Dicromato di potassio grazie olimpiadi!!!
all right...XD
mi sembra che mi sono espresso molto male:
intendevo dire...per ottenere l'aldeide la devi isolare! mi spiego meglio, molto spesso si possono ottenere intermedi di reazione congelando il tutto in azoto liquido e bloccando la reazione! questo anche se non è un caso cosi critico è analogo! cioè se noi parliamo della reazione di un alcool primario con il reattivo di jones, è impossibile fermarsi all aldeide...a meno che non la isoliamo! il reattivo di jones in quanto a potenziali, porta all acido...ma poi è normale che se si riesce a separare l'aldeide prima che venga ulteriormente ossidata non si ottiene l'acido...
ecco ora e davvero all-right... :-D
Cita messaggio
dico pure la mia :-)

il bicromato di potassio, è alla base di una complessa e articolata famiglia di tecniche fotografiche antiche, generalmente classificate come stampe ai colloidi bicromati.
un colloide (nello specifico gomma arabica ma non solo) impregnato di bicromato di potassio ed esposto alla luce ultravioletta, modifica la sua solubilità in acqua.
forse la tecnica più famosa è la gomma bicromata, che utilizza appunto gomma arabica pigmentata e successivamente impregnata (per immersione) in bicromato di potassio (o di ammonio).

le zone colpite dalla luce ultravioletta, si induriscono e diventano meno solubili in acqua, mentre le zone non colpite dalla luce rimangono solubili.
un successivo bagno in acqua (spoglio) asporta tutta la gomma non esposta insieme al pigmento, lasciando sul foglio un immagine positiva.
è possibile ripetere il procedimento più volte sullo stesso foglio usando gomme colorate con pigmenti diversi.
con questa tecnica sono state realizzate le prime immagini fotografiche a colori della storia della fotografia, stampando a registro, immagini negative su strati di gomma pigmentati con colori complementari.
Cita messaggio
dannazione!!
a quasi un anno dall'ultimo messaggio di questa discussione riapro dicendo: "dannazione" eh si perchè sto spostando il "laboratorio" in un posto più consono di un garage... e nello spostare i reagenti ho ritrovato il piccolo flaconcino dove avevo messo il famoso dicromato... che non è più dicromato: non è più ne solido ne giallo, è diventato una pappa (nel senso che non è neanche liquido, tipo un colloide) verde*Tsk, tsk* non capisco cosa sia potuto succedere, qualche idea? sempra sia successo esattamente iò che accade se fai l'alcool test da ubriaco (come colore dei prodotti) ma non credo che nell'aria ci sia così tanto alcool, o no? magari un po' di CO2 della moto (che è a qualche metro da dove tenevo i reagenti)?
Grazie ^^
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
I contenitori DEVONO essere perfetti e chiusi, senza eccezioni!
Il bicromato, se puro e ben conservato, dura in eterno (o quasi, come un campione che ho da una vita).
Se è verde si è parzialmente ridotto, e fin qui è facile, ma dire con esattezza come quando e perchè con i dati a disposizione è come sparare a caso nel buio sperando di prenderci asd
Cita messaggio
eh lo so e credevo che lo fosse (chiuso intendo)... ora in ogni caso ho tutta una serie di contenitori decisamente migliori di quelli di recupero che usavo prima....
credo che l'unica soluzione sia trovare una reazioncina e ridurre tutto. Prima magari faccio anche qualche saggio....
Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos'altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato il principio dello scambio equivalente.
Alphonse Elric
sito web; canale YT
Cita messaggio
As1998, nel dicromato e nel cromato il cromo è sempre --> (VI)!
Non si riduce nè si ossida con NaOH o H2SO4!! Cambia solo stato >_>
Cita messaggio
scusate youtube mi ha tradito!
cancello l'eresia asd
probabile non vuol dire certo.
Cita messaggio
Magari potresti provare ad ossidare un poco di etanolo ad acido acetico, sempre che in quella "poltiglia verde" ti sia rimasto del cromo esavalente *Si guarda intorno* *Si guarda intorno*
Cita messaggio
Salve a tutti,
Se devo ossidare un alcol generico per quale motivo dovrei utilizzare il reattivo di Jonas ?
Utilizzo questo reattivo per ossidare alcoli solubili in acqua, ma perché è più adatto per l'ossidazione di alcoli secondari ( a chetoni )? Se ossido un alcol primario cosa succede...Come posso isolare l'aldeide?
Grazie.
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)