.dropbox.com/s/avf3h17wo1cgwow/olio.tif?dl=0

Questo l'ho trovato nella conf. del micro, sapete a cosa serve e dove andrebbe posto ?
https://www.dropbox.com/s/yuykdcg9adhg6u...0.jpg?dl=0

Per l'ultima ti hanno risposto Luisa e Mario, per la seconda ti dico che di queste cose ne troverai a centinaia durante le tue osservazioni. Sono perlopiù frammenti di vegetali, insetti, microfibre, polvere varia: insomma, qualsiasi impurità e sporcizia sufficientemente grande si poserà sul tuo campione la vedrai negli oculari. Non ammazzarti a cercare di identificarla, è solo un oggetto indesiderato.

P.s. Non fare come i miei compagni di classe, che quando vedevano una bolla d'aria urlavano subito compiaciuti: "Prof, guardi quà, ho trovato una cellula", con conseguente e legittima presa in giro dalla prof :-D . Con l'esperienza imparerai a riconoscere e a scartare senza pensarci questi inquinanti.
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
(2016-10-01, 18:57)LuiCap Ha scritto: È un filtro che va posto sopra la sorgente luminosa.
Essendo di colore blu-violetto, è in grado di assorbire, in parte, le radiazioni visibili ad esso complementari, cioè quelle giallo-arancio.
Serve per diminuire la lunghezza d'onda del campo di radiazioni visibili emesse dalla sorgente e quindi aumenta leggermente il potere di risoluzione della lente obbiettivo che è posto sul cammino ottico.
L'ideale sarebbe lavorare con radiazioni UV, ma questo non è possibile dato che tutta l'ottica del microscopio è costituita da vetro che assorbe le radiazioni UV.
Il potere di risoluzione è la capacità di risolvere efficacemente due oggetti puntiformi contigui, cioè la capacità che una lente ha di separare e di riconoscere come distinti piccoli oggetti molto vicini tra loro nel campo visivo.

Grazie Luisa, appena ho un po' di tempo mi leggo i tuoi file

(2016-10-01, 20:25)ClaudioG. Ha scritto: Per l'ultima ti hanno risposto Luisa e Mario, per la seconda ti dico che di queste cose ne troverai a centinaia durante le tue osservazioni. Sono perlopiù frammenti di vegetali, insetti, microfibre, polvere varia: insomma, qualsiasi impurità e sporcizia sufficientemente grande si poserà sul tuo campione la vedrai negli oculari. Non ammazzarti a cercare di identificarla, è solo un oggetto indesiderato.

P.s. Non fare come i miei compagni di classe, che quando vedevano una bolla d'aria urlavano subito compiaciuti: "Prof, guardi quà, ho trovato una cellula", con conseguente e legittima presa in giro dalla prof :-D . Con l'esperienza imparerai a riconoscere e a scartare senza pensarci questi inquinanti.

Perfetto ti ringrazio :-)

Stasera ho provato a fare una ripresa video di una soluzione di acqua e latte di soia che avevo lasciato in una pentolina in cucina da 2 o 3 giorni, devo dire che qualcosa che si muove c'è ma non si riesce a mettere bene a fuoco e poi nonostante abbia usato l'obbiettivo più grande 100x immerso in olio erano comunque ancora molto piccoli. Cmq l'immagine non mi ha molto soddisfatto anche quella diretta dagli oculari, non si riesce a vedere molto nitida e dettagliata, forse perché è un obbiettivo acromatico il mio e magari economico essendo di serie ?

Che en pensate ?

https://www.dropbox.com/s/kjc2p1y0fddbl8u/Batt.wmv?dl=0
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Alex870 per questo post:
ClaudioG.
Quelli sono batteri, è normale che siano così piccoli. Hai regolato bene il condensatore? Devi posizionarlo pochi mm sotto il campione, e poi devi guardare dentro il tubo portaottiche (topo aver tolto un oculare) e regolare il diaframma di apertura (quello sotto il condensatore) fino a rendere il campo luminoso circa 7/8 (cioè quasi coincidente) dell'intero campo visivo. In pratica il cerchio illuminato che vedi dentro il tubo portaottiche deve essere 7/8 dell'intero cerchio che vedi, compreso l'anello buio esterno (che ovviamente sarà 1/8 del totale).
P.s. Che olio hai usato? Hai pulito l'obiettivo?
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
(2016-10-02, 09:00)ClaudioG. Ha scritto: Quelli sono batteri, è normale che siano così piccoli. Hai regolato bene il condensatore? Devi posizionarlo pochi mm sotto il campione, e poi devi guardare dentro il tubo portaottiche (topo aver tolto un oculare) e regolare il diaframma di apertura (quello sotto il condensatore) fino a rendere il campo luminoso circa 7/8 (cioè quasi coincidente) dell'intero campo visivo. In pratica il cerchio illuminato che vedi dentro il tubo portaottiche deve essere 7/8 dell'intero cerchio che vedi, compreso l'anello buio esterno (che ovviamente sarà 1/8 del totale).
P.s. Che olio hai usato? Hai pulito l'obiettivo?

Buongiorno..

Allora diciamo che non ho eseguito le regolazioni come mi hai indicato (presto lo farò) ma bensì ad occhio. Non ho capito bene questa cosa dei 7/8 che avevo anche letto in rete O_o ma 7/8 si intende quasi tutto chiuso e aperto ? L'olio è quello a corredo in dotazione con il microscopio, è abbastanza denso in una piccola boccetta di plastica e di colore giallo, l'obbiettivo lo ho pulito con un po' di alcol e una pezzetta di quelle per la pulizia degli occhiali perché al momento non avevo altro però non ho capito se sia la procedura giusta dato che la piccola lente dell'obbiettivo sembra rimanere internamente allo stesso.. Ma va smontata per caso ?

Ciao e buona domenica
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)