Becher sul fuoco
Salve ragazzi, ho provato a far bollire varie soluzioni in un becher su una piastra da 1500W, ma si prende troppo tempo. Ho pure provato a metterlo sul fuoco, ma il becher si stava facendo nero. Sono becher di borosilicato che resistono ad alte temperature, ma ho paura che lo sporco e non si pulisce più. Sapete se c'è un modo per mettere il becher sul fuoco e che non si faccia nero?
Cita messaggio
Semplicemente metti il becher non a fiamma diretta... magari li separi con una lastra di qualsiasi metallo resistente alle temperature o magari in una pentola? Cioè non ci vuole una scienza. Basta ingegnarsi. Poi chi sei? Un per favore? Leggi il regolamento e presentati nell'apposita sezione. U.u
Nulla si CREA, nulla si DISTRUGGE -Democrito & Lavoisier-
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Guglie95 per questo post:
Asen60
Se vuoi che un qualsiasi liquido dentro ad un recipiente (becher o pentola per cuocere gli spaghetti) arrivi prima all'ebollizione ci devi mettere un coperchio ;-)
Il "nero" che si forma all'esterno dei recipienti scaldati su fiamma non è altro che carbonio solido finemente suddiviso.
Se lo vuoi evitare devi regolare la fiamma aumentando la quantità di aria (ossigeno) come comburente in modo che tutto il combustibile si ossidi ad anidride carbonica e acqua.
Per togliere il "nero fumo" dai recipienti devi grattarlo via con una spugna abrasiva e olio di gomito.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
luigi_67, Asen60
Se no c'è la reticella spargifiamma. Fatta per disperdere uniformemente il calore previene la deposizione del carbonio elementale sul becher.
Se no fai come detto da Luisa, fiamma ossidante.
Ora non ti resta che usare olio di gomito e pulire.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano quimico per questo post:
luigi_67, Asen60
Che poi aggiungo, non riesci a far bollire il contenuto di un becher su una piastra da 1500 W?
Che capacità ha il becher?
Che cosa ci stai tentando di far bollire?
Sei sicuro che la piastra funzioni correttamente ed eroghi tutta la potenza nominale?

Sulla mia da 1500 W il caffè nella macchinetta a bollire ci impiega un tempo paragonabile a quello Del fornello piccolo della macchina a gas, una pentola senza coperchio con un litro d'acqua bolle in meno di 10 minuti...

Infine il nerofumo sul recipiente non dovrebbe formarsi: se ti si forma vuol dire che la miscela gas/aria non è ben regolata, è troppo ricca di gas e quindi questo non viene bruciato completamente lasciando residui. Vale quindi il consiglio di Luisa.

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano luigi_67 per questo post:
thenicktm, Asen60
(2016-03-06, 23:33)luigi_67 Ha scritto: Che poi aggiungo, non riesci a far bollire il contenuto di un becher su una piastra da 1500 W?
Infatti, io con la mia piastra impiego 5-10min per portare a ebollizione H2O in un normalissimo beaker, considerando il tempo da piastra fredda
La ricerca in fisica ha mostrato, al di là di ogni dubbio, che l'elemento comune soggiacente alla coerenza che si osserva nella stragrande maggioranza dei fenomeni, la cui regolarità e invariabilità hanno consentito la formulazione del postulato di causalità, è il caso. 
-Erwin Schrodinger 
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano thenicktm per questo post:
Asen60
La vetreria non andrebbe mai messa a contatto con la fiamma diretta, perché è maggiore il rischio di rottura, con tutti i pericoli che questo comporta...
Una reticella è d'obbligo...
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ohilà per questo post:
thenicktm, ClaudioG., Asen60
Il problema non è tanto far bollire il liquido, ma il tempo che esso impiega per evaporare. Uso un becher da 1 litro e ho provato a far bollire una soluzione di aceto e bicarbonato di sodio per ottenere acetato di sodio. Ci sono voluti 3 ore e mezzo per passare da 1 litro a 100mL. Scusate ma per qualche motivo non riesco a quotare  O_o.  Comunque ho visto che mi è stato consigliato di controllare se il fornello eroghi la sua massima potenza. Devo ammettere che è collegato ad una prolunga di cui non si sa quanti Watt e Ampere può trasportare. Appena mi trovo a far bollire qualcos'altro ci metto una prolunga di cui sono certo della capacità. Poi ho visto che mi avete consigliato anche di usare una retina quando riscaldo questo becher. Io la prova l'avevo fatta con una candela, giusto per vedere se il becher si faceva nero. Se voglio farlo seriamente che combustibile dovrei usare, metano o simili? Un grazie a tutti quelli che hanno risposto.
Cita messaggio
Già alcune cose iniziano ad essere più chiare.
Intanto far evaporare ul litro d'acqua è comunque un processo lungo anche se tre ore e mezza come dici mi sembrano davvero tante.
Per la prolunga, 1500 W su 220V significano circa 8 Ampere, corrente che inizia a non essere poca e se la prolunga è lunga con conduttori di piccola sezione (sotto il mmq per intenderci) la caduta di tensione sulla presa della piastra potrebbe essere notevole e questo può senz'altro incidere sul rendimento di quest'ultima. Prova a sentire se la prolunga scalda.
Tra l'altro in questo caso si configura anche un problema di sicurezza in quanto una situazione del genere può generare surriscaldamenti tali da danneggiare le prese e il cavo stesso della prolunga.
Per questa potenza ti occorrerebbe un cavo con conduttori minimo da 2.5 mmq, da aumentare se la lunghezza iniziasse a superare una decina di metri. E la presa a muro a cui ti colleghi deve essere in grado di poter erogare questa corrente a lungo.

Infine, la candela non ha una potenza sufficiente a scaldare un becher da un litro, serve un sistema più efficiente. Con la candela l'annerimento del recipiente è normale.
Ti occorre un fornello a gas dal quale puoi ottenere una buona potenza termica. Se non hai un bunsen o un fornello dedicato a queste cose, puoi attrezzarti in prima battuta con un fornellino da campeggio a bombolette usa e getta, per usi brevi può andare più che bene. Con questo sistema però devi fare attenzione qualora dovessi scaldare liquidi infiammabili perchè possono facilmente innescarsi incendi o pericolose esplosioni: in questo caso meglio ripiegare sull'elettrico che non avendo fiamme libere rende il tutto intrinsecamente più sicuro.

Un saluto
Luigi
Cita messaggio
Secondo me, non c'è nulla di anormale. Far evaporare 900ml d'acqua è effettivamente una cosa tediosa.
Basta fare il calcolo.

Inoltre 1500W vengono trasferiti al contenitore soltanto se esso occupa l'intera superficie del fornello e, comunque, parte di quell'energia va dispersa.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)