Calc OpenOffice
Salve, spesso mi trovo ad usare Calc (l'equivalente di Excel in OpenOffice), ho gettato excel perchè oltre al fatto che mi sembra lavori meglio e abbia qualche funzione in più sono molto favorevole agli open source. Mi trovo però di fronte ad un problema, o meglio due: quando faccio dei grafici non ce il verso di forzare l'intercetta per l'origine (cosa molto utile se si lavora con leggi appurate tipo Ohm o Lambert-Beer giusto per fare qualche esempio per farmi capire) se non ricorrere ai minimi quadrati e quindi fare una miriade di conti... l'altro problema è che mi risulta che sia possibile mettere le barre di errore solo sulle Y quando invece sarebbe più utile ci fossero anche sulle X.
Ricordo che su excel queste due cose si potevano fare con un click quindi mi sembra strano che non sia possibile farlo anche in OOo... qualcuno usa Calc e saprebbe dirmi se e come ha risolto? magari mi è sfuggito qualche funzione o se sono disponibili delle estensioni specifiche?
Grazie infinite :-D
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
Ciao Theiden, non ho capito bene cosa vuoi fare, però io uso Libre Office prodotto sempre open source ma decisamente più aggiornato e con numerosi pluin, prova con quello...
“Grandi menti parlano di idee, menti mediocri parlano di fatti, menti piccole parlano di
persone”
Eleanor Roosevelt
Cita messaggio
Io non uso OpenOffice calc se non per fare delle tabelle stupidissime... per fittare dati e disegnare grafici uso gnuplot, ma ti consiglio di dare un'occhiata anche a QtiPlot, che fa analisi statistiche, integrazione numerica, fit nonlineari, ecc.
Cita messaggio
(2012-05-27, 08:50)GabriChan Ha scritto: Ciao Theiden, non ho capito bene cosa vuoi fare, però io uso Libre Office prodotto sempre open source ma decisamente più aggiornato e con numerosi pluin, prova con quello...
Ho provato LibreOffice lì per lì mi sembra molto simile a OpenOffice, non ho cercato i plug in ma comunque questi due difetti li ha anche lui xD

I problemi sono due appunto uno riguarda le linee di tendenza: in pratica se hai una serie di punti gli puoi dire di approssimarli alla migliore retta ma c'è l'opzione per la sola retta y=mx+q e non posso quindi, se ad esempio so che il dato misurato segue una legge del tipo y=mx eliminare il termine q (potrei fare con il metodo matematico dei minimi quadrati ma è un discreto sbattimento...).
L'altro riguarda gli errori: essendo delle misure ogni punto avrà un suo errore, ad esempio se io faccio un grafico con sulle ascisse il tempo e sulle ordinate la posizione entrambi saranno soggetti all'errore degli strumenti usati.
La mia perplessità è che in excel queste opzioni molto semplici sono presenti!

(2012-05-27, 14:04)lorenzo Ha scritto: Io non uso OpenOffice calc se non per fare delle tabelle stupidissime... per fittare dati e disegnare grafici uso gnuplot, ma ti consiglio di dare un'occhiata anche a QtiPlot, che fa analisi statistiche, integrazione numerica, fit nonlineari, ecc.

via proverò anche questi due, anche se gnuplot mi sembra parecchio complesso come programma, l'altro non l'avevo mai sentito.
Diversi miei professori usano MatLab o un altro che adesso non ricordo, che sono sicuramente validi ma a pagamento come excel :-(
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
Per l'intercetta, non so che dirti, non mi è mai servita.
Per quanto riguarda la barra degli errori non si può impostare personalizzata come in excel (io ad es., uso sempre le dev. std.), mi sembra si possa mettere fissa, ma è una schifezza.
oO° elena [pink_chemist] °Oo
Cita messaggio
allora nella pratica effettivamente non è sempre consigliato mettere l'intercetta per l'origine perchè magari tutti i dati potrebbero essere shiftati di un verto valore a causa dello strumento, sarebbe comunque utile averne la possibilità quando si lavora con leggi lineari per cui a y=0 x=0.
Gli errori possono essere personalizzati punto punto su openoffice ma solo sulle y e non sulle x... :-(
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
ho provato gnuplot e è veramente troppo poco intuitivo, non dico che sia difficile ma uno ci deve perdere del tempo all'inizio per capire come funziona, in pratica è ai livelli di fortran e simili come interfaccia. qtiplot è abbastanza intuitivo, lo sto sperimentando, vediamo come va, mi piace soprattutto perchè non l'ho dovuto installare. non trovo come si mettono gli errori ai punti ma per precisione e intercetta mi sembra non sia malaccio :-)
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
(2012-05-28, 17:23)theiden Ha scritto: Gli errori possono essere personalizzati punto punto su openoffice ma solo sulle y e non sulle x... :-(
Questa non è necessariamente una mancanza del programma. Infatti, quando tu utilizzi una regressione lineare ai minimi quadrati, supponi - tra le altre cose - che la relazione funzionale XY sia di tipo F1, cioè che gli errori siano solo sulla variabile Y e non sulla variabile X.
Cita messaggio
si è vero però spesso gli errori non sono poi così trascurabili, una volta mi sono trovato a fare un grafico per trovare l'andamento della resistenza/conducibilità al variare di corrente in funzione di volt e ho quasi dovuto tirare il dato per decidere quale mettere senza errore, tanto erano vicini gli errori xD
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
Comunque ho dato un'occhiata, e qtiplot ti dà la possibilità di mettere due barre di errore; inoltre puoi anche fare i fit nonlineari se ti servono
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)