Casini con i composti di rame
Giustissimo quello che dice Luigi. È sempre bene seguire un protocollo affidabile, per evitare risultati imprevisti o pericolosi. E comunque per farsi il CuCl2 non si può attaccare semplicemente l'ossido rameico con HCl?
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
lo so bene, purtroppo! sono ancora parecchio ignorante...

ClaudioG. approposito del CuCl2 proprio oggi pomeriggio ho provato, ho usato sempre lo stesso ossido ottenuto dalla calcinazione del nitrato e l'ho fatto reagire in quantità stechiometrica con HCl.
Ho usato HCl al 33% e un piccolo ecesso di ossido tenendo presente che probabilmente non era puro, tra l'altro la bilancia che uso non ha una sensibilità inferiore al grammo (professionalità mai vista)e stranamente l'ossido non si è solubilizzato e la soluzione acida è rimasta pressoché invariata, mi è venuto il forte dubbio che ci sia qualcosa che non va proprio nell'ossido di rame.
Cita messaggio
Ma no, l'importante è sperimentare con razionalità, buonsenso e in sicurezza, ma comunque sperimentare. Il forum c'è apposta, prima di improvvisare chiedo consiglio agli esperti. Finché si tratta di spreco di reagenti pazienza (a proposito, purificalo il nitrato di potassio asd ), ma quando non si lavora in sicurezza bisogna fermarsi e chiedersi se vale la pena, usando la testa. Comunque puoi presentati nella sezione adatta  :-).

Per il CuCl2 boh, non l'ho mai fatto, ti riporto le preparazioni del Salomone:

"237. Cloruro rameico. - I. Il cloruro rameico CuCl2.2H2O si prepara 
scaldando della tornitura di rame con acido cloridrico concentrato addizionato di una piccola quantità di acido nitrico per facilitare l'attacco del metallo che è piuttosto lento.
 Il liquido bruno si evapora sino a secchezza per scacciare l'eccesso di acidi; il residuo giallo bruno si riprende con poca acqua calda, si filtra e si fa cristallizzare. Si ottengono dei cristalli aghiformi 
verdi, deliquescenti.

II. Si scioglie l'ossido od il carbonato rameico in acido cloridrico concentrato; la soluzione verde si concentra sino a che segna all'ebollizione 45° Bé. "
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano ClaudioG. per questo post:
Raffaele
Giustissimo! condivido perfettamente! :-D
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Raffaele per questo post:
ClaudioG.




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)