Arrivata la DCM-310 camera
(2016-10-02, 10:30)Alex870 Ha scritto: Buongiorno..

Allora diciamo che non ho eseguito le regolazioni come mi hai indicato (presto lo farò) ma bensì ad occhio. Non ho capito bene questa cosa dei 7/8 che avevo anche letto in rete O_o ma 7/8 si intende quasi tutto chiuso e aperto ? L'olio è quello a corredo in dotazione con il microscopio, è abbastanza denso in una piccola boccetta di plastica e di colore giallo, l'obbiettivo lo ho pulito con un po' di alcol e una pezzetta di quelle per la pulizia degli occhiali perché al momento non avevo altro però non ho capito se sia la procedura giusta dato che la piccola lente dell'obbiettivo sembra rimanere internamente allo stesso.. Ma va smontata per caso ?

Ciao e buona domenica

Ciao :-)
per 7/8 intendo che deve essere illuminato circa il 65-80% del campo visivo, ma la cosa è occhiometrica quindi non crucciarti troppo. Per regolarlo al meglio devi (io almeno faccio così e pare funzioni) mettere l'obiettivo 10x, togliere l'oculare e guardare nel tubo portaottiche a una distanza di 10-20 cm. Poi chiudi il diaframma al massimo, e vedrai restringersi il campo illuminato all'interno del tubo; a questo punto aprilo finché non vedi che il cerchio illuminato occupa i 7/8 del campo visivo. Se hai difficoltà a regolarti nelle misure, prima di aprirlo a 7/8, apri e chiudi il diaframma nelle sue posizioni più aperte e più chiuse, per vedere fin dove arriva il campo luminoso, poi chiudilo tutto e aprilo fino ai 7/8.
Se non riesci perfettamente lascia pure stare asd, che non è così fondamentale come cosa.
Ah, rileggendomi, ti ho detto di mettere il condensatore qualche mm sotto il campione, mi è sfuggito, in realtà va messo qualche mm sotto il traslatore.

Per l'olio: l'alcol non utilizzarlo da solo, come ti ho detto in moltissimi casi non toglie i residui oleosi. Cerca dell'etere etilico e fai alcol-etere 1:1, oppure usa dell'ammoniaca. Io eviterei di utilizzare l'immersione a olio finché non si hanno solventi adatti, altrimenti lasci croste oleose che non togli più bene. Per la lente, non smontare nulla, assolutamente, o rischi di buttare l'obiettivo. So che la lente è piccola e incassata, ma devi usare un angolino della salviettina per raggiungerla, magari supportato non dal dito ma da un cotton fioc.
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ClaudioG. per questo post:
Alex870, luigi_67
(2016-10-02, 15:12)ClaudioG. Ha scritto: Ciao :-)
per 7/8 intendo che deve essere illuminato circa il 65-80% del campo visivo, ma la cosa è occhiometrica quindi non crucciarti troppo. Per regolarlo al meglio devi (io almeno faccio così e pare funzioni) mettere l'obiettivo 10x, togliere l'oculare e guardare nel tubo portaottiche a una distanza di 10-20 cm. Poi chiudi il diaframma al massimo, e vedrai restringersi il campo illuminato all'interno del tubo; a questo punto aprilo finché non vedi che il cerchio illuminato occupa i 7/8 del campo visivo. Se hai difficoltà a regolarti nelle misure, prima di aprirlo a 7/8, apri e chiudi il diaframma nelle sue posizioni più aperte e più chiuse, per vedere fin dove arriva il campo luminoso, poi chiudilo tutto e aprilo fino ai 7/8.
Se non riesci perfettamente lascia pure stare asd, che non è così fondamentale come cosa.
Ah, rileggendomi, ti ho detto di mettere il condensatore qualche mm sotto il campione, mi è sfuggito, in realtà va messo qualche mm sotto il traslatore.

Per l'olio: l'alcol non utilizzarlo da solo, come ti ho detto in moltissimi casi non toglie i residui oleosi. Cerca dell'etere etilico e fai alcol-etere 1:1, oppure usa dell'ammoniaca. Io eviterei di utilizzare l'immersione a olio finché non si hanno solventi adatti, altrimenti lasci croste oleose che non togli più bene. Per la lente, non smontare nulla, assolutamente, o rischi di buttare l'obiettivo. So che la lente è piccola e incassata, ma devi usare un angolino della salviettina per raggiungerla, magari supportato non dal dito ma da un cotton fioc.


Perfetto grazie mille! Tutto abbastanza chiaro ;-)

Sto ad iniziarci a capire meglio anche sulla fotocamera che sembra vadano regolate per bene anche le sue impostazioni di contrasto, esposizione soprattutto in funzione delle regolazioni del micro.

Questo l'ho fatto poco fa, una formichina che cerca di leberarsi :-D 

Ps: per i più sensibili... alla fine l'ho liberata e riposta nel suo abitat naturale :-)

https://www.dropbox.com/s/2hpctgh77zawvan/form.wmv?dl=0
Cita messaggio
(2016-10-02, 16:31)Alex870 Ha scritto: Questo l'ho fatto poco fa, una formichina che cerca di leberarsi :-D 
L'hai attaccata con l'Attack? asd
Che genere di osservazioni future intendi fare?
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
(2016-10-02, 17:16)A ClaudioG. Ha scritto: L'hai attaccata con l'Attack? asd
Che genere di osservazioni future intendi fare?


Hahaha noo, solo una goccia di saliva

Mi interessa soprattutto vedere microrganismi in movimento e magari conoscere i loro nomi. Le cellule o cose fisse un po' meno ma sempre interessanti
Cita messaggio
Che tipo di microrganismi ti interessa osservare?
In ogni caso non è possibile identificare un microrganismo in base ad una semplice osservazione microscopica ;-)

(2016-10-01, 22:48)Alex870 Ha scritto: Stasera ho provato a fare una ripresa video di una soluzione di acqua e latte di soia che avevo lasciato in una pentolina in cucina da 2 o 3 giorni, devo dire che qualcosa che si muove c'è ma non si riesce a mettere bene a fuoco e poi nonostante abbia usato l'obbiettivo più grande 100x immerso in olio erano comunque ancora molto piccoli. Cmq l'immagine non mi ha molto soddisfatto anche quella diretta dagli oculari, non si riesce a vedere molto nitida e dettagliata, forse perché è un obbiettivo acromatico il mio e magari economico essendo di serie ?

Che en pensate ?

https://www.dropbox.com/s/kjc2p1y0fddbl8u/Batt.wmv?dl=0

Dubito che "quel qualcosa che si muove" siano batteri ;-)
I batteri mobili dotati di flagelli si muovono in una sola direzione ben precisa e, se cambiano direzione, lo fanno in modo repentino con una rotazione di 180° ed escono molto rapidamente dal campo visivo. Per "ribeccarli" occorre inseguirli e spostare il vetrino sul tavolino portaoggetti, ma il più delle volte si "perdono".
Quegli "oggetti" che si muovono con moto così disordinato sono dovuti ai cosiddetti "moti browniani":
https://it.wikipedia.org/wiki/Moto_browniano
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
ClaudioG., Alex870
(2016-10-02, 21:46)LuiCap Ha scritto: Che tipo di microrganismi ti interessa osservare?
In ogni caso non è possibile identificare un microrganismo in base ad una semplice osservazione microscopica ;-)


Dubito che "quel qualcosa che si muove" siano batteri ;-)
I batteri mobili dotati di flagelli si muovono in una sola direzione ben precisa e, se cambiano direzione, lo fanno in modo repentino con una rotazione di 180° ed escono molto rapidamente dal campo visivo. Per "ribeccarli" occorre inseguirli e spostare il vetrino sul tavolino portaoggetti, ma il più delle volte si "perdono".
Quegli "oggetti" che si muovono con moto così disordinato sono dovuti ai cosiddetti "moti browniani":
https://it.wikipedia.org/wiki/Moto_browniano


Ma i batteri si possono vedere a 1000x ? Nel caso c'è da adottare qualche particolare tecnica ? Se quelli non erano batteri, non ne ho ancora visti allora
Cita messaggio
(2016-10-02, 21:46)LuiCap Ha scritto: Dubito che "quel qualcosa che si muove" siano batteri ;-)
I batteri mobili dotati di flagelli si muovono in una sola direzione ben precisa e, se cambiano direzione, lo fanno in modo repentino con una rotazione di 180° ed escono molto rapidamente dal campo visivo. Per "ribeccarli" occorre inseguirli e spostare il vetrino sul tavolino portaoggetti, ma il più delle volte si "perdono".
Quegli "oggetti" che si muovono con moto così disordinato sono dovuti ai cosiddetti "moti browniani":
https://it.wikipedia.org/wiki/Moto_browniano
Sicura Luisa che non siano batteri? Se quel filmato è a 1000x le dimensioni quadrano, a me sembrano proprio dei batteri (che si muovono ovviamente di moto browniano, non tutti possiedono locomozione propria) :-)
Non si può comunque escludere, in effetti, che siano particelle di sporco e polvere. Alex, prova a colorarli secondo Gram, o con blu di metilene (lo trovi in farmacia).
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
Claudio, non avendo fatto io il vetrino né l'osservazione non ci metterei la mano sul fuoco.
Però per la maggior parte del filmano i corpuscoli che si muovono sono scuri, mentre avendo fatto un fatto un'osservazione a fresco a 1000x i batteri dovrebbero essere trasparenti con un contorno più scuro.
Secondo me si vedono delle cellule di mono e diplo-bacilli, per la maggior parte immobili, quelle forme trasparenti a volte a fuoco e a volte no.
Ovviamente farei altri vetrini uccidendo i batteri con qualche metodo di colorazione (singola o differenziale) con coloranti basici.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
ClaudioG.
In effetti anche a me sembrava proprio che i loro movimenti avessero un senso. Riguardo alla visualizzazione ero io che cercavo di mettere a fuoco continuamente, a volte si vedevano trasparenti poi come giravo di qualche decimo di millimetro la manopola diventavano più scuri, cmq l'immagine come avete potuto constatare era pessima. Spero di fare un altra ripresa migliore e magari con un colorante che prenderò a breve in farmacia

Mi potreste spiegare la tecnica di preparazione del vetrino per poterli visualizzare meglio ?

Saluti
Alessio
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Alex870 per questo post:
ClaudioG.
(2016-10-02, 23:31)Alex870 Ha scritto: Mi potreste spiegare la tecnica di preparazione del vetrino per poterli visualizzare meglio ?
La colorazione più semplice che tu possa fare è quella con blu di metilene (metiltioninio, in farmacia a pochi euro):
1. Metti una goccia di sospensione sul portaoggetti e lascia evaporare all'aria per una decina di minuti;
2. Prendi il vetrino con una molletta o delle pinze, e passalo rapidamente (tenendolo orizzontale e a pochi cm dalla fiamma) su un bunsen, o su un fornello. Il campione si seccherà, lasciando aderenti al vetrino le componenti solide (inclusi i batteri);
3. Copri il campione secco con qualche goccia di soluzione di blu di metilene, e lascia così per un minuto. Risciacqua con acqua distillata (senza usare eccessiva pressione, sciacquare con dolcezza);
4. Lascia asciugare il vetrino all'aria fino a secchezza, poi osserva in immersione a olio.
Facci sapere :-)
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)