DELTA O
Ciao ragazzi! come si calcola il delta ottaedrico per un complesso?
Cita messaggio
Non si calcola. O meglio, si può calcolare tutto, ma non è detto che sia saggio, utile o divertente farlo. E certamente è molto difficile e non saprei neanche io bene come si fa. Si ricava invece molto facilmente da parametri spettroscopici, tipicamente, in quanto varia a seconda del metallo, del numero di ossidazione e dei leganti presenti.

Per semplificare moltissimo, tutti i fattori detti sopra creano un campo di leganti con una certa separazione tra gli orbitali t2g ed eg. Poiché l'energia di questa separazione, che chiamiamo delta ottaedrico, è in qualche modo comparabile all'energia necessaria per far saltare un elettrone tra i due set di leganti d, e poiché questa energia è spesso dell'ordine di grandezza della luce visibile, spesso è sufficiente la luce solare o di una lampada per fare avvenire questa transizione, e i complessi ci appaiono colorati. Vedi anche te che se quindi prendiamo la lunghezza d'onda nell'UV-vis alla quale osservo il massimo di assorbimento, quella è la transizione "principale", che posso correlare alla differenza di energia tra gli orbitali d (il delta ottaedrico, appunto). La relazione generica è

Δ 𝑜𝑡𝑡𝑎𝑒𝑑𝑟𝑖𝑐𝑜 [𝑐𝑚-1] = (1 / 𝑙𝑢𝑛𝑔ℎ𝑒𝑧𝑧𝑎 𝑑′𝑜𝑛𝑑𝑎 [nm]) × 107

Se il complesso è tetraedrico, si può fare la stessa cosa, ma moltiplicando per 4/9.

Δ 𝑡𝑒𝑡𝑟𝑎𝑒𝑑𝑟𝑖𝑐𝑜 [𝑐𝑚-1] = 4/9 Δ 𝑜𝑡𝑡𝑎𝑒𝑑𝑟𝑖𝑐𝑜 [𝑐𝑚-1]

Trovi di più qui.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)