Domanda da newby
Ciao a tutt*
spero di essere nel posto giusto. Premetto che sono quasi a digiuno di chimica, l'ho studiata solo al liceo, lustri fa. Vorrei che qualcuno mi chiarisse che relazione ci può essere fra le concentrazioni degli ossidi di azoto (NOx) e quella di ozono (O3) in ambito urbano. Se non erro dovrebbe essere una relazione di tipo inverso ovvero se NOx decresce O3 aumenta e viceversa ma vorrei un po' di dettagli e, soprattutto, sapere se tale relazione è vera e sotto quali condizioni. 
Grazie.
Lorenzo
Cita messaggio
In generale è più colpa dell'N2O più che degli NOx se lo strato di O3 si assottiglia. Poi ovviamente intervengono anche altri fattori come l'uso di HFC (un tempo c'erano i CFC), il cambiamento climatico e i gas serra...
Probabilmente sono gli NOx provenienti dall'inquinamento urbano a causare l'assottigliamento dello strato di ozono, ma anche quelli prodotti negli strati più alti dell'atmosfera, in particolare modo nella troposfera, potrebbero avere un ruolo in questo evento.
Come citato in questo articolo: https://agupubs.onlinelibrary.wiley.com/...17GL073215 sono i fulmini a produrre quelli che sono noti come TGF o terrestrial gamma ray flashes nello strato di ozono e a far i danni allo strato di ozono. Uno dei principali meccanismi della distruzione dell'ozono è la produzione degli NOx nella regione della stratosfera. Gli NOx derivanti dai fulmini sono stati considerati come una possibile causa dell'assottigliamento dello strato di ozono, ma probabilmente una piccola parte di questi NOx sono trasportati dalla tropopausa verso la stratosfera. Dato che le particelle energetiche dei TGF viaggiano da ≈12 km verso lo spazio, la ionizzazione risultante può produrre gli NOx direttamente nella stratosfera. È stato stimato però che la produzione degli NOx da parte dei TGF sia completamente trascurabile comparata ad altre fonti, e quindi, i TGF non hanno effetto sullo strato di ozono.

Ti invito a leggere qua: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7816068/ dove si parla di tutte quelle sostanze, note come ODS (sostanze che assottigliano lo strato di ozono) e del loro effetto globale. Non è una cosa scoperta oggi ma risale a 20 anni fa. E il processo di assottigliamento dello strato di ozono è qualcosa che ha radici anche più lontane.

La relazione di cui parli, da dove deriva? Sono uno scienziato e se parlo cito fonti, articoli, DATI... Non vale dire l'ho sentito dire, l'ho letto... Scrivetevi le fonti o dove leggete di modo da poterlo citare quando si discute. Il metodo scientifico è questo. Il resto sono chiacchiere :-) ovviamente non ce l'ho con te ma con questa moda di fare informazione in modo esatto, figlia di un giornalismo pseudoscientifico.
La chimica è una cosa che serve a tutto. Serve a coltivarsi, serve a crescere, serve a inserirsi in qualche modo nelle cose concrete.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Geber per questo post:
cionilorenzo
(2021-02-12, 15:36)Geber Ha scritto: In generale è più colpa dell'N2O più che degli NOx se lo strato di O3 si assottiglia. Poi ovviamente intervengono anche altri fattori come l'uso di HFC (un tempo c'erano i CFC), il cambiamento climatico e i gas serra...
Probabilmente sono gli NOx provenienti dall'inquinamento urbano a causare l'assottigliamento dello strato di ozono, ma anche quelli prodotti negli strati più alti dell'atmosfera, in particolare modo nella troposfera, potrebbero avere un ruolo in questo evento.
Come citato in questo articolo: https://agupubs.onlinelibrary.wiley.com/...17GL073215 sono i fulmini a produrre quelli che sono noti come TGF o terrestrial gamma ray flashes nello strato di ozono e a far i danni allo strato di ozono. Uno dei principali meccanismi della distruzione dell'ozono è la produzione degli NOx nella regione della stratosfera. Gli NOx derivanti dai fulmini sono stati considerati come una possibile causa dell'assottigliamento dello strato di ozono, ma probabilmente una piccola parte di questi NOx sono trasportati dalla tropopausa verso la stratosfera. Dato che le particelle energetiche dei TGF viaggiano da ≈12 km verso lo spazio, la ionizzazione risultante può produrre gli NOx direttamente nella stratosfera. È stato stimato però che la produzione degli NOx da parte dei TGF sia completamente trascurabile comparata ad altre fonti, e quindi, i TGF non hanno effetto sullo strato di ozono.

Ti invito a leggere qua: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7816068/ dove si parla di tutte quelle sostanze, note come ODS (sostanze che assottigliano lo strato di ozono) e del loro effetto globale. Non è una cosa scoperta oggi ma risale a 20 anni fa. E il processo di assottigliamento dello strato di ozono è qualcosa che ha radici anche più lontane.

La relazione di cui parli, da dove deriva? Sono uno scienziato e se parlo cito fonti, articoli, DATI... Non vale dire l'ho sentito dire, l'ho letto... Scrivetevi le fonti o dove leggete di modo da poterlo citare quando si discute. Il metodo scientifico è questo. Il resto sono chiacchiere :-) ovviamente non ce l'ho con te ma con questa moda di fare informazione in modo esatto, figlia di un giornalismo pseudoscientifico.

Ciao Geber
grazie della risposta. Temo di non essere stato chiaro. Mi interessa la relazione fra ossidi di azoto e ozono in ambito urbano a livello del suolo non a livello degli strati alti dell'atmosfera. Per i riferimenti della relazione inversa concordo in pieno ma ahimè mi sono perso il riferimento esatto, ho recuperato solo questo 
https://www.arpa.vda.it/en/aria/l-inquin...31-l-ozono.
Per darti qualche dettaglio in più ti dico che dalle misurazioni di un certo numero di centraline su un certo arco di tempo ho ricavato una correlazione inversa (a volte non molto forte) fra concentrazioni degli ossidi di azoto e concentrazioni di ozono. Vorrei sapere se questa relazione ha basi teoriche o no.
Grazie.
Buona serata.
Lorenzo 8-)
Cita messaggio
Avevo capito...
Ti stavo spiegando che gli NOx si possono formare ANCHE negli strati alti dell'atmosfera ma la maggior parte di essi viene prodotto in atmosfera.
Ho anche aggiunto che la causa principale della deplezione dello strato di ozono dipende dall'N2O e non dagli NOx. Diciamo però che il problema è dovuto ai vecchi CFC e agli HFC che si usano ora.
Sicuramente ci saranno già stati studi in questo senso ma non è che ho la bacchetta magica...
Qui https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7474802/ parlano del rapporto tra NOx e O3.
Nell'articolo concludono dicendo "We find from model work that 40.5% decrease of NOx emission in EC (East China) results in 36.5% increase and 12.5% decrease of surface O3 and PM2.5 concentration, respectively."
Quindi pare confermata la correlazione inversa. Ti invito a guardare questo articolo.
Mi è bastato un minuto per trovare un articolo sull'argomento.
Cordialmente.
La chimica è una cosa che serve a tutto. Serve a coltivarsi, serve a crescere, serve a inserirsi in qualche modo nelle cose concrete.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Geber per questo post:
cionilorenzo
(2021-02-12, 22:46)Geber Ha scritto: Avevo capito...
Ti stavo spiegando che gli NOx si possono formare ANCHE negli strati alti dell'atmosfera ma la maggior parte di essi viene prodotto in atmosfera.
Ho anche aggiunto che la causa principale della deplezione dello strato di ozono dipende dall'N2O e non dagli NOx. Diciamo però che il problema è dovuto ai vecchi CFC e agli HFC che si usano ora.
Sicuramente ci saranno già stati studi in questo senso ma non è che ho la bacchetta magica...
Qui https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7474802/ parlano del rapporto tra NOx e O3.
Nell'articolo concludono dicendo "We find from model work that 40.5% decrease of NOx emission in EC (East China) results in 36.5% increase and 12.5% decrease of surface O3 and PM2.5 concentration, respectively."
Quindi pare confermata la correlazione inversa. Ti invito a guardare questo articolo.
Mi è bastato un minuto per trovare un articolo sull'argomento.
Cordialmente.
Ciao Geber
grazie. Guarderò l'articolo citato.
Buona notte.
Lorenzo
PS Direi che si possa considerare il thread come risolto anche se non so come si proceda qui.
Cita messaggio
Resterà qua per chi magari vorrà leggerlo e commentare, per dire la sua.
Noi non possiamo chiuderli una volta aperti. Non ha manco senso farlo chiudere.
Ma se vuoi e i moderatori saranno d'accordo, penso si possa fare!
La chimica è una cosa che serve a tutto. Serve a coltivarsi, serve a crescere, serve a inserirsi in qualche modo nelle cose concrete.
Cita messaggio
Qui in realtà non c'è il servizio "risolto" come magari da altre parti, semplicemente rimarrà negli archivi ;-)
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)