Conservazione iodio
Salve :-), di recente è stata aperta una discussione riguardo alla conservazione del bromo, ma io purtroppo ho un problema con un suo cugino alogeno, lo iodio che anche se meno volatile mi da molti problemi.
Circa due tre mesi fa ne ho sintetizzato sette grammi che ho messo in un contenitore di plastica dura e trasparente di forma cilindrica e ho tappato con il suo tappo (sempre in plastica). Poi quando mi sono reso conto che usciva dal contenitore ho messo vari strati di scotch, ma con l'andare dei mesi mi sembra che continui ad evadere dal suo contenitore >_> Ieri ho avvolto la parte superiore del tappo con della paraffina solida ma non sono sicuro che il lavoro sia riuscito.

Perciò volevo chiedere a voi che magari ne possedete dei campioni, qual'è il modo migliore di stoccarlo ? *help*
Cita messaggio
Iodio in un qualsiasi barattolo di plastica non esiste. Scommetto che il contenitore è ormai arancione... Va messo in barattolo di vetro e tenuto al fresco (se hai un frigorifero per i reagenti mettilo lì! Altrimenti in cantina). Il tappo va bene anche di plastica, ma non uno qualsiasi possibilmente. Magari aiutati con un po' di teflon sul filetto del contenitore, che in questo caso sicuramente va bene.
Lo scotch è una trovata inutile, anche lui verrà intaccato facilmente da I2.
Cita messaggio
Io lo conservo dentro una provetta chiusa alla fiamma e parafilmata.. non esce niente ma non si può usare.. è da collezione
"La Chimica è un mondo da scoprire, credi di sapere tutto e non sai niente, apri un libro ne apri un altro ne apri 1000 e ancora non basta, la Chimica è la Vita!"
[radioattivo]
Cita messaggio
Io ne ho 200gr (iodio bisublimato carlo erba 99,9% min)in boccette di vetro (100 g l'una) ambrato e chiuse con tappo a smeriglio antiacido in più una ha anche un diaframmino in PET che protegge ulteriormente da fughe di alogeno.. I boccettini sono originali (nel senso che l'alogeno è stato venduto dalla ditta in quelle boccette). Inoltre con questo sistema coservo anche il cloruro mercurico (che sublima non poco) e non son ancora morto..
Cita messaggio
(2011-01-30, 16:05)marco the chemistry Ha scritto: cloruro mercurico (che sublima non poco) e non son ancora morto..
Sicuro che sublima a t ambiente? Io sapevo che lo facesse a 300°C!
Per lo iodio dovresti usare una bottiglia di vetro ambrato possibilmente con sottotappo, ma un po' uscirà sempre!

Cita messaggio
L'altro nome di HgCl2 è "sublimato corrosivo", comunque son quasi certo che sublimi a t.amb., mi pare lo avesse detto il dottore..
END OT (siamo stati già abbastanza warnati)
Cita messaggio
Hg evapora a t. ambiente, ma del cloruro mercurico non ne sapevo niente.

Comunque R@d, mi devi spiegare perchè ricopri di parafilm una provetta sigillata alla fiamma asd

Cita messaggio
ahahah!! è vero...comunque lo iodio lo conservo in una provetta chiusa da un tappo di plastica...si è colorato di rosso-bruno,ma perdite non ce ne sono,è come se la plastica (correggetemi se è un errore) "passivi"...
Cita messaggio
(2011-01-30, 19:00)AgNO3 Ha scritto: "passivi"...
Che c'entra la passivazione? azz!
Semmai iodura!
In effetti non ha senso conservare una provetta sigillata nel parafilm asd

Cita messaggio
Il peggio mi sa che sono io,mi sono stati regalati pochi grammi di iodio in un contenitore per urine e lì è rimasto.
Il barattolo è diventato di colore scuro però lo iodio dentro c'è ancora. . .

Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)