Determinazione NH3 tramite titolazione
Ho questo esercizio :

" In 100.0 mL di HCl 0.1000M vengono assorbite 5.00 milliMoli di NH3.
Calcolare il pH al punto di equivalenzacse per la totolazione viene utilizzata NaOH 0.1000M

pkb NH3= 4.75
pkw=14
E come suggerimento ho che al punto equivalenza ho una soluzione di NH4Cl e NaCl


Vorrei capire come si fa questo tipo di esercizio
L' idea che mi sono fatto e' che appena metto l'NH3 essa reagisce con sto HCl,che e' in eccesso pero'

Quindi mettendo poi NaOH faccio reagire il restante HCl con l'NaOH.

Posso calcolarmi quindi l'HCl reagito con l'NaOH ,cioe' l'HCl in eccesso rispetto all'NH3 messo in origine

E da qui sapendo della quantita' totale di HCl facendo la differenza con quella in eccesso pptrei sapere l'HCl che ha reagito con l'NH3--> e quindi quanto NH3 ho

Prima di mettere penna su carta vorrei sapere se il ragionamento e' giusto?
Grazie
Cita messaggio
Il ragionamento è corretto in parte. Il tuo problema non è determinare quanta NH3 hai, lo sai già all'inizio (5,00 mmol), ma quello di determinare il volume di NaOH che si deve utilizzare per titolare l'eccesso di HCl che non ha reagito con l'NH3.
Fatto questo puoi calcolare:
- le moli di NH4Cl che si sono formate
- le moli di NaCl che si sono formate
- il volume totale in cui queste moli si trovano
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
xshadow
(2019-01-22, 23:38)LuiCap Ha scritto: Il ragionamento è corretto in parte. Il tuo problema non è determinare quanta NH3 hai, lo sai già all'inizio (5,00 mmol), ma quello di determinare il volume di NaOH che si deve utilizzare per titolare l'eccesso di HCl che non ha reagito con l'NH3.
Fatto questo puoi calcolare:
- le moli di NH4Cl che si sono formate
- le moli di NaCl che si sono formate
- il volume totale in cui queste moli si trovano


Ma cio' ha un senso all'atto pratico?

Cioe' fare una titolazione di questo tipo per trovare quelle 3 cose li?

Non sarebbe piu utile farla se non conosco la quantita' precisa di NH3?
Cioe' mi sembracun esercizio abbastanza inutile sll'atto pratico /di laboratorio,se conosco gia ' la quantita dic"" analita"" NH3 ....ma potrei sbagliarmi
Cita messaggio
Infatti, stando al testo che hai scritto (spero senza tue interpretazioni!!!), non è un esercizio di laboratorio in cui chiede la quantità di analita NH3, ma un esercizio teorico in cui chiede il pH al punto equivalente.
n analita NH3 = 5,00 mmol = 5,00·10^-3 mol
n titolante 1 HCl = 0,1000 mol/L · 0,1000 L = 1,000·10^-2 mol
n titolante 2 NaOH = 0,1000 mol/L · V(NaOH)
Per poter calcolare il pH al punto equivalente devi prima calcolare il V(NaOH) al punto equivalente.
n NaOH = n HCl in eccesso = n HCl totali - n NH3
n NaOH = 1,000·10^-2 - 5,00·10^-3 = 5,00·10^-3 mol
V(NaOH) al p.e. = 5,00·10^-3 mol / 0,1000 mol/L = 0,0500 L = 50,0 mL
Quindi il volume totale al p.e. è 100,0 + 50,0 = 150,0 mL
In questo volume totale ci sono 5,00·10^-3 mol di NH4Cl e 5,00·10^-3 mol di NaCl
Adesso hai tutti i dati per poter calcolare il pH al punto equivalente!!!

Se tu fossi in laboratorio avresti:
n analita NH3 = x mol
n titolante 1 = 0,1000 mol/L · 0,1000 L = 1,000·10^-2 mol
Il V(NaOH) al punto equivalente si determina sperimentalmente con la buretta quando si ha il viraggio dell'indicatore acido-base utilizzato dal colore basico al colore acido; vanno bene tutti gli indicatori aventi un intervallo di viraggio compreso tra pH 8 e pH 3 all'incirca.
Hai mai fatto questa titolazione in laboratorio???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
xshadow
A completamento della mia risposta precedente aggiungo che se tale titolazione venisse eseguita in laboratorio conoscendo la quantità approssimata di analita NH3 da determinare o l'insegnante ti dice quale indicatore acido-base utilizzare (cosa che personalmente non ho mai fatto, se lo dovevano scegliere gli studenti!!!), oppure in base ai dati a disposizione si deve calcolare il pH al p.e. per poter scegliere quale indicatore utilizzare.
È un cane che si morde la coda!!!
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
(2019-01-23, 19:21)LuiCap Ha scritto: A completamento della mia risposta precedente aggiungo che se tale titolazione venisse eseguita in laboratorio conoscendo la quantità approssimata di analita NH3 da determinare o l'insegnante ti dice quale indicatore acido-base utilizzare (cosa che personalmente non ho mai fatto, se lo dovevano scegliere gli studenti!!!), oppure in base ai dati a disposizione si deve calcolare il pH al p.e. per poter scegliere quale indicatore utilizzare.
È un cane che si morde la coda!!!

Grazie per le risposte.
Perche' cercavo di immaginarmi questo esercizio in laboratorio ma mi sembrava fine a se' stesso,nel momento in cui conosco gia i valori esatto dei miei potenziali analiti

E trovare solo il pH non so quanto possa servire per questo tipo di titolazioni,se non a livello teorico come dici.

Comunque sia questa titolazione in laboratorio fatta solo 1 volta...badando poi forse troppo alle dispense di laboratorio e poco alla chimica che ci sta dietro.

Molto meno "familiari" delle titolaz. Acido-base.
Cita messaggio
Anche questa è una titolazione acido-base, per l'esattezza una retrotitolazione di un acido forte(HCl) con una base forte (NaOH) in presenza di un acido debole (NH4+)!!!
È il metodo classico con cui viene determinato in laboratorio l'ammoniaca proveniente da un sale di ammonio:

      

I laboratori più moderni sostituiscono ora l'apparecchiatura in figura con un distillatore automatico in corrente di vapore... ma era bello tirare accidenti per far bollire in modo regolare una soluzione di soda concentrata senza che tutto il distillato venisse risucchiato nel ricadere e dover ricominciare tutto da capo!!!

OT: Posso chiederti cosa studi e dove???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
(2019-01-24, 00:41)LuiCap Ha scritto: Anche questa è una titolazione acido-base, per l'esattezza una retrotitolazione di un acido forte(HCl) con una base forte (NaOH) in presenza di un acido debole (NH4+)!!!
È il metodo classico con cui viene determinato in laboratorio l'ammoniaca proveniente da un sale di ammonio:



I laboratori più moderni sostituiscono ora l'apparecchiatura in figura con un distillatore automatico in corrente di vapore... ma era bello tirare accidenti per far bollire in modo regolare una soluzione di soda concentrata senza che tutto il distillato venisse risucchiato nel ricadere e dover ricominciare tutto da capo!!!

OT: Posso chiederti cosa studi e dove???


Si ho capito questo esercizio,grazie

Cmq studio chimica a torino . 2 anno
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)