Calcolo grado di dissociazione di un acido debole poliprotico
Salve a tutti! Mi sto trovando in difficoltà con un problema, c'è qualcuno in grado di aiutarmi? Ora vi scrivo il testo. 

Calcolare il grado di dissociazione di una soluzione contenente 2,84 g/L di acido arsenico sapendo che la pressione osmotica a 20°C è 2,2 atm. 

Di seguito vi mostro un po' di passaggi con cui ho pensato di iniziare il problema, ma dubito sia la strada giusta.


AllegatiAnteprime
   
Cita messaggio
Infatti non è la strada giusta. ;-)
Questo per diverse ragioni:
- l'acido arsenico è un acido debole triprotico, quindi possiede 3 valori diversi di Ka, dei quali non conosci i valori;
- anche se fosse un acido debole monoprotico, l'approssimazione finale non è lecita.

Devi studiare cos'è la pressione osmotica generata da una soluzione di elettrolita debole poliprotico.
Si ricava dall'equazione generale dei gas:
π · V = n · i · R · T
π = n/V · i · R · T
π = M · i · R · T
π = M · i · R · T
i = [1 + α(ν - 1)]
dove:
π (pi greco) = pressione osmotica in atm
V = volume della soluzione in L
n = numero di moli di soluto
M = molarità in mol/L
i = fattore di dissociazione o coefficiente di Van't Hoff
R = costante universale dei gas = 0,0821 L·atm/K·mol
T = temperatura della soluzione in K
α (alfa) = grado di dissociazione dell'elettrolita debole
ν (ni) = numero di ioni, positivi e negativi, liberati nella dissociazione di ogni particella di elettrolita.
H3AsO4 <==> 3 H+ + AsO4(3-)

Prova ora tu a risolvere l'esercizio.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)