Come mi informo riguardo l'effettiva importanza di un composto sul mercato?
Grazie Copper-65
Tuttavia, meglio non addentrarsi in un progetto di impianto industriale da zero, se ne esiste già uno :-D (Anche se è il sogno di ogni Ingegnere)

Maxcrime, puoi comunque continuare a fare le tue prove in casa, quelle non fanno mai male! :-D
Più studio la scienza, più credo in Dio.
A. Einstein
L'ateismo è così insensato. Quando guardo il sistema solare, vedo la terra alla giusta distanza dal sole per ricevere le quantità adeguate di calore e luce. Questo non è accaduto per caso.
Sir Isaac Newton
Cita messaggio
Ha ragione Copper, all'industria interessano solo i soldi quindi alta efficenza atomica anche magari abbassando la resa. Per esempio se una sintesi mi da un prodotto impuro ma non pericoloso e costa X e un'altra mi da un prodotto purissimo con costo X + Y molto probabilmente si userà la prima via in industria. Un esempio lampante è l'ibuprofene che viene venduto come miscela racemica, solo uno dei due enantiomeri funziona come farmaco l'altro no. Separare i due enantiomeri costerebbe troppo all'azienda ma intanto non è pericoloso lo stereoisomero non attivo perché nel corpo piano piano viene isomerizzato alla forma attiva.
Quindi sì non prendere il tutto con troppo entusiasmo specialmente nel campo dei farmaci come dovrebbe essere il tuo prodotto. Affina sempre di più la sintesi, prova a farne una quantità maggiore e vedere se la resa viene rispettata, per esempio imponi per stechiometria che ti escano 100g di prodotto e conduci la sintesi. Vedi quanto ne produce il sistema e trai le tue conclusioni.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano FLaCaTa100 per questo post:
Maxcrime, Copper-65, Mercaptano
(2020-04-14, 12:26)FLaCaTa100 Ha scritto: Ha ragione Copper, all'industria interessano solo i soldi quindi alta efficenza atomica anche magari abbassando la resa. Per esempio se una sintesi mi da un prodotto impuro ma non pericoloso e costa X e un'altra mi da un prodotto purissimo con costo X + Y molto probabilmente si userà la prima via in industria.

Grazie per la risposta!
A questo punto, mi rimane solo da vedere se c'è qualche necessità di "nicchia" del composto: test di laboratorio, analisi, concimi per piante, usi generici, che non richiedano una produzione in larga scala, ma solo del tempo in laboratorio.
Non mi interessa la produzione industriale su cui insistete tanto (Un brevetto non implica star cercando le cose in grande, é semplicemente una ricetta), mi interessa fare sapere agli interessati che se questo prodotto é ciò che cercano, ora si può fare, ed a basso costo.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)