Cloruro di manganese(II) tetraidrato
Salve, qualche giorno addietro mi furono recapitati dall'Olanda 10g di manganese metallico.

   

Così ho deciso di impiegarne la meta' per sintetizzare questo cloruro di colore rosa la cui formula è MnCl2.
Reagenti:
Manganese metallico
Acido cloridrico 20% :corrosivo:
Acqua distillata

Per questa sintesi vengono utilizzati 5g di manganese metallico e 32ml di acido cloridrico 20%

   

Ora il manganese viene aggiunto poco a poco alla soluzione di HCl poichè la reazione è estremamente vigorosa ed esotermica.
Dopo aver aggiunto qualche grammo la soluzione cambia visibilmente colorazione, passando da incolore a rosa.
L'equazione della reazione è la seguente:
Mn+2HCl-->MnCl2+H2

Dopo aver aggiunto tutto il manganese la soluzione viene filtrata.
   

Infine la soluzione, posta in un beacher da 50ml, viene ridotta di volume, facendo evaporare l'acqua, da 30ml a 10ml.
   


Resteranno così, sul fondo del becher, dei cristalli di cloruro manganoso tetraidrato, caratterizzati dal loro colore rosa.
   

(NOTA: Durante tutto lo svolgimento della sintesi devono essere indossati guanti anti-acido ed occhiali di protezione, inoltre il cloruro di manganese(II) è tossico e dannoso all'ambiente).

Saluti, Copper-65
Ci sono soltanto due possibili conclusioni: Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura. Se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta. (Enrico Fermi)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Copper-65 per questo post:
Dott.MorenoZolghetti, fosgene, Franc, ale93
(2013-03-09, 21:42)Copper-65 Ha scritto: Resteranno così, sul fondo del becher, dei cristalli di cloruro manganoso diidrato, caratterizzati dal loro colore rosa.

nelle condizioni descritte si forma il sale tetraidrato

(NOTA: Durante tutto lo svolgimento della sintesi devono essere indossati guanti anti-acido ed occhiali di protezione, inoltre il cloruro di manganese(II) è tossico e dannoso all'ambiente).

Tossico non credo proprio. E neanche dannoso per l'ambiente.
Al massimo è R22, nocivo per ingestione.


Ancora un'osservazione. Non conosco la purezza del suo manganese ma solitamente le impurezze di ferro non sono trascurabili. E questo comporta che ce lo ritroviamo nel sale. Un migliore metodo di sintesi consiste nel neutralizzare l'acido cloridrico con il carbonato di Mn. In questo modo il ferro rimane insolubile ed evitiamo che contamini il sale di Mn.
Infine, sarebbe stato preferibile avere anche una foto del sale senza il becker. No comment sulla qualità delle foto.

saluti
Mario





Saluti, Copper-65
Cita messaggio
Grazie Mario per avermi fatto notare i suddetti errori, adesso Correggo l'idratazione del sale.
Riguardo alla tossicità l'avevo letta su un libro di chimica di mio padre ( di quando faceva le superiori).
Il sale essiccato lo posterò domani, adesso l'ho messo in una "borsa essiccante" per la notte.
IL problema delle immagini non lo comprendo O_o
Ci sono soltanto due possibili conclusioni: Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura. Se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta. (Enrico Fermi)
Cita messaggio
(2013-03-09, 22:19)Copper-65 Ha scritto: Riguardo alla tossicità l'avevo letta su un libro di chimica di mio padre ( di quando faceva le superiori).

Oggi le informazioni sono più aggiornate e facilmente verificabili. Basta cercare in rete la relativa sceda di sicurezza e il gioco è fatto.

IL problema delle immagini non lo comprendo

Allora mi spiego meglio.
Tutte le sue immagini risultano sottoesposte e con una fastidiosa dominante verde.
In alcune poi compaionio riflessi indesiderati (tipo grate e finestre).
Una maggiore cura compositiva e un setting migliore della fotocamera in fase di ripresa sarebbe auspicabile.

saluti
Mario



O_o
Cita messaggio
Copper, quanto ti ha detto Mario sulla presenza di Fe è sacrosanto, se non hai a disposizione una gran quantità di reagenti potresti prelevare, diciamo 1/5 della soluzione di MnCl2, da questa precipitare MnCO3 per aggiunta di una soluzione di Na2CO3, filtri e lavi svariate volte il residuo con acqua per allontanare Na+. Ora aggiungi il carbonato di manganese alla reastante soluzione di MnCl2, fai bollire un po' sotto lieve agitazione, lasci raffreddare e agiti per un po' di tempo, meglio se lasci la soluzione all'aria per qualche giorno agitando di tanto in tanto...lo scopo di tutto ciò è quello di ossidare il ferro a 3+ (prima era presente per lo più come Fe2+) che precipita come idrossido...quindi fai ribollire un po' per avere le particelle più facilmente separabili, filtri il Fe(OH)3 e l'eccesso di MnCO3 e fai cristallizzare il filtrato, ripetendo la cristallizzazione da acqua distillata se vuoi un prodotto piuttosto puro.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano oberon per questo post:
Copper-65
Tutto bellissimo, ma senza alcun senso.
Io non so perchè non abbiate l'abitudine di procedere in senso analitico.
Nel manganese di partenza c'è ferro? Sì. Allora procediamo come avete descritto voi.
No, è assente. Allora avete scritto commenti molto interessanti, ma completamente inutili.
Come facciamo a stabilire se c'è ferro? Ecco, questo sarebbe utile.

Dico questo perchè nel manganese che ho in laboratorio il contenuto in ferro è inferiore allo 0,05%, valore che ai fini pratici nostri è da considerare più che accettabile.
*** Cercar di far bene e non di far molto. (A. L. Lavoisier) ***
Cita messaggio
Comunque il venditore assicurava una purezza del 99.90%, quindi, suppongo che le impurità di ferro non incidano più di tanto sul prodotto finito; che, per inciso, ho ricristallizzato 2 volte.
Saluti, Copper-65
Ci sono soltanto due possibili conclusioni: Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura. Se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta. (Enrico Fermi)
Cita messaggio
Io concordo con il doc..non sembra ci sia del marrone-rosso in giro. Magari prova a prelevare una piccola dose di prodotto e a trattarla con h2O2 e poi con KSCN, se viene rosso c'è ferro. Anche i due esacianoferrati vanno bene, prendi una piccola porzione e tratta con ferrIcianuro, se c'è Fe(II) precipita blu. Se no ossidi con H2O2 e prendi il ferrOcianuro, se precipita blu c'è ferro. Mn non so come interferisca..col tiocianato non dovrebbe fare nulla, con i ferricianuri non so. Comunque sempre meglio dubitare del manganese perso su ebay, non si sa mai.. Ricristallizzare 2 volte va bene, però il prodotto è talmente solubile che devi tirare quasi a secco e quindi ti trascini dietro gran parte delle schifezze, perdendo soprattutto MnCl2. Piuttosto che questi alogenuri, io consiglierei sempre di fare i solfati o i carbonati (da salificare col giusto acido al momento dell'uso), sono sicuramente più trattabili. Io ho avuto a che fare con MnBr2...intrattabile...non riesci quasi a tirarlo solido.
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano marco the chemistry per questo post:
Copper-65
Ho appena eseguito il test cosigliato da Marco.
Ho posto in una vial dell' esaferrocianuro di potassio triidrato, e dopo averlo solubilizzato in 0.5ml di acqua distillata, ho aggiunto qualche goccia della soluzione di cloruro di manganese(II) in esame.
Si può osservare un precipitato bianco molto denso che si posiziona sul fondo.
[Immagine: img0152lt.jpg]
Saluti, Copper-65.
Ci sono soltanto due possibili conclusioni: Se il risultato conferma le ipotesi, allora hai appena fatto una misura. Se il risultato è contrario alle ipotesi, allora hai fatto una scoperta. (Enrico Fermi)
Cita messaggio
mmmmhhh. Ok ci sta,solo una cosa, quale dei due esacianoferrati hai usato? il ferro o il ferri? (quello giallino o quello rosso).

P.S. esaferrocianuro è sbagliato... o dici ferro (o ferri) cianuro o esacianoferrato (II) o (III) di potassio.
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza." Divina Commedia, canto XXVI Inf.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)