Chiarificazione acido solforico
Salve a tutti,

questa sera vi mostro come è semplice chiarificare l'acido solforico commerciale.
Come a tutti sarà capitato, molto spesso questo reagente comprato nelle ferramenta o simili è completamente nero. 
È così sia a causa delle impurezze sia per la lenta reazione che forma l'oleum, nero appunto.
Avendone avuto bisogno per preparare dei reagenti colorimetrici ho pensato che magari riflussando avrei potuto chiarificare il colore dell'acido ed ho avuto ragione. La procedura è tutta qui, riflussare per un certo tempo.

Reagenti
Acido solforico -  *corrosivo*

Vetreria e strumenti

Cilindro
Pallone
Imbuto
Refrigerante
Beuta
Lampada ad alcol
Pompa d'acquario

Procedura
Misurati 50 ml di acido solforico si trasferiscono in un pallone da 100 ml e messi a riflusso usando come refrigerante quello di Allihn ( 6 bolle ). Si introducono piccoli pezzetti di vetro per evitare pericolose bolle da surriscaldamento. Il riscaldamento è fornito dalla fiamma diretta di una lampada ad alcol. Già dopo 15 minuti si nota il colore passare da nero a bruno ma trasparente e dopo 20 è arancione.

       

A termine di 30 minuti avendo raggiunto una colorazione adatta ai miei scopi ho spento la fiamma e recuperato l'acido cheappare ormai giallo.

       

Non so se continuando col riscaldamento si possa ottenere un prodotto completamente incolore. Ne dubito ma si potrebbe provare.
Come ultima cosa devo dire di aver notato un leggero odore di anidride solforosa recuperando il prodotto chiarificato non presente invece in quello nero.

Spero di essere stato utile,
Saluti
" Trasformare rifiuti in risorse "
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano zodd01 per questo post:
NaClO
Ho constatato sperimentalmente (ma non ho fatto io la cosa) che, usando perossido di idrogeno al 30%, e distillando aggiungendo sabbia alla caldaia, l'acido solforico che si ottiene è un acido concentrato, attorno al 96-98%.
Ovviamente questa purificazione NON è adatta a persone digiune di Chimica... Non si scherza con acido solforico a bollore. Ma se serve un acido pulito e puro si può procedere in tale modo.
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano quimico per questo post:
NaClO
Riporto di seguito il metodo utilizzato da Nile Red:  Cleaning Sulfuric Acid
La ricerca in fisica ha mostrato, al di là di ogni dubbio, che l'elemento comune soggiacente alla coerenza che si osserva nella stragrande maggioranza dei fenomeni, la cui regolarità e invariabilità hanno consentito la formulazione del postulato di causalità, è il caso. 
-Erwin Schrodinger 
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano thenicktm per questo post:
quimico
Un altro metodo consiste nell'aggiungere lentamente perossido di idrogeno conc. e poi bollire per un po fino a quando la miscela non diventa limpida, poi si riscalda ancora per eliminare l'acqua. H2SO4+H2O2 è in grado di ossidare gli inibitori presenti nell'acido solforico commerciale.

Un saluto,
Gian Marco

Ops...non ho visto le vostre risposte, scusatemi..
Cita messaggio
Forse dico un'enorme cavolata perché non so cosa ci sia dentro a quel prodotto (in rete dice 95% H2SO4 e 5% inibitori), ma scaldandolo hai sicuramente liberato SO3 gassosa che il refrigerante non è in grado di condensare.
Di conseguenza la concentrazione dell'acido solforico diminuisce.
Il colore iniziale (mi pare di capire sia verde scuro) non può essere dovuto ad un indicatore acido-base che vira dopo riscaldamento perché il pH è diminuito???????

* aumentato, sorry.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Dovrebbe aver eliminato talmente tanta SO3 per far abbassare il pH allora. Potrebbe comunque provare ad alzare il pH e portarlo a neutro/basico per vedere come si comporta
La ricerca in fisica ha mostrato, al di là di ogni dubbio, che l'elemento comune soggiacente alla coerenza che si osserva nella stragrande maggioranza dei fenomeni, la cui regolarità e invariabilità hanno consentito la formulazione del postulato di causalità, è il caso. 
-Erwin Schrodinger 
Cita messaggio
La prova che dico io con H2O2 funziona e l'acido finale distillato ha concentrazione 98%. Avevamo avuto l'idea di Nile Red (canale che seguo dalla sua creazione)...
Sensa schei né paura ma coa tega sempre dura
Cita messaggio
Piccolo OT: Seguo anch'io Nile Red dai suoi primi video e mi è sempre piaciuto come lavora. Mi dispiace solo non poterlo aiutare economicamente su patreon
La ricerca in fisica ha mostrato, al di là di ogni dubbio, che l'elemento comune soggiacente alla coerenza che si osserva nella stragrande maggioranza dei fenomeni, la cui regolarità e invariabilità hanno consentito la formulazione del postulato di causalità, è il caso. 
-Erwin Schrodinger 
Cita messaggio
So che c'entra poco, ma comunque io ho trovato spesso al supermercato dell'acido solforico 98% praticamente incolore (deboli riflessi giallini). Lo vendono in bottiglie arancioni, sempre come disgorgante.
Zodd, il solforico finale giallino è comunque buono per le analisi che devi fare? Il colore non dà impiccio?
"C'è uno spettacolo più grandioso del mare, ed è il cielo, c'è uno spettacolo più grandioso del cielo, ed è l'interno di un'anima." V. Hugo, I Miserabili.
Cita messaggio
ClaudioG anch'io ho quel tipo di solforico 98%. Il riflesso giallino é dovuto da impurezze come Fe (3+) che infatti mi ha ostacolato in alcune sintesi.
La ricerca in fisica ha mostrato, al di là di ogni dubbio, che l'elemento comune soggiacente alla coerenza che si osserva nella stragrande maggioranza dei fenomeni, la cui regolarità e invariabilità hanno consentito la formulazione del postulato di causalità, è il caso. 
-Erwin Schrodinger 
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano thenicktm per questo post:
ClaudioG.




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)