Eccoci alla fatidica scelta: Università!
Salve ragazzi, è arrivato il momento di scegliere il corso di studi che vorrò seguire per i prossimi anni e mi trovo in grande crisi: Fisica o Chimica?
Vi spiego. Ho sempre puntato tutto sulla chimica ma ultimamente sto avendo qualche ripensamento. Premetto che in Chimica ho già avuto due successi a livello nazionale quindi avrei la strada leggermente spianata per questa scelta, tuttavia c'è un "però". Innanzitutto a me piace molto il linguaggio matematico ed esprimere tutto in maniera logico-matematica. Mi piacciono i ragionamenti e non molto utilizzare la memoria. Sono interessato principalmente sullo studio del nucleare, sulle nuove tecnologie, sui materiali, sulla parte di termodinamica e sull'atomo in sé. Un giorno vorrò fare ricerca, principalmente teorica, e mi piacerebbe stare sempre al passo con i tempi, rincorrendo le nuove tecnologie. Mi affascina anche l'idea di scoprire potenziali molecole utili o polimeri, ma ci sono parti della fisica, come della chimica che non mi attraggono allo stesso modo. Per la fisica sono le branche come l'ottica e l'astrofisica per la chimica la parte di chimica analitica. Mi interesserebbe principalmente conciliare queste due splendide discipline, e ricercare con modelli matematici la verità che si nasconde dietro la materia. Per questo adesso sono davanti a un bivio: Fisica o Chimica? Sono davvero indeciso e spero che qualcuno di voi mi potrà dare buoni consigli senza attaccare. Inoltre, secondo voi l'approccio alla chimica fisica è meglio dal punto di vista fisico o chimico? A Chimica c'è abbastanza Matematica? Aiutatemi con questa scelta importantissima, ve ne sarei molto grato.

In attesa di risposte, Vi ringrazio.
Cita messaggio
Io ho fatto chimica e poi chimica industriale e posso dirti che di matematica ce n'è ma ovviamente a fisica ce n'è di più. Per quanto riguarda la chimica fisica l'approccio migliore forse ce l'hai facendo chimica ma non credo cambi molto, però se le cose manuali (stare in laboratorio) proprio non ti piacciono chimica non fa per te.
Considera però che qualsiasi cosa tu scelga almeno metà dei corsi non ti piaceranno, quindi armati di tanta pazienza in qualsiasi caso!
Un laboratorio pulito ed ordinato è sintomo di un chimico pigro.
Cita messaggio
No a dire la verità mi piace stare in laboratorio. Però un laboratorio di ricerca, non di analisi
Cita messaggio
Vabbè allora è presto detto, di analitica avrai penso un corso per anno. Secondo me è sopportabilissima come cosa.
Un laboratorio pulito ed ordinato è sintomo di un chimico pigro.
Cita messaggio
Ragazzi qualcuno può rispondere?
Cita messaggio
Secondo me, per scegliere c'è un solo modo: seguire i propri interessi. Poi non so, vedi tu; forse potrebbe piacerti chimica computazionale.
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
Fisica e chimica son sicuramente 2 materie che si dica quel che si voglia sono abbastanza distanti fra di loro.
Se sei interessato all' "ibrido" sappi comunque che la fisica è ben trattata anche a chimica data la mole di corsi di
chimica fisica che ci sono e la ritroverai anche in molti altri corsi (chimica inorganica II, ecc...)
La matematica quindi non manca.

Il fatto che tu ti veda bene in un laboratorio, ma che ti piaccia anche fare la parte di elaborazione dati è un po' "d'intralcio"
per un esterno a cui stai chiedendo consiglio... in pratica ti vedi sia come uno sperimentale che come un teorico...
ma alla fin fine quella è una scelta che verrà più avanti...adesso la domanda è: preferisci sporcar provette o far fisica?

ps. analitica solitamente son solo 2 corsi, magari non adori analitica (neanch' io più di tanto :/ ), ma ti assicuro che non devi snobbarla.
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano TrevizeGolanCz per questo post:
NaClO
Scusate,ho capito che analitica è pallosa,ma non è poi divertente fare gravimetria?Io ho fatto un'analisi del mio solfato di ferro per saggiarne la purezza gravimetricamente è mi è piaciuto molto!
Comunque,la domanda fatidica,come detto dal Trevize, è questa:ti piace più fare calcoli di fisica o sporcar provette ed evitare le esplosioni degli organolitio?
Saluti,
Riccardo
"L'importante è non smettere mai di farsi domande.La curiosità ha buoni motivi di esistere."
                                                                      -Albert Einstein-
Cita messaggio
la teoria degli errori e tutta la parte di lavorazione grafica non la definirei divertente, interessante sì, ma divertente...
8-)  Tanto vetro zero reagenti 8-)
Cita messaggio
[-] I seguenti utenti ringraziano TrevizeGolanCz per questo post:
NaClO
Io vorrei fare quella parte di scienza che unisce chimica e fisica. Ma a questo punto sarebbe meglio partire da chimica o da fisica?
Cita messaggio




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)