Cloruro di antimonio (III) e cloruro di antimonio (V)
Ecco una foto del cloruro "decantato".Il precipitato è una schifezza gelatinosa. Si potrebbe tentare di riaprire l'ampolla ed estrarre il liquido limpido con una pasteur e trasferirlo in un'altra ampolla pulita e asciutta, ma sono quasi sicuro che il risultato sarebbe lo stesso, anzi forse peggio..
[Immagine: dscf8913.jpg]
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
Ma sì dai, meglio non tirare troppo la corda, hai fatto un buon lavoro, tientelo così com'è!
Almeno hai una discreta quantità di sostanza, anche se leggermente idrolizzata, e aprendo, versando, trasferendo diminuisci la quantità e idrolizzi comunque.
Cita messaggio
Che non vi sia cloro disciolto è evidente anche dal fatto che nella fiala, la fase gassosa è incolore. Il sedimento, senza operare con un minimo di apparecchiatura, non lo si elimina facilmente. Tienilo così.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Azzardo una domanda: essendoci sicuramente vapore acqueo in atmosfera nella fiala, potrebbe essere che i vapori sono incolori e c'è quella specie di precipitato giallo/bianco (velatura) perchè il pentacloruro di antimonio sta reagendo con l'acqua a formare il pentossido di antimonio (velatura nel liquido, che precipita pian piano) e HCl (incolore)?
Dico per ipotesi, smentitemi pure dicendomi perchè sarebbe impossibile :-P

p.s. Potresti provare a pesare il tutto togliendo il peso della fiala e determinare a spanne la densita'?
Cita messaggio
Ormai ha reagito tutto il vapore acqueo e comunque non credo ce ne fosse tanto... è impossibile stimare ilpeso dell'ampolla...ognuna viene saldata in modo diverso e si perde una quantità diversa di vetro..
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)