Clean up ocratossina A
Buonasera a tutti, ho una curiosità sul seguente articolo "Determination of ochratoxin A in wine by means of immunoaffinity column clean-up and HPLC" di Visconti et al. 
L'articolo riguarda la determinazione dell'ocratossina a nei vini con HPLC, previo clean up con colonnina ad immunoaffinità ochratest. Il mio dubbio riguarda proprio la fase di clean up. Nell'articolo si riporta che, 10 ml di vino vengono diluiti aggiungendo 10 ml di una soluzione acquosa avente il 5% di NaHCO3 e 1% di PEG. Dopodiché 10 ml della miscela vengono filtrati con filtro whatman e il filtrato viene introdotto in colonna di immunoaffinità. Successivamente la colonna viene lavata con 5ml soluzione al 2.5% di NaCl e 0.5% di NaHCO3, 5 ml di acqua distillata, e infine, viene eluita l'ocratossina A con 2 ml di metanolo. Il mio dubbio riguarda proprio la fase di clean up, mi chiedo quale sia il ruolo del bicarbonato e del PEG aggiunti all'inizio. Ho pensato che la loro funzione potesse essere quella di mantenere in soluzione i polifenoli del vino, così da eluirli facilmente, poiché a pH basico i polifenoli come gli antociani dovrebbero essere in forma deprotonata, ma non ne sono sicuro. Vorrei capire meglio tutto quello che succede durante i passaggi descritti. Grazie mille a chiunque mi darà una mano
Cita messaggio
Sezione sbagliata, sposto.
Cita messaggio
Citazione: scritto da Daphiel12


mi chiedo quale sia il ruolo del bicarbonato e del PEG aggiunti all'inizio


   



tieni presente che l'ocratossina A è pochissimo solubile in H2O , mentre è solubile in soluzione di NaHCO3 ed in solventi organici polari 

cordialmente

Francy
 la musica, con i suoi suoni ,riesce ad aprire quella parte del nostro cervello dove sono rinchiusi i nostri ricordi.
"Francy De Pa"
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mr.Hyde per questo post:
Daphiel12, Geber, myttex




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)