Durezza Totale
Salve a tutti,
sono nuovo del forum, ma vi seguo spesso e vi faccio i complimenti. Avrei una domanda riguardo la titolazione complessometrica con EDTA per la determinazione della durezza totale; Riporto il passaggio:

Prelevare con una pipetta tarata esattamente 25mL di campione, aggiungere 2mL di HCl concentrato (ATTENZIONE! usare guanti e occhiali di protezione) e far bollire per un minuto su piastra agitante (ricordarsi di lasciare nel contenitore una bacchetta di vetro per agevolare una ebollizione controllata).

L' aggiunta di HCl+riscaldamento campione serve per eliminare carbonati e idrogenocarbonati?

grazie.
Cita messaggio
Mai sentito questo procedimento con HCl.
In seguito che indicatore si utilizza???
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
Nero eriocromo T
Cita messaggio
Ho capito!!!
L'aggiunta di HCl e il riscaldamento servono per eliminare la CO2 disciolta in un campione di acqua gassata.
In seguito, dopo raffreddamento, si addiziona il tampone ammoniacale a pH 10 e poi L'indicatore.
Ciao
Luisa

Dal laboratorio se ne usciva ogni sera, e più acutamente a fine corso, con la sensazione di avere “imparato a fare una cosa”;
il che, la vita lo insegna, è diverso dall’avere “imparato una cosa”.
(Primo Levi)


Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano LuiCap per questo post:
Marcob2000
Da quello che ricordo dei lontani tempi dell'università, anche a noi per la titolazione della durezza temporanea di un campione incognito di acqua usammo l'HCl per la titolazione e ricordo che c'era scritto nella metodica che veniva fatto per titolare i bicarbonati di calcio e magnesio, secondo le reazioni:

Ca(HCO3)2 + 2 HCl --> CaCl2 + 2H2O + 2CO2
Mg(HCO3)2 + 2HCl --> MgCl2 + 2H2O + 2CO2

Come indicatore si usò l'arancio metile.
1 mL di acido cloridrico 0,1 N = 2.8 mg di CaO

Poi si titolava la durezza totale con EDTA su un nuovo campione di acqua. Ricordo che anche in quel caso si acidificava e poi si bolliva prima di titolare con EDTA... Ma sono ricordi persi nel tempo. Dovrei rubare gli appunti della mia compagna...
La chimica è una cosa che serve a tutto. Serve a coltivarsi, serve a crescere, serve a inserirsi in qualche modo nelle cose concrete.
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Geber per questo post:
Marcob2000
Ringrazio entrambi. Quindi vado ad eliminare la durezza dovuta ai bicarbonati?
(equlibri della CO2 disciolta li detesto:-))
Cita messaggio
No .  :-D

ragionaci bene ( in base a quello che hanno scritto LuiCap e Geber ) e cerca di capire quale durezza stai determinando con quel metodo

ti do uno spunto ..... la durezza dovuta ai bicarbonati di (ad es.) Ca e Mg è chiamata " durezza temporanea " e si calcola detraendo alla "durezza totale " , la " durezza permanente "


per ebollizione , i bicarbonati di Ca ed Mg si trasformerebbero in carbonati .... INSOLUBILI ...... invece acidificando con HCl ...... continua tu

cordialmente

Francy
 la musica, con i suoi suoni ,riesce ad aprire quella parte del nostro cervello dove sono rinchiusi i nostri ricordi.
"Francy De Pa"
Cita messaggio
Infatti. Quale durezza devi determinare? Ha ragione Mr Hyde.
Io ho messo quello che ricordavo ma ogni durezza ha un suo perché e una sua metodica di determinazione.
La chimica è una cosa che serve a tutto. Serve a coltivarsi, serve a crescere, serve a inserirsi in qualche modo nelle cose concrete.
Cita messaggio
Scusate se rispondo ora ma oggi ho avuto ben due esami!
Ma allora ho le idee un po' confuse( si vede direte).... Ieri sera avevo pensato:

CO2 + 3H2O <==> 2H3O+ + CO32- equilibrio CO2 disciolta in acqua.
Ora aggiungendo HCl vado a "aggiungere" ioni idronio che spostano la reazione a sinistra verso la formazione di CO2 in fase gas che esce quindi dalla mia beuta:
H3O+ + CO32- <==> HCO3- + H2O

HCO3- + H3O+ <==> CO2 + 2H2O
Torna?

Comunque si questo passaggio HCl + ebolizzione l'abbiamo fatto sia per la durezza totale sia per quella calcica.
Riguardo a bicarbonati + HCl le reazioni credo siano quelle scritte da geber.
Cita messaggio
Ciao :-)

allora....... vediamo se riusciamo a capirci 

ieri sera , dopo le spiegazioni di LuiCap e Geber 

hai scritto 


Citazione:Ringrazio entrambi. Quindi vado ad eliminare la durezza dovuta ai bicarbonati?



io ti ho risposto 

NO  

spiego perchè 

se elimini la durezza dovuta ai bicarbonati di calcio e magnesio ( durezza temporanea ) , ottieni la durezza permanente e NON quella totale .

l'acidificazione viene fatta proprio per NON eliminare la durezza temporanea ed al contempo però eliminare la CO2 presente nell'acqua gassata  che inficerebbe sui risultati dell' analisi 

durezza tot = durezza temporanea + durezza permanente 


invece , se vuoi eliminare la durezza temporanea dovresti portare ad ebollizione SENZA   aggiungere HCl . ( lasci raffreddare , filtri e titoli )


Ca(HCO3)2 (aq) <==> CaCO3 (s) + CO2 (g) + H2O (l)

Mg(HCO3)2 (aq) <==> MgCO3 (s) + CO2 (g) + H2O (l)


p.s. quando titoli un'acqua per determinarne la durezza con EDTA  , il complesso che si forma è con i cationi calcio e magnesio e NON  con gli anioni , e come puoi notare dalle reazioni scritte da Geber ..... i cationi rimangono in soluzione senza precipitare ( anche dopo ebollizione )

p.p.s. sapresti dire perchè la presenza di CO2 nell'acqua gassata determina un errore analitico ( e quindi deve essere rimossa) ?
 la musica, con i suoi suoni ,riesce ad aprire quella parte del nostro cervello dove sono rinchiusi i nostri ricordi.
"Francy De Pa"
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano Mr.Hyde per questo post:
Geber




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)