Borato di rame(II)
Salve a tutti vi vorrei presentare la sintesi del sale di rame dell'acido borico.
Per comodità ho diviso la sintesi in tre "step":
1. reagenti
2. sintesi tetraborato di sodio
3. precipitazione diborato di rame(II)

REAGENTI:
0.8g Cloruro di rame(II) diidrato :preicoloambiente:
1.5g Carbonato acido di sodio
2.5g Acido borico :irritante:

1)Si prepara una soluzione di acido borico, dissolvendone 2.5 grammi in 60ml di acqua demineralizzata (al centro dell'immagine).
Viene, inoltre, preparata una soluzione di cloruro di rame(II) diidrato, solubilizzandone 0.8g del suddetto sale in 20ml di acqua (a sinistra dell'immagine).
Ed infine vengono pesati 1.5g di carbonato acido di sodio(a destra dell'immagine).

[Immagine: img0136sdp.jpg]

2)Ora si aggiungono gli 1.5g di idrogenocarbonato di sodio alla soluzione di acido borico; dopo l'aggiunta il pH risulta essere 6.
L'equazione della reazione è la seguente:
4H3BO3+2NaHCO3-->Na2B4O7+7H20+2CO2

3)L'ultimo "step" consiste nell' aggiungere la soluzione di cloruro di rame(II) a quella di tetraborato di sodio; in tal modo precipita il diborato di rame secondo questa equazione (non bilanciata *Si guarda intorno* )
CuCl2+Na2B4O7-->Cu(BO2)2+NaCl

[Immagine: img0137wy.jpg]

Il precipitato viene filtrato, lavato con acqua demineralizzata ed infine seccato e posto in una vial.(la resa è stata di 0.5g)

[Immagine: img0138mv.jpg]

Spero vi sia risultato interessante.
Saluti.
Ci sono soltanto due possibili conclusioni: Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura. Se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta. (Enrico Fermi)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Copper-65 per questo post:
Roberto, Max Fritz, ohilà, ale93, Raffaele
Più che altro sei sicuro che il borato rameico abbia quella formula bruta?
La sigla pH ha un significato ben preciso e va scritto il questo modo, non PH

Per il resto non male per essere la prima sintesi! Continua così! :-D
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Che il lavoro presentato sia interessante non ci piove, anche perchè da lo spunto per alcuni chiarimenti.
Per esempio, ho parecchi dubbi sula prima parte, quella relativa alla preparazione del tetraborato sodico. Di solito per la sintesi si usa il carbonato e poi il pH 6 mi sembra troppo basso.
Secondo me ha ottenuto un mix di prodotti e non quello descritto.

Di conseguenza quello ottenuto in seguito forse non ha la formula corrispondente al borato di rame.
In base a cosa gli ha attribuito tale formula?

saluti
Mario
Cita messaggio
Per rispondere a Marco, la formula bruta del borato di rame l'ho reperita da wikipedia (English), mi scuso per aver sbagliato la scritture "pH", correggo subito, e grazie.

Per Mario, ho tenuto il pH un po' basso per evitare la precipitazione del carbonato di rame(II) (quando aggiungo il cloruro di rame(II)
Come già detto sopra la formula bruta l'ho reperita da Wikipedia (*Si guarda intorno* )
Ci sono soltanto due possibili conclusioni: Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura. Se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta. (Enrico Fermi)
Cita messaggio
Il solfato di rame(II) reagisce con il borace (ma anche con l'acido borico) producendo un materiale a cui ci si riferisce spesso col nome di rame borato, ma che ha una composizione non ben definita. Il Merck Index descrive questo composto come solido da blu a blu-verde, ed è estremamente duro. Esso viene usato come colore per ceramiche, pigmento per vernici ad olio, co-catalizzatore, materiale isolante per fili in lampadine, fungicida, insetticida, etc.

Ci sono almeno due forme di acido borico: H3BO3 (acido ortoborico), e H2B4O7 (acido tetraborico).

Ad esempio facendo reagire CuCO3 e H3BO3 uno potrebbe pensare che il prodotto di reazione debba essere Cu3(BO3)2, che dovrebbe essere chiamato ortoborato di rame(II). Comunque, il rame forma anche un metaborato Cu(BO2)2, che è verde bluastro.

In ogni caso si ottiene una miscela di ortoborato, tetraborato e metaborato di rame(II).
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano quimico per questo post:
Copper-65, fosgene
(2013-02-25, 20:55)Copper-65 Ha scritto: Per Mario, ho tenuto il pH un po' basso per evitare la precipitazione del carbonato di rame(II) (quando aggiungo il cloruro di rame(II)
Come già detto sopra la formula bruta l'ho reperita da Wikipedia (*Si guarda intorno* )

Quello che temevo ha ricevuto conferma.
Ho forti dubbi che quello sia il borato di rame.
Wikipedia poi......una risorsa da usare con estrema cautela.

saluti
Mario
Cita messaggio
La ringrazio Quimico per le informazioni da lei fornite.
Lo so che wikipedia va "presa con le pinze", ma essendo l'unica fonte che ho avuto tra le mani in quel momento ho dovuto tentare :-/
Ci sono soltanto due possibili conclusioni: Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura. Se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta. (Enrico Fermi)
Cita messaggio
Comunque, errori a parte, ottima esposizione mi piacciono particolarmente le foto "dinamiche" bella quella della formazione del precipitato, molto didattica
anche se si sarebbe preferito vedere una bacchetta di vetro.
Continua così, seguendo i consigli dati, penso proprio che i tuoi futuri lavori li seguirò con interesse.

Roberto
Cita messaggio
(2013-02-25, 21:33)Roberto Ha scritto: Continua così, seguendo i consigli dati, penso proprio che i tuoi futuri lavori li seguirò con interesse.

La ringrazio per la fiducia che ripone in me e nei miei progetti :-)
Ci sono soltanto due possibili conclusioni: Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura. Se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta. (Enrico Fermi)
Cita messaggio
Purtroppo i sali dell'acido borico assomigliano molto a quelli dell'acido silicico. Difficile stabilire l'esatta composizione. Io invito sempre (ma pare che NESSUNO sia in grado di farlo) a eseguire un'analisi elementare, prima di attribuire formula a precipitati e cristalli vari. Voce di uno che grida nel deserto...
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Dott.MorenoZolghetti per questo post:
Mario, quimico




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)